Mi guardo lontano da me stesso

Immagine correlata

 

 


Il volto soleggiato senza nuvole si rivolge lentamente

 libere bloccate in un rifugio a prova di bomba

 in un modo naturalmente scomodo

 dalle cuciture deriva questo odore grezzo


Ora, più che mai

Non mi fido di miracoli né di colpi di immaginazione

Che tutto verrà in una bella vicinanza


Mi precipito e affronto la verità

Che ha bruciato e torturato la mia anima

Mi guardo lontano da me stesso

L’immagine è sconnesso


I malvagi sbandano spesso in un commento sconvolto

La pelle più spessa brucia appena l’acido

Gonfiore a una massa che punta la scala egiziana

Le palme sono umide e le orecchie sono piene di suoni bianchi


Ti devo delle scuse

Mi sono sbagliato molte volte, convincente

La mia fede oscilla a niente

Fino a quando questo non arriva ad una bella vicinanza

Ora, più che mai

Non mi fido di miracoli né di colpi di immaginazione

Che tutto verrà in una bella vicinanza


Così mi mormoro e affronto la verità

Che ha bruciato e torturato la mia anima

Mi guardo lontano da me stesso

L’immagine è sconnesso




Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr