Categorie

come scegliere l’abito da sposa corto: guida

Tutte abbiamo già in mente l’abito da sposa dei nostri sogni e, quando il Grande giorno viene fissato, non vediamo l’ora di sfogliare riviste e pagine di siti web per scoprire i numerosi modelli disponibili e trovare quello che ci renderà ancora più belle all’altare. Spesso viene scelto soprattutto in base al gusto personale e allo stile del matrimonio ma è fondamentale pensare a come sarà il risultato una volta indossato. Come scegliere il vestito che meglio esalterà la vostra silhouette? Non tutte le tipologie di abito calzano alla perfezione su ogni donna ed è perciò necessario seguire alcuni consigli per valorizzare le proprie forme in base al proprio tipo di fisico.

L’abito da sposa deve farci sentire belle e a nostro agio, non bisogna trovare difetti o avere dubbi. Come tutti gli abiti, anche quelli da sposa possono nascondere piccoli difetti o evidenziare punti di forza: scopri come valorizzarti!

– FISICO A CLESSIDRA: Hai le spalle larghe quanto i fianchi, seno generoso e vita stretta? Sei la più fortunata! Puoi permetterti qualsiasi tipologia di abito anche se sicuramente quelli che ti valorizzanno di più sono quello a sirena, che fascia la figura aprendosi all’altezza delle ginocchia e mette in risalto le tue proporzioni, e quello a trapezio, che esalta il punto vita senza dare volume a fianchi e spalle. La scollatura è meglio asimmetrica, a V o senza spalline. Puoi scegliere inoltre qualunque tipologia di tessuto, ti staranno bene tutti!

– FISICO A PERA: Hai le spalle strette, seno piccolo e fianchi pronunciati? Il tuo abito da sposa dovrà riequilibrare la figura concentrando l’attenzione sulla parte superiore del corpo nascondendo i fianchi: scegli un abito a trapezio, stile impero o da principessa con gonna ampia e dettagli preziosi ed elaborati sul bustino e sulla parte superiore. Da evitare lo scollo all’americana che evidenzia le spalle piccole, puntate piuttosto su uno scollo a cuore o profondo, con un seno piccolo non rischiate cadute di stile. Per quanto riguarda il tessuto sono consigliati il raso, la seta o il pizzo.

– FISICO A MELA: Hai decolleté e fianchi poco pronunciati con punto vita più largo o sei una sposa curvy? Gli abiti che fanno per te sono quello stile impero che si stringe sotto il seno e scende morbido lungo pancia e fianchi o, per chi vuole osare con un tocco di originalità, un modello vintage anni 50 con gonna a ruota lunga fino a metà polpaccio che evidenzia e valorizza le gambe. Scegli scollature squadrate, a barchetta o bustini. Sì ai tessuti strutturati, no ai tessuti che apportano volume come il tulle e a pesanti coprispalle.

– FISICO A RETTANGOLO: Se hai la vita della stessa larghezza di spalle e fianchi e poche forme puoi valorizzare la tua figura slanciata con abiti a colonna o a tunica o ridisegnare le tue forme con abiti a trapezio o principeschi: no agli abiti troppo aderenti, meglio scegliere un vestito che modifichi la silhouette mettendo in risalto la femminilità. Scegli un elegantissimo scollo profondo sulla schiena se hai il seno piccolo e punta su tessuti fluidi come il pizzo o il raso.

– FISICO A TRIANGOLO INVERTITO: Hai spalle larghe e fianchi stretti o un fisico atletico? Punta ad impreziosire la parte bassa dell’abito per distogliere l’attenzione dalle spalle, sottolinea la vita stretta con un abito stile impero o rimodella il fisico con un abito a sirena che dona qualche curva in più nella zona dei fianchi. Sì ad abiti molto femminili e principeschi con tessuti leggeri. Se vuoi puntare sulle gambe puoi scegliere anche un abito corto, molto trendy!
Inoltre, se sei una sposina di bassa statura evita gonne troppo voluminose o lunghezze che tagliano la figura, meglio puntare su abiti lineari e morbidi: no agli accessori che interrompono la silhouette come le cinture. Se hai un seno abbondante scegli scollature poco profonde o monospalla e punta sulle gambe con abiti corti.

Come scegliere l’abito da sposa

La scelta dell’abito da sposa è un punto cardine dei preparativi del matrimonio. Va scelto per tempo, con cura e deve rispondere a tutte le necessità della sposa, dal tipo di fisico fino alle caratteristiche dei tessuti, dei ricami e dei motivi. Ecco allora quali sono i parametri da prendere in considerazione per scegliere l’abito perfetto!

COME SCEGLIERE L’ABITO DA SPOSA

La scelta dell’abito, per la sposa può essere fonte di stress e apprensione, ma in realtà si tratta di uno dei momenti più gioiosi tra i preparativi del matrimonio. Basta solo agire con largo anticipo, considerando di dover fare più tappe in diversi negozi e atelier prima di trovare l’abito giusto, e scegliere nel migliore dei modi il modello che più si adatta non solo alle proprie esigenze, e preferenze, ma soprattutto alle linee e alle fattezze del proprio corpo.

Il tempo, dicevamo, è la prima arma da sfoderare. Non abbiate paura di agire troppo presto, perché non lo è mai quando si tratta di andare a caccia dell’abito da sposa. Quindi, prendete la lista di negozi e atelier alla mano e iniziate a telefonare per prendere un appuntamento, per recarvi sul posto, per prendere visione dei modelli e per iniziare a fare le prove.

Potete scegliere atelier di alta sartoria, mettendo in conto di poter spendere cifre considerevoli, oppure scegliere negozi più modesti che vi permetteranno sicuramente di risparmiare. L’alta sartoria ha il vantaggio di avvalersi di sarte e stilisti esperti che sono in grado anche di disegnare il vostro abito su misura e così come lo immaginate esattamente nella vostra mente.

Se invece cercate un abito piuttosto semplice e non vi alletta molto l’idea di spendere troppo denaro per un abito che, per quanto bellissimo, indosserete solamente in un’occasione, la scelta di un negozio più tradizionale andrà benissimo.

A questo punto, un buon modo per indirizzare nel modo giusto la vostra ricerca è scegliere il modello che più vi piace. La prima distinzione da fare riguarda il colore: preferite il bianco, come vuole la tradizione, oppure preferite un colore diverso ma comunque romantico, come l’avorio, o il colore crema?

Una volta che avrete deciso il colore del vostro abito, potrete passare alla scelta del modello. Il dilemma che si trovano ad affrontare molte future spose è la scelta di un abito corto oppure di un abito lungo, due tipologie decisamente diverse ma che riscuotono successo in egual misura.

L’abito corto è più moderno di un classico modello lungo, ma per poterlo indossare bisogna avere il fisico adatto. Se siete alte e avete gambe lunghe e magre, metterle in mostra con un abito a gonna corta può sicuramente contribuire a valorizzarvi.

In caso contrario meglio puntare su un classico modello lungo. Anche in questo caso, la scelta è immensa ed esistono molteplici modelli, che è bene scegliere in base alle proprie fattezze fisiche per essere sicuri che l’abito non vi segni ma che, al contrario, vi valorizza al meglio. Un abito molto stretto in vita è perfetto per chi ha un girovita di piccole dimensioni, mentre un modello morbido sui fianchi e sulla pancia è invece consigliato a chi è di corporatura più robusta o ha qualche chilo di troppo che vuole nascondere nel migliore dei modi.

Il passo successivo è decidere se desiderate avere le spalle coperte, oppure volete optare per un modello a corpetto. La scelta varia anche in base al periodo dell’anno in cui si svolgerà la cerimonia, ma in ogni caso questo aspetto dipende molto dal gusto personale. Da considerare, nel caso in cui preferiate il corpetto, che se la cerimonia si svolge in chiesa è indispensabile indossare comunque qualcosa sulle spalle, come una stola o un copri spalle che richiama il tessuto del vestito.

E proposito di tessuto, quale è meglio scegliere? Anche in questo caso, la scelta è del tutto personale e varia molto in base ai gusti di ognuno. La seta e l’organza sono tessuti molto eleganti e sobri al tempo stesso, mentre il pizzo trasmette immediatamente l’idea di qualcosa di ricercato ed elaborato. Il tulle, infine, è perfetto per la parte inferiore degli abiti lunghi e bombati in stile romantico.

L’ultimo dilemma da porsi riguarda la scelta del velo e, anche in questo caso, le scelte sono molte. C’è chi decide di non averlo perché lo considera troppo demodé e ingombrante e chi invece lo richiede espressamente nel nome della tradizione.

In ogni caso, potete scegliere tra un mezzo velo, che sarà quindi lungo fino alla metà della schiena, tra un velo lungo e stretto e tra un velo lungo e ampio. Per ognuno di questi modelli, potrete poi ulteriormente optare per un velo decorato e ricamato oppure per velo liscio e semplice.

Continua il nostro viaggio attraverso il meraviglioso mondo dei matrimoni: consigli, spunti e idee per tutti i futuri sposi, ma soprattutto per coloro che hanno deciso di organizzare un matrimonio in campagna, un matrimonio all’aperto e a contatto con la natura e sono, dunque, alla ricerca di suggerimenti per personalizzare il matrimonio secondo il proprio tema e il proprio stile. Che si tratti di matrimonio country chic, boho chic, matrimonio shabby chic o vintage, saremo felici di guidarvi in questa fantastica avventura.

E così, dopo aver parlato dell’agenda del matrimonio, la cartina tornasole per i tempi e le cose da fare per organizzare il matrimonio perfetto, ci concentriamo oggi su uno degli aspetti più emozionanti, stavolta per le future spose, gli abiti da sposa: come sceglierlo tenendo conto delle tendenze del 2017 e della forma del proprio fisico, ma soprattutto su quale sia la scelta ideale per chi decide di sposarsi in campagna.

Iniziamo col dire che quando si iniziano i preparativi per il matrimonio, ci sono due reazioni alla scelta dell’abito da sposa: c’è chi non vede l’ora di iniziare gli appuntamenti nei vari atelier, anche se manca ancora molto al grande giorno, e chi invece rimanda la scelta dell’abito il più possibile, arrivando a volte anche a pochi mesi prima del matrimonio, perché, diciamoci la verità, scegliere l’abito da sposa è un momento bellissimo, ma può anche provocare una leggera ansia. In ogni caso, care sposine, state tranquille, perché quando arriverà il momento per scegliere il vostro abito, lo sentirete e quando troverete quello giusto, ve ne accorgerete. In quel momento, tutti i dubbi, le incertezze, i timori, scompariranno e state pur certe che in quel momento vi sentirete davvero spose!

Ora, che apparteniate alla prima o alla seconda categoria, ecco qualche consiglio su come scegliere l’abito da sposa perfetto.

Abiti da sposa 2017: vestiti da sposa di tendenza

Se avete deciso di sposarvi nel 2017, questo è il momento giusto per iniziare a dare un’occhiata alle collezioni di abiti da sposa 2017 di note e meno note marche del settore. Come per la moda in generale, anche in questo caso esistono stagioni, tendenze e soprattutto fiere dedicate alle novità in materia di abiti da sposa: le Bridal Fashion Week. Due delle più famose si tengono a Barcellona e New York due volte l’anno: ad aprile, quando vengono presentate le tendenze per la primavera/estate dell’anno successivo e ad ottobre, con le proposte per l’autunno/inverno sempre in anticipo di quasi un anno.

Dunque, tutti i tessuti e i modelli degli abiti da sposa 2017 sono già stati resi noti, certamente non saranno ancora completamente disponibili negli atelier, ma intanto potete iniziare a navigare sul web o acquistare riviste specializzate del settore (Vogue Sposa, Sposabella, Brides e tante altre) per farvi una prima idea e iniziare a sognare il vostro abito da sposa perfetto per il 2017.

Tra le novità per gli abiti da sposa del 2017 troviamo le piume, i fiori, i vestiti da sposa con collo alto e scollo a V e poi cappe da indossare al posto dei classici coprispalle per coprirsi le spalle. In ogni caso, tutte le griffe propongono sempre abiti da sposa da principessa eleganti e raffinati, linee scivolate di classe, tubini, abiti da sposa a sirena, redingote, vestiti corti e sbarazzini e jumpsuit per spose fuori dagli schemi, ciascuno però declinato secondo lo stile che caratterizza ogni marchio e lo rende diverso dagli altri, immediatamente riconoscibile.

 

Come scegliere l’abiti da sposa in base al fisico

Basta seguire le tendenze per scegliere l’abito da sposa perfetto? Ovviamente no. Sicuramente le proposte degli stilisti regalano spunti e idee interessanti, ma la scelta dell’abito da sposa perfetto, beh, quella presuppone il tener conto di tantissimi fattori oltre alla moda.

Scegliere l’abito da sposa in base al proprio fisico è forse la condizione più importante, quindi, è bene individuare i propri punti di forza e i propri difetti o le cose che meno piacciono del proprio fisico e scegliere un abito che esalti i pregi e nasconda i difetti.

Dunque, care amiche spose, iniziamo:

  • Fisico a clessidra: sì all’abito da sposa a sirena, al vestito da sposa da principessa, allo scivolato morbido e al modello sottoveste. No agli abiti da sposa stile impero.
  • Fisico a mela o ovale: sì all’abito da sposa stile impero, all’abito da sposa corto stile anni ‘50 e al modello svasato ad A. Assolutamente no agli abiti sottoveste.
  • Fisico a pera: sì all’abito da sposa principessa e redingote e ai vestiti da sposa dalla linea svasata. No all’abito da sposa a sirena.
  • Fisico a rettangolo: sì agli abiti da sposa modello tunica, morbido, svasato ad A e a tubino strutturato. Assolutamente no alle aderenze e ai modelli sottoveste.
  • Fisico a triangolo invertito: sì all’abito da sposa principessa con taglio in vita e al vestito da sposa corto, ma anche all’abito stile impero. No agli abiti da sposa a sirena.

 

Questi sono naturalmente dei consigli, non preoccupatevi, se il modello di abito consigliato per il vostro fisico non vi piace, chi vi seguirà nell’acquisto in atelier saprà sicuramente suggerirvi una serie di soluzioni per valorizzare i vostri punti di forza e mascherare i vostri difetti.

Abiti da sposa per un matrimonio in campagna

Un’altra aspetto importante di cui tener conto nella scelta dell’abito da sposa è il luogo nel quale avete deciso di sposarvi. Se avete deciso di sposarvi in campagna l’abito da sposa perfetto avrà sicuramente uno stile country chic, boho chic, shabby chic o vintage, romantico e bucolico, ma allo stesso tempo raffinato ed elegante.

I colori dell’abito da sposa country chic sono avorio, champagne, varie sfumature del rosa (dal cipria al pesca) e se proprio non volete rinunciare al bianco, che sia bianco latte o seta, ma non il bianco ottico, che non si addice ad un matrimonio in campagna.



Quanto ai tessuti più indicati per un abito da sposa country chic, sono sicuramente pizzo, voile, chiffon, tessuti morbidi traforati, decorazioni e inserti ricamati, l’importante è che siano fluidi e poco strutturati.

Lo stile country chic predilige tagli semplici, A-line, stile impero, gonna a balze e modelli morbidi e scivolati, maniche decorate e leggere lunghe o corte, con o senza spalline, ma se ci sono meglio se decorate e morbide. Anche modelli tradizionali, preziosi e sensuali possono adattarsi ad un matrimonio in campagna, l’importante è che contengano sempre un richiamo al contesto campestre che avete scelto.

Acconciature morbide, scarpe non troppo alte, ma soprattutto comode (ballerine o tacco a rocchetto) e accessori a tema e il vostro look da sposa country chic è perfettamente in tema con il vostro matrimonio in campagna.

Tra le marche più famose che hanno proposto abiti da sposa 2017 ispirati allo stile country chic troviamo l’inglese Jenny Packham, la famosa casa di moda spagnola Pronovias e Yolan Cris.

Eccoti pronta ad iniziare il giro per atelier, il grande giorno è sempre più vicino. Ma come scegliere l’abito da sposa giusto, quello che più ti rappresenti? Ovviamente la decisione va fatta tendendo in considerazione non solo l’aspetto fisico, ma anche il tuo carattere, la tua personalità. Il vestito che indosserai dovrà raccontare di un’unica donna, tu!

 

Dolce&Romantica

Se sei una sognatrice, una donna che si commuove davanti ad un film d’amore, un vero e proprio zuccherino, non ci sono dubbi: l’abito che fa per te deve essere quello in stile romantico. Corpetto aderente, gonna ampia e strascico, per il tuo grande giorno dovrai sembrare appena uscita da una favola, un’incantevole principessa nel suo abito nuziale bianco e voluminoso.

 

Fuori dagli schemi

Sei una tipa eccentrica e particolare? Non ti piace uniformarti alla massa e cerchi sempre qualcosa che faccia parlare di te? Allora hai bisogno di qualcosa di speciale: un abito da sposa personalizzato è quello che fa al caso tuo, solo in questo modo potrai dare quel tocco di esclusività al tuo outfit.

L’atelier Anna Tumas ti dà tante possibilità per rendere unico il tuo vestito. Potrai richiedere di applicare ricami, decorazioni e tutto quello che rispecchi al meglio i gusti, magari abbinando e personalizzando anche scarpe, veli e tanti altri accessori.

 

Fascino senza limiti!

Ti piace osare e farti notare? Che dire, l’abito per il tuo grande giorno deve rappresentare l’essenza della sensualità. Tante sono le possibilità: puoi puntare a scollature profonde sia davanti che dietro, scegliere un abito dall’effetto vedo-non vedo che giochi sulle trasparenze come quello tattoo, decidere di indossare un modello di abito da sposa a sirena, perfetto per mettere in risalto la silhouette oppure uno completamente in pizzo, dal fascino senza tempo.

 

Diva d’altri tempi

Ami la moda vintage, lo stile anni 50-60? Questo significa che sei anche una donna di tendenza. Infatti il genere retrò è molto gettonato sulle passerelle. Gli abiti da sposa corti che regalano quel tocco da “diva d’altri tempi”, sono molto apprezzati, soprattutto per nozze ispirate al tema shabby.

L’atelier Anna Tumas ti offre una possibilità in più: l’abito da sposa trasformabile, una vera e propria soluzione di stile per renderti incantevole in ogni momento del tuo evento: estremamente elegante e di classe nella sua versione lunga, perfetto per la cerimonia, più sbarazzino e particolare in quella corta, ideale anche per un ricevimento in riva al mare.

Ogni sposa in fondo ha una visione romantica di ciò che il suo giorno speciale come dovrebbe essere. Prevalentemente in questa visione che indossa l’abito da sposa perfetto. Al fine di aumentare la probabilità l’abito da sposa corrisponderà fino a l’aspettativa si consiglia di cercare i servizi di un consulente di nozze negozio di abbigliamento dedicata.

 

Primo Trova informazioni su abiti da sposa

In generale questo sarà il più importante acquisto di abbigliamento si potrà mai fare, quindi è saggio fare qualche ricerca sul argomento di abiti da sposa e le diverse tipologie di abbigliamento e terminologia associata. Acquistare alcune riviste da sposa e prendere appunti su gli abiti che ti interessano di più. Vai su internet e la ricerca il gergo e guardare le immagini di abiti da sposa e progettisti attuali.

 

Inizia Shopping precoce

Si consiglia di acquistare il vostro abito da sposa, almeno sei mesi prima del giorno delle nozze. Ci potrebbe essere un termine di consegna per il vostro vestito particolare, e quando lo fa arriva ci saranno numerose sessioni di montaggio e di alterazione per assicurarsi che l’abito si adatta comodamente. Si dovrebbe trovare un negozio di abito da sposa con un consulente dedicato abito da sposa a disposizione per dare una personale a un consiglio su il vestito migliore per soddisfare le vostre esigenze. Un buon negozio abito da sposa deve immagazzinare un certo numero di marche più popolari del vestito. Anello e informarsi sulle griffe soddisfatti e le possibili date di consegna. Alcuni negozi hanno anche in azione una serie di abiti per la consegna immediata.

Il tuo abito da sposa negozio experience

Prima di tutto chiamata e prendere un appuntamento con il consulente abito da sposa. A volte un appuntamento essenziale per il montaggio di alcuni tipi di abito. Questo farà in modo di avere un sacco di tempo per provare su una varietà di abiti da sposa. Prova su una selezione di abiti per verificare l’abito che più vi si addice di più e fare tutte le domande che avete in materia di requisiti giorno delle nozze vestito o. Non abbiate fretta questa esperienza. Dovrebbe essere una parte divertente della preparazione di solito stressante giorno delle nozze. E ‘importante non sentirsi affrettata o pressioni per prendere una decisione affrettata, eventualmente prendere una damigella d’onore insieme alla consultazione per la consulenza e sostegno e di guardare abiti da damigella gratuiti.

I punti principali della scelta del miglior abito da sposa dovrebbe essere quello di ricerca in primo luogo il vostro argomento, prendere in considerazione l’impostazione del matrimonio durante la navigazione per uno stile , per esempio, MissyDress come un famoso negozio di abiti da sposa di design, offerta abiti da sposa corti, abiti da sposa spiaggia, abiti da sposa palloncino. Non appena possibile fissare un appuntamento con un consulente di abito da sposa di andare oltre le tue scoperte e utilizzare il loro aiuto per scegliere l’abito da sposa perfetto dei vostri sogni.

Raccogliendo la gonna perfetta, spesso suona abbastanza semplice, in teoria, ma in realtà può essere molto difficile trovare la giusta misura e un aspetto lusinghiero. Diversi stili sono spesso necessari per i vari tipi di corpo e questo rende importante essere consapevoli di voi la forma del corpo per essere in grado di acquistare per una gonna che è dimensionato in modo appropriato. Ecco una panoramica generale per i diversi tipi di forme del corpo e ciò che potrebbe andare bene gonne più appropriato

 

A forma di pera – per una donna a forma di pera è meglio evitare le gonne tipo matita più appiccicose come questi spesso attirano l’attenzione alla zona della coscia e dell’anca. Invece di una linea di gonna lunga è in grado di dare un aspetto più attraente con la sua capacità di adattarsi perfettamente alla zona della vita, ma è in grado di sfiorare la zona dei fianchi. Inoltre, una full-gonna offre anche una grande misura con esso scrematura i fianchi per fornire un buon equilibrio al corpo. Hanno lo scopo di evitare le gonne che sono o raccolti o completa a livello dell’anca, come gonne a tulipano tipo e gonne peplum in quanto questi hanno il potenziale per attirare l’attenzione alla zona dei fianchi, e ti fanno apparire più larga.

A forma di clessidra – si aiuta con questa forma del corpo per andare con stili che sono rastremate un po ‘meno in orlo. Una gonna a matita può guardare grande a condizione che sia in grado di abbracciare le curve, piuttosto che spremere. Una gonna a vita alta è spesso in grado di evidenziare la zona della vita e rompere il corpo più a lungo se sul lato alto.

 

A forma di mela – se una zona dello stomaco più grande di dimensioni vede a dettare lo stile di abbigliamento verme di quanto possa beneficiare a cercare le gonne con una parte anteriore piana e della chiusura laterali, come questo aiuta a limitare inutili ingombri in vita-line. Uno stile particolare per adattarsi alla forma di mela comprende le gonne con pieghe invertite che iniziano al di sotto della zona dello stomaco, che aiuta con attirare l’attenzione dalla zona della vita.

Sagomato Boyish – per coloro che hanno bisogno di creare l’illusione di curve più femminili, una gonna a tulipano in stile potrebbe trarre beneficio. Una gonna di questa natura è progettato in modo che esso raccoglie in vita e come si muove lungo il corpo verso le ginocchia che si restringe. Alcune delle gonne peplum moda anche grande lavoro a causa delle fronzoli femminili aggiunto per la creazione di curve, mentre alcuni dei pieni gonne con tasche anteriori in posizione può anche guardare grande.

Scegliere l’abito da sposa è senza dubbio uno degli aspetti più delicati ed importanti dell’organizzazione di un matrimonio. Il giorno delle nozze dovrà essere indimenticabile e l’abito non potrà essere da meno.

È fondamentale che esso calzi perfettamente addosso alla sposa e che in qualche modo, sia in grado di rispecchiarne carattere e personalità. Solo così potrà essere indossato con disinvoltura. Dovrà dunque tirar fuori una parte della personalità della sposa. È inutile ricercare un look o un vestito che mostrino qualcosa di diverso da ciò che lei è in realtà. Altro aspetto da analizzare e da non sottovalutare per la scelta dell’abito da sposa, è la fisicità della donna. Ad esempio, sarà sicuramente consigliabile far indossare un vestito a sirenetta che prevede fianchi stretti, ad una sposa dal fisico slanciato e longilineo.

COME SCEGLIERE L’ABITO DA SPOSA CHE CALZI A PENNELLO?

La tipologia di abito perfetto per ogni genere di fisico, è il cosiddetto abito da sposa a trapezio che andrà bene per spose piccole, alte, snelle o in carne. Se invece è necessario nascondere fianchi pronunciati e la statura della sposa è medio-alta, la scelta migliore sarà quella di un abito bustier che sarà composto da due pezzi: un corpetto sorretto da stecche e bustino e da una gonna.

L’abito da sposa a tubino sarà ideale per le donne longilinee, snelle e con spalle larghe.

L’abito a sirena, aderente su fianchi e gambe, sarà perfetto se indossato da donne snelle e alte. Metterà in risalto seno e fianchi.

L’abito stile Impero sarà caratterizzato da una gonna lunga e molto larga. Adatto per le spose in dolce attesa.

L’abito a palloncino invece, conferirà alla sposa un aspetto regale con una grande gonne adornata da uno strato di crinolina.

C’è poi l’abito da sposa corto, perfetto per cerimonie non formali che ad esempio si svolgeranno all’aperto. Adatto per ogni tipo di fisico.

Ulteriore elemento da tenere a mente sarà la scollatura del vestito in relazione alla tipologia di seno. Non potrà assolutamente mancare un abbinamento con un accessorio usato o indossato quotidianamente dalla sposa. Come ad esempio una pashmina, una cinta oppure un bel braccialetto. A prescindere da quale oggetto verrà scelto, esso contribuirà a donare un tocco personale all’abito rappresentando una sorta di firma e farà sentire a proprio agio chi lo indosserà.

 

La scelta dell’abito da sposa non va assolutamente fatta con leggerezza: si tratta, in fondo, del giorno più importante della vostra vita, quindi tutto deve essere perfetto, a partire proprio dal vestito! Se vi siete innamorate di un abito visto durante una sfilata, o su una fotografia o su un manichino, sappiate che indossato potrà avere un effetto completamente diverso.

Come si fa a scegliere il vestito da sposa perfetto? Ecco alcuni consigli: #Matrimonio

  • Sono sempre più di #Moda i siti che vendono abiti da sposa e da cerimonia, anche a prezzi stracciati. Può andare bene per il portafoglio, ma l’abito da sposa va necessariamente provato. Come ho scritto prima, indossato, fa sempre un effetto diverso. Magari avete sognato fin da bambine un abito da principessa, poi, dopo averlo provato, vi rendete conto di assomigliare ad uno spaventapasseri! Quindi il consiglio è di evitare l’acquisto online, a meno che non siate proprio costrette a farlo per cause di forza maggiore!
  • L’abito deve essere in armonia col proprio fisico: se avete qualche chilo di troppo e curve “importanti”, evitate i modelli stile sirena, che fasciano troppo. Preferite dei modelli morbidi, magari a trapezio che mascherano i fianchi generosi
  • Se siete basse, evitate i modelli troppo voluminosi, con troppe balze e troppo accollati. Se avete i capelli lunghi, scegliete un’acconciatura raccolta che vi slancerà. Ovviamente dovrete indossare scarpe col tacco alto. Se la silhouette ve lo consente, lo stile sirena fa per voi, così come gli abiti corti.
  • L’abito da sposa con scollatura a cuore è perfetto per tutte coloro che hanno almeno una terza di seno e che non abbiano il collo corto o le spalle troppo larghe. Anche se il seno è troppo abbondante, questo scollo va evitato perchè rischia di dare un aspetto volgare alla sposa.
  • Se siete alte, ma non troppo magre, potete scegliere qualsiasi tipo di modello, dall’abito a sirena al modello da principessa. Se, invece, il vostro difetto è l’eccessiva magrezza, oltre all’abito stile sirena, potete scegliere un modello stile impero o un modello con bustino fasciante e gonna vaporosa. Anche l’abito corto è perfetto.
Questi sono solo consigli; è ovvio che il vostro migliore consigliere sarà lo specchio

Come scegliere l’abito perfetto da sposa: lungo o corto, con o senza guanti.

Prima di scegliere il vestito da sposa è fondamentale individuare il tema  che si vuole dare al vostro matrimonio.

Prima di scegliere l’abito da sposa  si suggerisce sempre di affidarsi ad una wedding planner  per avere consigli  e d avere a disposizione l’occhio di una professionista emotivamente distaccata e oggettiva nelle scelte,  nei preparativi, nei dettagli  di tutto il matrimonio.

L’altra variante è  il tipo di cerimonia: religiosa o civile ? Ovviamente per il matrimonio civile si può indossare un abito con scollatura aperta e maniche corte e possiamo anche non usare i guanti.

Se la cerimonia è religiosa l’abito della sposa deve essere lungo e chiuso, maniche lunghe e guanti lunghi

Una volta individuato il tema  del matrimonio e i requisiti dell’abito da sposa (a seconda la cerimonia prescelta), il passo successivo è quello di individuare  il modello del vestito, che deve essere coerente anche con la linea del tuo corpo. E’ necessario,  indossando l’abito da sposa,  sentirsi sicuri, eleganti e a proprio agio.  La scelta è di fondamentale importanza per la tua  autostima il giorno del matrimonio.

Se sei  esile  e di bassa statura l’abito  più appropriato è a vita alta, a collo alto e  un lungo velo. Questa scelta ti regalerà altezza visiva.

Se sei  bassa e arrotondata il vestito deve essere dritto e semplice, perché in questo caso non vi è spazio per ostentare.  Le maniche devono  essere lunghe e strette  e invece   del velo usare una acconciatura con tiara o una elegante spirale, come delle vere e proprie principesse

Se sei  alta ed esile, indossa  un abito a vita bassa. Si adattano bene modelli con una scollatura aperta, maniche corte e ornamenti di pizzo, e ancora meglio se si utilizzano  guanti.  Non vi è alcun limite alla lunghezza del vestito  e al velo.  Per le spose  con un  corpo robusto si consiglia di scegliere un abito da sposa dalle  linee semplici.
Ricami ridondanti e ornamenti ingombranti non sono permessi.

Cercate nel tema del matrimonio e nel vestito da sposa soprattutto ‘armonia e moderazione.

Lo stile dell’abito da sposa deve essere in sintonia con la sposa, ma anche con altri elementi del matrimonio come per esempio la location dove si svolgerà il ricevimento nuziale.

Per una cerimonia di giorno che si svolge all’interno di una cattedrale o di una basilica, è richiesto un abito da sposa dallo stile molto importante e prezioso. Per esempio un modello di raso di seta, mikado o duchesse. Ovvero tessuti piuttosto corposi che esaltano silhouette impeccabili e ben definite. Se invece il matrimonio verrà celebrato nel pomeriggio in città, l’abito da sposa deve avere una linea più fluida e leggiadra. I tessuti più adatti per sottolineare la leggerezza dello stile dell’abito da sposa sono il crêpe  de Chine, georgette, cady, o raso leggero.

Se invece il matrimonio viene celebrato in una chiesetta di campagna l’abito da sposa perfetto è senza dubbio quello dallo stile romantico e bucolico dalla linea ampia e vaporosa realizzato con tessuti adatti come il voile, chiffon o faille. Per coloro invece che decidono di sposarsi in municipio la mattina, il look da sposa sarà certamente più easy e meno formale. E pertanto si può optare per un abito corto, un tailleur con gonna o con pantaloni o una mini tunica. La sera invece in comune si può anche esibire un abito lungo, magari nei toni pastello. Da evitare assolutamente in municipio l’uso del velo.

Se invece il matrimonio si svolge in una location esotica magari in spiaggia  sotto un gazebo fiorito allora si può optare: la mattina per un abito da sposa corto con dettagli etnici applicati e la sera per un modello dallo stile etereo magari di tulle colorato. E a proposito di romanticismo, il matrimonio in villa magari con vista lago è certamente una location affascinante. In alcune di queste residenze si può svolgere la cerimonia civile o simbolica. E pertanto per il matrimonio in villa la mattina l’abito sarà dallo stile elegante, ma non troppo prezioso e neppure sontuoso. La sera, sempre all’interno di una magnifica location residenziale ci si può certamente sbizzarrire in look elaborati.

Infine per chi decide di sposarsi in una location sulla neve, magari nel bosco bianchissimo illuminato con lucine e allestito con panchette  rivestite con coperte di pellicce per gli invitati allora l’abito da sposa da indossare per il matrimonio sarà accessoriato con mantelline o stole di pelliccia. 

I tessuti non dovrebbero essere mai scelti a caso, perché proprio la loro consistenza permette all’abito da sposa di vestire perfettamente la silhouette. Per chi ha una linea armoniosa, dovrà optare per dei materiali che scivolano sul corpo senza disegnarlo, come la seta e il pizzo, mentre coloro che devono minimizzare fianchi larghi o addome pronunciato dovranno scegliere tessuti come il raso, il cady e il velluto, i quali essendo pesanti non fasciano eccessivamente il corpo.

Per quanto riguarda invece il colore dell’abito da sposa, questo dovrà essere scelto in relazione alla carnagione. I bianchi caldi, tendenti al panna, crema, avorio, o al rosato valorizzano l’incarnato scuro e la pelle olivastra, mentre quelli freddi come il ghiaccio, l’azzurro o il grigio perlaceo si accostano bene alle carnagioni chiare.

Se in chiesa il colore dell’abito da sposa deve essere bianco declinato in tutte le sue sfumature: dall’avorio, beige, ecrù o champagne, in comune si possono osare dei colori più intensi e vivaci come alcune tonalità pastello: turchese, verde e giallo. O invece colori più brillanti come il verde ottanio o il bluette. O addirittura luminose nuances dorate, argentate o bronzo.

La bellezza della condivisione di momenti irripetibili, il valore dell’amicizia, l’emozione di vivere insieme una giornata indimenticabile. Nel tuo giorno speciale, la presenza accanto a te e al tuo lui delle persone più importanti della vostra vita sarà tra quanto contribuirà a renderlo unico. Elisabetta Polignano ti ha dedicato alcuni consigli speciali per guidare le tue migliori amiche e le altre invitate alla scelta del loro abito giusto, vediamo anche qualche accorgimento in più…

“Quello da cerimonia è sicuramente un abito elegante ma non va assolutamente inteso come un abito da sera”, spiega la stilista. Abbiamo visto, inoltre, come non deve essere dello stesso colore di quello della sposa, né tantomeno è indicato il look total black: “Si può prediligere il lungo ma sempre se la sposa non indossa a sua volta un abito lungo e scivolato”, aggiunge.

Al contrario, “se la sposa predilige un abito romantico, ampio o strutturato, le invitate allora potranno concedersi un modello lungo e scivolato”. Se il tipo di cerimonia lo consente, può essere adatto anche un abito corto: “Sul ginocchio, se si può, ma assolutamente che non lasci scoperta metà coscia”, raccomanda Elisabetta. Via libera anche al pantalone: “Morbido, elegante, a palazzo. Bocciati i modelli troppo aderenti, a meno che non vengano indossati con una casacca che copra le forme troppo fasciate”.

Bisogna infatti sempre fare attenzione “a mantenere un certo equilibrio e a fare in modo che anche gli accessori non siano eccessivi”. Le invitate, a cui sono dedicati tutti i modelli di ‘Colors’, devono infatti tenere in considerazione che la vera eleganza sta nella sobrietà e che la vera protagonista di quel giorno sarai soltanto tu: “È la sposa – conclude Elisabetta Polignano – che dovrà comunque avere il primo posto”.

 

Se nel passato i guanti erano un accessorio fondamentale della sposa, assieme al velo e alle scarpe, oggi, invece, la moda dei guanti sposa sembra essere ormai tramontata. Sono infatti poche le spose moderne che decidono di utilizzare i guanti da sposa come accessorio per completare il proprio look. Spesso preferiscono optare per altri abbellimenti: una sbrilluccicante tiara oppure il velo, corto o lungo, che crea subito un’atmosfera dolce e romantica.

I guanti sposa però possono dare quel tocco di originalità in più al proprio outfit, permettendo alla bride-to-be di esprimere al meglio la propria personalità: forte, decisa, sofisticata; che non ha paura di distinguersi dagli altri.

Così come esistono tanti modelli di abiti da sposa, lo stesso vale anche per i guanti. Chi decide che il giorno delle proprie nozze indosserà i guanti sposa, deve prendere in considerazione alcuni fattori prima di fare l’acquisto. La scelta non è così veloce ed immediata come si potrebbe pensare. Bisogna infatti saper individuare i guanti più adatti al proprio abito.

I guanti per l’abito da sposa sono tutti uguali? Assolutamente no. Non solo si differenziano per via del materiale con il quale sono realizzati, ma anche per la loro lunghezza, per la taglia, per il colore e per il modo in cui si allacciano. Cerchiamo quindi di distinguere le varie tipologie di guanti per l’abito da sposa.

Il primo elemento che differenzia un paio di guanti sposa da un altro è la stoffa con la quale sono stati creati. Seta, raso, pizzo e pelle (meglio finta) sono normalmente utilizzati per la produzione di guanti sposa. Il tessuto può essere lucido, opaco, oppure velato. I guanti per l’abito da sposa possono essere semplici, oppure essere ricamati o arricchiti con perle, perline, fiorellini, cristalli, fiocchi e nastri.

In che colori sono disponibili i guanti sposa? Praticamente tutti. Dal classico bianco, avorio o cipria, ai colori più audaci come il rosso ed il nero, o appariscenti come il giallo, il viola o il verde. Il tutto dipende dai propri gusti e preferenze. Le spose non si vestono più di solo bianco, ma osano anche altre tonalità. Di conseguenza anche la gamma di colori dei guanti si è ampliata notevolmente.

Altro elemento da considerare è la lunghezza. I guanti per l’abito da sposa, infatti, sono disponibili in lunghezze diverse. Da quelli corti che arrivano fino al polso, a quelli medio lunghi (fino al gomito), a quelli lunghi che possono sfiorare anche le spalle. Ci sono poi i guanti con le dita, quelli senza dita, quelli senza dita ma che sono fermati dal pollice o che hanno una sorta di anellino per bloccarsi ad un dito. Quelli che si infilano e sfilano normalmente, quelli che hanno bottoncini (a volte anche fino a 20, in base alla lunghezza), e quelli che si allacciano con nastrini, a mo’ di corsetto.

Come scegliere i guanti sposa più adatti al proprio modello di abito? La regola generale vorrebbe che ad un abito da sposa semplice e senza troppi fronzoli fossero abbinati dei guanti più elaborati, con ricami e con nastri. Se invece l’abito da sposa è di per sé importante è meglio optare per un paio di guanti eleganti, in seta e senza decori.

Considerando, invece, la parte superiore dell’abito da sposa, se si indossa un modello con scollo a cuore, o comunque senza spalline, si dovrebbero preferire i guanti lunghi. Al contrario, se si indossa un abito da sposa con le maniche lunghe è ovviamente più indicato optare per un paio di guanti corti. Se invece l’abito da sposa ha le maniche corte si può scegliere il modello che piace di più.

Un accorgimento però. Se sopra l’abito si indosserà un giacchino, oppure una stola, è bene tener conto di questo fattore per decidere che tipo di guanti indossare.

Altro elemento da valutare per scegliere il tipo di guanti sposa più adatti è la loro praticità. Durante la giornata i guanti verranno tolti e rimessi più di una volta. Sicuramente non saranno indossati al momento dello scambio delle fedi, ma anche a tavola ed ovviamente al taglio della torta. Da questo punto di vista, quindi, i guanti sposa lunghi sono quelli più scomodi. Occorre più tempo per levarli e rimetterli, oltre a richiedere una certa abilità per essere tolti con nonchalance.

In che stagione si portano i guanti sposa? Tutte. Primavera ed autunno sono scontate. In inverno i guanti sposa oltre ad avere una funzione estetica sono anche utili per ripararsi dal freddo. In estate, col caldo torrido forse è meglio evitare i guanti lunghi, ma al vezzo dei guanti corti, senza dita, ci si può fare lo stesso un pensierino.

Anche le damigelle d’onore e le invitate possono indossare guanti? Certamente. Per avere un outfit ricercato si può accessoriare il proprio abito da sposa online indossando un paio di guanti in finta pelle. E’ ancor più indicato indossare un paio di guanti se si partecipa ad un matrimonio a tema, magari vintage. Il look ed il fascino retrò sono assicurati.

Qualche giorno fa vi ho dato qualche consiglio su come scegliere l’abito da sposa, tenendo conto di alcuni aspetti importanti quali la data del matrimonio (nonché l’orario), la location, il budget (se ve lo siete perse potete ritrovarlo qui). Ho iniziato anche a parlare di Body Shape, dell’importanza di scegliere un abito che valorizzi le forme, che vada a creare volume dove manca, che possa nascondere eventuali punti critici.
Insomma saper individuare la propria forma del corpo è fondamentale per scegliere l’abito giusto.
Per riconoscere il vostro Body Shape vi consiglio di mettervi davanti ad uno specchio a tutta figura, con indosso solo della biancheria intima o un bikini, e di osservare attentamente 3 parti del vostro corpo: le spalle (ampiezza, angolo, pendenza), la vita (incavo, lunghezza del busto, ampiezza della cassa toracica), i fianchi (forma arrotondata-quadrata-piatta, forma di gambe e glutei). Tra queste caratteristiche, quella dominante identificherà il vostro Body Shape.
Dimmi che frutto sei e ti dirò qual è l’abito da sposa che fa per te!

Mela e Pera, ma anche Rettangolo, Triangolo Rovesciato (che io indicherò come Carota in omaggio ad una cara amica che così lo definì) eClessidra.
Ora vediamone le caratteristiche principali, così che possiate riconoscere la vostra figura in uno di questi e farvi un’idea del modello di abito che potrebbe calzarvi meglio.

Mela
Siete una donna mela se le vostre curve e rotondità si concentrano nella parte superiore del corpo (seno prosperoso), avete le spalle piuttosto larghe, il punto vita poco segnato, fianchi rotondi e gambe snelle e ben proporzionate.
Celebrità con la silhouette Mela sono ad esempio Catherine Zeta Jones, Kate Winslet, Angelina Jolie, Jennifer Hudson.

apple-body-shape-celebsfoto Pinterest

Per valorizzare questa tipologia di fisico, in linea generale si consiglia un abito dalla gonna più o meno ampia (abiti a linea A o abiti da sposa online a trapezio) o un abito stile impero.
Se avete il seno abbondante dovreste orientarvi su bustini semplici che non aggiungano volume dove già presente ed evitare ruches e applicazioni di vario genere che attirano l’attenzione sul petto. Scolli a V o a U piuttosto profondi, così come gli incroci, sono invece perfetti per dare verticalità al busto.
Se nonostante i litri di tisana panciapiatta e le sessioni di addominali in palestra il vostro addome è ancora ben lontano dall’assomigliare a quello di un angelo di Victoria’s Secret, considerate un abito che abbia lo stacco tra gonna e busto al di sopra delle rotondità da nascondere e che risulti più aderente nella parte più sottile della vita.
Se sono le gambe il vostro punto forte, valutate anche un abito corto, purché sia compatibile con la tipologia di cerimonia e l’orario della stessa.
Nelle immagini qui sotto vi propongo alcuni esempi di abiti da sposa con queste caratteristiche.

apple-body-shape-wedding-dressfoto Pinterest

Pera
Un Body Shape Pera si contraddistingue per le spalle strette, il punto vita sottile e i fianchi arrotondati. Sono caratteristiche molto femminili, punti di forza di celebrities come Rihanna, JLo, Beyoncé.

pear-body-shape-celebsfoto Pinterest

A differenza delle suddette celebs, noi donne comuni mortali facciamo fatica ad ostentare tanta grazia con così tanta disinvoltura…
Per una questione di raffinatezza e decoro, ritengo che il matrimonio sia l’occasione meno adatta per mettere in mostra troppe curve. Questo non significa dover nascondere la propria femminilità: scegliete sempre modelli che non appiattiscano la linea ma realizzati in modo da far apparire la vostra silhouette più armonica, avvicinandola all’ideale a Clessidra.
Orientatevi su abiti dal corpetto ricamato, con applicazioni di vario tipo, che creino volumi nella parte superiore del corpo, generalmente più piccolina rispetto a quella inferiore, e distolgano quindi lo sguardo dai fianchi.
Le donne con un Body Shape a Pera hanno la fortuna di avere una vita sottile. Basterà una cinturina o una fusciacca per mettere in risalto il punto vita ed impreziosire l’abito.
Scegliendo un modello di abito a principessa andate sul sicuro: il bustino stretto e la gonna ampia sono i vostri migliori alleati

come scegliere l’abito da sposa corto: guidaultima modifica: 2017-02-11T17:13:26+01:00da mariamarzio_2017

Lascia un commento