Le sue labbra…

                      Sono il carceriere che incatena, la notte che ammanetta e prende il sopravvento … e non sei tu, né anima, né senso, ordina, libera e afferra i sensi, vibrazioni di desiderio e passione che ballano con lei dominio … e in potere della sua…

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr