ha necessità di parole.

 

 

 

 

 

Lei trafitta tra i suoi rancori, rimpianti.
in quel corpo cosi giovane e acerbo
trafitto da tradimenti,passione sfrenata,notti infinite,
in giorni interminabili banchettandosi di uomini
come un l’orca cattiva.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lei simile
a IO.
mentre il mio corpo si nutre del mio Odio,
il mio cuore urla che bisogna avere le ali per volare.
e io abbasso gli occhi e rispondo
che nessun Dio mi fornirà di Ali per Volare.
le parole non escono fluide dalla bocca,
E Mieto considerazioni in una inevitabile,
e grottesca immagine bidimensionale.

 

 

 

 

 

 

e torno tra i corpi,

trafugati che nutriscono la mia Fame,
e l’Odio per te si accresce in una strana sensazione
che non ha necessità di parole.

“LUSSURIA”
© Tutti i diritti riservati

 

 

 

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr