L’Olanda cambia nome in Paesi Bassi: motivi e conseguenze

olanda-amsterdam-foto

Il nome di uno Stato, si sa, è tutto. Ed è frutto di secoli di storia, fatti di avvicendamenti di potere, guerre, conquiste e perdite di territori. E anche se siamo nel Duemila, non mancano modifiche alle denominazioni degli Stati contemporanei. Sebbene per fortuna, per motivi amministrativi o politici. E non più, come accadeva in passato, per questioni di domini e motivi bellici.

E l’Europea non fa eccezione. Nel febbraio 2018 si è risolta una disputa tra Grecia e Macedonia, sul diritto all’utilizzo anche da parte degli ellenici di questo nome. I greci continuavano a chiamare Macedonia una propria regione, mentre i macedoni tutto il loro Stato. Una contesa partita negli anni ‘90, quando la Jugoslavia è implosa in tanti piccoli Stati.

Alla fine, la Macedonia ha modificato il proprio nome in Macedonia del Nord.

Non avrà il Nobel per la Pace, né altro premio, il Premier olandese. Tuttavia, anche l’Olanda ha cambiato nome dal primo gennaio, diventando Paesi bassi. Vediamo il motivo e cosa cambia.

CONTINUA A LEGGERE

L’Olanda cambia nome in Paesi Bassi: motivi e conseguenzeultima modifica: 2020-01-17T09:40:38+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Related posts

Leave a Comment