Le stupende Grotte di Castellana mortificate dalla solita disorganizzazione italiana

A dieci anni esatti dall’ultima volta, sono ritornato in Puglia. Regione che ti lascia sempre qualcosa di nuovo dentro, con le sue bellezze naturali, la sua enogastronomia, la sua storia. La Puglia l’ho girata molto e questa volta mi sono dedicato alla costa tra Bari e Brindisi. Più precisamente, tra Monopoli e Polignano a Mare, visitando altresì Locorotondo, Putignano, Ostuni, Bari città e le Grotte di Castellana.

Una nota negativa devo però trovarla nella scarsa organizzazione riscontrata in molti esercenti della zona. Scorbutici e poco inclini alle esigenze dei clienti. Come se da quelle parti il turismo di massa si stia affacciando solo ora. Se è vero che da qualche anno va molto forte il leccese, stiamo comunque parlando di zone molto rinomate negli ultimi decenni del secolo scorso.

Ma soprattutto, l’esperienza più negativa l’abbiamo riscontrata alle Grotte di Castellana. Non per il posto in sé, che è a dir poco spettacolare, quanto nell’organizzazione delle biglietterie. Ecco la mia esperienza, che può ritornare utile a quanti decidano di ammirare questo spettacolo, nonostante tutto.

CONTINUA A LEGGERE

Le stupende Grotte di Castellana mortificate dalla solita disorganizzazione italianaultima modifica: 2019-08-29T09:38:42+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).