Dopo Francia e Turchia, anche Algeria “ci ruba” il mare: ecco cosa sta succendendo

Stanno uccidendo il mare e noi li lasciamo fare”, cantavano i Litfiba in Peste. Brano inserito nell’album Tre, terzo della loro discografia, quando Piero Pelù non si era ancora dato allo showbitz. Partecipando prima a The Voice e poi a Sanremo. Tradendo tutto quanto detto e fatto in precedenza. Ma il richiamo dei soldi, si sa, è sempre forte.

Perché cito quella frase? Semplicemente perché, oltre ad uccidere il mare con l’inquinamento, gli altri paesi che si affacciano sul Mediterraneo ci stanno sottraendo spazi di mare. Con il Governo in carica che li lascia fare.

Del resto, non potevamo sperare in meglio. Dato che ci ritroviamo nuovamente il Pd, che genuflette l’Italia al cospetto degli altri Stati da 7 anni. E Luigi Di Maio come Ministro degli esteri.

Aveva iniziato la Francia, sottraendo spazi alla Sardegna con l’accordo di Caen. Poi ci ha pensato la Turchia, ormai superpotenza egemone sul Mediterraneo e il Medioriente.

Ed ora, anche l’Algeria ci sottrae spazi di mare, oltre a riempirci di immigrati. Ecco l’ultima beffa ai danni dell’Italia.

CONTINUA A LEGGERE

Dopo Francia e Turchia, anche Algeria “ci ruba” il mare: ecco cosa sta succendendoultima modifica: 2020-02-10T10:11:37+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

One thought on “Dopo Francia e Turchia, anche Algeria “ci ruba” il mare: ecco cosa sta succendendo

  1. MASSIMO

    IL BUON GOVERNO VI RICORDATE COSA DICEVANO ECCO IL RISULTATO NOI NON CI INTERESSA
    MENO MALE CHE SONO SPARITI I CINQUE STELLE SE NO PERDEVAMO ANCHE L’ITALIA.LO SCANDALO DEL REDDITO DI CITTADINANZA IL FATTO GUARDA CASO IL PAESE DI POMIGLIANO D’ARCO IL PAESE DEL REDDITO DI CITTADINANZA ????? RIFLETTETE. SONO TUTTI UGUALI VEDI ANCHE LA SARDINE DA CHI SONO MANIPALATI….

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).