Giappone riverserà in mare acqua contaminata di Fukushima: quali rischi

Sono già trascorsi oltre 10 anni dal disastro nucleare di Fukushima, in Giappone, avvenuto l’11 marzo 2011.

L’incidente fu una conseguenza del terremoto e maremoto del Tōhoku, che provocarono lo spegnimento automatico dei reattori come da procedura di sicurezza anti-sismica. Lo tsunami che si abbatté sulla centrale alcune decine di minuti dopo, distrusse a sua volta i gruppi di generazione diesel-elettrici di emergenza che alimentavano i sistemi di raffreddamento dei reattori 1, 2 e 3.

Tuttavia, un’inchiesta successiva certificò anche le responsabilità umane.

Ed ora, a distanza di 10 anni, il disastro nucleare di Fukushima continuerà a presentare il suo conto. Il governo giapponese ha infatti deciso di riversare in mare l’acqua contaminata accumulata nella centrale nucleare. Aggiungendo così follia a follia.

Ecco i dettagli dell’assurda operazione e la reazione dei paesi vicini.

CONTINUA A LEGGERE

Giappone riverserà in mare acqua contaminata di Fukushima: quali rischiultima modifica: 2021-04-15T09:39:25+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).