Parasite, di cosa parla il film che ha cambiato gli Oscar con un omaggio all’Italia

Anche quest’anno, ci sono stati gli attesissimi Oscar. Tra glamour, sistema “da oliare”, stravaganza, politically correct. Quest’anno però, per restare in tema di citazioni cinematografiche, occorre dire che…qualcosa è cambiato. Infatti, per la prima volta ad aggiudicarsi la statuetta come miglior film in assoluto, è stato un film straniero non americano: il sudcoreano Parasite.

Parasite ha scalzato così perfino una pellicola che ha sbaragliato i botteghini come Joker. Sebbene l’attore protagonista Joacquine Phoenix si sia comunque meritato la statuina come migliore attore protagonista. Joker ha vinto anche l’Oscar per la colonna sonora.

Parasite si è aggiudicato anche l’Oscar per la sceneggiatura più originale, la Regia e come migliore pellicola internazionale.

Qualche statuina anche per Le Mans 66 – La grande sfida e 1917. Deludente invece The Irishman, benché veda lo schieramento di un quartetto collaudato come Martin Scorsese, Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci.

Parasite, dunque, stravolge gli Oscar. Dopo aver vinto già la Palma d’oro a Cannes.

Vediamo di seguito trama e recensione di Parasite.

CONTINUA A LEGGERE

Parasite, di cosa parla il film che ha cambiato gli Oscar con un omaggio all’Italiaultima modifica: 2020-02-10T13:49:37+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).