Cardiologia Newsletter

Cardiologia.net
ALERT Cardiologia !
Top News / Terapia ormonale sostitutiva & Rischio cardiovascolare

Più alto rischio di tromboembolismo venoso con la terapia sostitutiva ormonale orale rispetto a quella transdermica

I preparati orali della terapia ormonale sostitutiva ( HRT ) per il trattamento dei sintomi della menopausa sono associati a un maggior rischio di tromboembolismo venoso ( TEV ) rispetto alla terapia …

Fibrillazione atriale

L’ablazione della fibrillazione atriale riduce le ospedalizzazioni

Tra i pazienti sottoposti ad ablazione transcatetere per fibrillazione atriale, i ricoveri per cause cardiovascolari sono risultati meno frequenti nell’anno successivo alla procedura rispetto all’anno …

Infarto miocardico

Defibrillatore cardioverter indossabile dopo infarto miocardico

Nonostante l’alto tasso di morte improvvisa dopo infarto miocardico tra i pazienti con una bassa frazione di eiezione, i defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) sono controindicati fino a 40- …

Sindromi coronariche acute

Cangrelor nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo

Da una meta-analisi è emerso che i potenziali candidati per il trattamento con Cangrelor ( Kengrexal ) includono pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( PCI ) emergente o urgente che …

FOCUS: Farmaci & Rischi cardiovascolari

Pannel dell’ FDA: i benefici di Febuxostat superano i rischi cardiovascolare nei pazienti con gotta che non tollerano l’Allopurinolo

Un Panel congiunto dell’FDA ( Food and Drug Administration ), Arthritis Advisory Committee e Drug Safety and Risk Management Advisory Committee, ha votato 19 a 2, con una astensione, sull’esistenza di …

FarmaExplorer

Rivaroxaban può ridurre il rischio tromboembolico nei pazienti con scompenso cardiaco

Rivaroxaban ( Xarelto ) a basso dosaggio aggiunto alla terapia antipiastrinica è risultato associato a un ridotto rischio di eventi…

Canakinumab riduce le ospedalizzazioni per insufficienza cardiaca nei pazienti con un precedente infarto miocardico: beneficio dose-dipendente

Il trattamento con Canakinumab, un anticorpo monoclonale diretto contro l’interleuchina-1beta [ IL-1beta ] ), dei pazienti con un precedente infarto…

Farmaci antibatterici: rischio di aritmie potenzialmente fatali con Azitromicina

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha avvertito gli operatori sanitari e il pubblico che il farmaco antibiotico…

Cardiologia Newsletter

Cardiologia.net
ALERT Cardiologia !
Top News / Rivascolarizzazione carotidea & Statine

La terapia con statine riduce il rischio di eventi cardiovascolari dopo la rivascolarizzazione carotidea

Da uno studio è emerso che i pazienti con significativa malattia carotidea che hanno ricevuto terapia continua a base di statine hanno presentato un rischio inferiore del 25% di eventi avversi cardio …

News

La terapia con statine conferisce benefici di sopravvivenza nella riparazione di aneurisma dell’aorta addominale

La terapia con statine preoperatoria è stata associata a una maggiore sopravvivenza a lungo termine nei pazienti sottoposti a riparazione di aneurisma dell’aorta addominale. Tuttavia, la terapia con …

Dabigatran può ridurre il rischio di complicanze vascolari maggiori dopo chirurgia non-cardiaca

I risultati di uno studio controllato con placebo ha mostrato che una dose due volte al giorno di Dabigatran ( Pradaxa ) 110 mg può essere associata a una riduzione del rischio di complicanze vascola …

Efficacia di Etripamil nella tachicardia sopraventricolare

I risultati dello studio NODE-1 hanno mostrato che Etripamil, un nuovo calcioantagonista ad azione rapida somministrato mediante spray nasale, è in grado di terminare in modo rapido la tachicardia sop …

Ictus a 5 anni più comune dopo bypass aorto-coronarico rispetto a intervento coronarico percutaneo

In una analisi di 11 studi clinici randomizzati, il tasso di ictus a 5 anni è risultato significativamente più basso dopo intervento coronarico percutaneo ( PCI ) rispetto a bypass aorto-coronarico ( …

Farmacovigilanza

L’anticoncezionale Drospirenone può prolungare l’intervallo QT corretto

Quando combinato con Sotalolo ( Sotalex ), il contraccettivo orale Drospirenone ( Yasmin, Yasminelle, Yaz ) è risultato associato a prolungamento di QTc, un marcatore della torsione di punta. Le do …

L’uso di statine può aumentare il rischio di miosite infiammatoria idiopatica

Secondo uno studio, l’impiego delle statine è risultato fortemente associato a miosite infiammatoria idiopatica confermata istologicamente. Negli ultimi vent’anni, numerosi case report hanno indica …

FarmaExplorer.it: Farmaci

 

Impiego dei beta-bloccanti negli anziani con diabete mellito dopo infarto miocardico

Uno studio ha dimostrato che i beta-bloccanti come Carvedilolo, Nebivololo e Labetalolo sono associati a un minor numero di ospedalizzazioni per iperglicemia, ma a una maggiore incidenza di riospedali …

La disfunzione erettile risulta correlata a futuri eventi cardiovascolari

Uno studio ha dimostrato che la disfunzione erettile è indipendentemente associata al rischio di futuri eventi cardiovascolari. Analizzando i dati dello studio MESA ( Multi-Ethnic Study of Atherosc …

Rischio maggiore di demenza vascolare nei pazienti sopravvissuti a infarto miocardico

L’aumento del rischio di demenza dopo infarto miocardico può essere mediato da fattori di rischio condivisi ( ad esempio, aterosclerosi ) e da ictus post-infarto. È stato esaminato il rischio di deme …

Effetto dei beta-bloccanti sulla mortalità nei pazienti con insufficienza cardiaca e fibrillazione atriale

I beta-bloccanti svolgono un importante ruolo nel trattamento della insufficienza cardiaca; tuttavia, gli effetti di questi farmaci sulla prognosi dei pazienti con fibrillazione atriale concomitante …

Studio TOPCAT: fibrillazione atriale nello scompenso cardiaco con frazione di eiezione conservata e trattamento con Spironolattone

Lo studio TOPCAT ( Treatment of Preserved Cardiac Function Heart Failure With an Aldosterone Antagonist ) ha valutato la relazione tra fibrillazione atriale e gli esiti con l’obiettivo di verificare …

Effetto della combinazione Sacubitril e Valsartan rispetto a Enalapril sul controllo glicemico in pazienti con insufficienza cardiaca e diabete mellito: analisi post hoc dello studio PARADIGM-HF

Il diabete mellito è un fattore di rischio indipendente per la progressione dell’insufficienza cardiaca. Sacubitril e Valsartan ( Entresto ), un inibitore di combinazione recettore della angiotensina …

Cardiologia Newsletter

Cardiologia.net
 –
ALERT Cardiologia !
Novità sullo Scompenso cardiaco

Combinazione di Sacubitril e Valsartan: Entresto può essere iniziato precocemente nei pazienti ospedalizzati dopo un episodio di insufficienza cardiaca acuta

I dati dello studio TRANSITION presentato al Congresso della Società Europea di Cardiologia ( ESC ) a Monaco di Baviera ( Germania ), hanno dimostrato che Entresto ( Sacubitril / Valsartan ) può esser …

Controversie

Inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina e rischio di cancro ai polmoni

Lo scopo di uno studio di coorte basato sulla popolazione è stato quello di determinare se l’uso di inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina ( ACEI ), confrontato con l’uso di bloccanti …

Farmacovigilanza

Fluorochinoloni associati a rischio cardiovascolare

Diversi antibiotici fluorochinolonici sono stati associati a relazioni avverse cardiache, portando al ritiro di alcuni di questi farmaci dal mercato. Effetti collaterali cardiaci come prolungamento d …

News

Benefici dalla dose di carico di Atorvastatina prima dell’intervento coronarico percutaneo nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento ST

In una analisi secondaria dello studio SECURE-PCI, una dose di carico periprocedurale di Atorvastatina ( Lipitor, Torvast ) ha ridotto i tassi di eventi avversi cardiaci maggiori ( MACE ) a 30 giorni …

I beta-bloccanti sono sicuri nella fase iniziale della gravidanza

Una ricerca ha dimostrato che l’uso di beta-bloccanti nel primo trimestre di gravidanza non è associato a un rischio significativo di gravi malformazioni congenite. L’ipertensione cronica è semp …

Denervazione renale con ultrasuoni superiore all’ablazione con radiofrequenza nella ipertensione resistente

La denervazione simpatica renale per via endoscopica con ultrasuoni nei pazienti con ipertensione resistente è risultata superiore all’ablazione con radiofrequenza delle arterie renali principali, sec …

L’uso di farmaci biologici è correlato a ridotto rischio cardiovascolare nell’artrite infiammatoria

I pazienti con artrite infiammatoria che stanno attualmente utilizzando i farmaci biologici hanno un rischio significativamente ridotto di eventi cardiovascolari. Lo studio ha incluso i partecipant …

FarmaExplorer.it – Motore di ricerca sui Farmaci

 

Il rischio cardiovascolare nell’osteoartrosi è per oltre i due terzi correlato all’utilizzo dei farmaci antinfiammatori non-steroidei

Circa il 67% dell’elevato rischio di malattia cardiovascolare associato a pazienti con osteoartrosi è attribuito all’uso dei farmaci antinfiammatori non-steroidei…

Farmaci ipocolesterolemizzanti: Evolocumab riduce del 20% il rischio di eventi cardiovascolari maggiori nei pazienti con alti livelli di colesterolo LDL

Lo studio FOURIER, su 27.564 pazienti, ha stabilito per la prima volta che ridurre al massimo i livelli di colesterolo…

Effetti della Ranolazina sulla angina e sulla qualità di vita dopo intervento coronarico percutaneo con rivascolarizzazione incompleta

L’angina spesso persiste o ritorna dopo l’intervento coronarico percutaneo ( PCI ). Si è ipotizzato che Ranolazina ( Ranexa )…

Newsletter Cardiologia

ALERT Cardiologia !

Top News / Cardiologia interventistica & Danno al DNA

Danno del DNA indotto dalle radiazioni ionizzanti riscontrato nei cardiologi interventisti

Due nuovi studi hanno fornito ulteriori evidenze riguardo ai potenziali rischi a carico dei cardiologi interventisti come conseguenza dell’esposizione alle radiazioni ionizzanti professionali. Ques …

News
Farmaci & Rischio cardiovascolare

La Vareniclina appare associata ad un aumentato rischio di eventi cardiovascolari ma non di eventi neuropsichiatrici

La Vareniclina ( Chantix, Champix ) è un farmaco che facilita la cessazione del fumo ma è anche associata a eventi avversi gravi. Lo scopo di uno studio è stato quello di determinare i rischi di …

Sicurezza cardiovascolare degli agonisti del recettore GLP-1, farmaci per il diabete mellito: Exenatide a rilascio prolungato, Liraglutide, Lixisenatide e Semaglutide

E’ stata condotta una revisione di 4 studi randomizzati controllati che hanno riportato i risultati di efficacia e sicurezza associati agli agonisti GLP-1. Lixisenatide ( Lyxumia ), Liraglutide ( V …

L’esposizione a Metilfenidato in gravidanza è associata a un piccolo aumento del rischio di difetti cardiaci congeniti

L’esposizione intrauterina al Metilfenidato ( Concerta, Ritalin ) è associata a un piccolo aumento del rischio di malformazioni cardiache. Uno studio corrdinato da ricercatori del Brigham and Women …

Insufficienza cardiaca

Infarto miocardico silente associato a un aumentato rischio di insufficienza cardiaca

L’infarto miocardico silente è associato a un aumentato rischio a lungo termine di insufficienza cardiaca. Sebbene l’infarto miocardico silente rappresenti circa la metà del numero totale di infart …

Integratori

L’integrazione mensile di Vitamina-D ad alte dosi non previene le malattie cardiovascolari

Studi di coorte hanno riportato un aumento dell’incidenza di malattie cardiovascolari tra gli individui con basso livello di vitamina D. Ad oggi, gli studi clinici randomizzati sulla integrazione con …

MediExplorer.it :: Motore di Ricerca in Medicina

Canakinumab ha dimostrato di ridurre il rischio cardiovascolare nei pazienti con un precedente infarto miocardico

Sono stati annunciati i risultati dello studio internazionale di fase III CANTOS, che ha valutato l’efficacia, la sicurezza e la…

L’uso della Marijuana appare associato a ictus e a insufficienza cardiaca

Un nuovo studio ha mostrato che gli adulti che fanno uso di Marijuana possono avere un aumentato rischio di ictus…

Più alta incidenza di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale asintomatica rispetto ai pazienti con forma sintomatica

I tassi di precedenti ictus sono risultati più elevati nei pazienti con fibrillazione atriale appena diagnosticata rispetto a quelli che…