Dal 15 novembre certificati anagrafici e altro

kk

DPCM, NORME, DIRETTIVE, ECC... CAPIRE LA GIUNGLA DELLE LEGGI - Studio Favari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 15 novembre certificati anagrafici online e gratuiti per i cittadini A partire dal 15 novembre 2021 i cittadini italiani potranno scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita, per proprio conto o per un componente della propria famiglia, senza bisogno di recarsi allo sportello. Potranno essere scaricati, anche in forma contestuale, i seguenti certificati:  Anagrafico di nascita  Anagrafico di matrimonio  di Cittadinanza  di Esistenza in vita  di Residenza  di Residenza AIRE  di Stato civile  di Stato di famiglia  di Stato di famiglia e di stato civile  di Residenza in convivenza  di Stato di famiglia AIRE  di Stato di famiglia con rapporti di parentela  di Stato Libero  Anagrafico di Unione Civile  di Contratto di Convivenza Per accedere al portale hiips://www.an pr.interno.it/ è necessaria la propria identità digitale (Spid, Carta d’Identità Elettronica, Cns) e se la richiesta è per un familiare verrà mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato. Il servizio, inoltre, consente la visione dell’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati e di poterlo scaricare in formato pdf o riceverlo via mail. Il progetto Anpr è un progetto del ministero dell’Interno la cui realizzazione è affidata a Sogei, partner tecnologico dell’amministrazione economico-finanziaria, che ha curato anche lo sviluppo del nuovo portale. Il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri è titolare del coordinamento tecnico-operativo dell’iniziativa. L’innovazione dell’Anagrafe Nazionale ANPR è un sistema integrato, efficace e con alti standard di sicurezza, che consente ai Comuni di interagire con le altre amministrazioni pubbliche. Permette ai dati di dialogare, evitando duplicazioni di documenti, garantendo maggiore certezza del dato anagrafico e tutelando i dati personali dei cittadini. Ad oggi, ANPR raccoglie i dati del 98% della popolazione italiana con 7794 comuni già subentrati e i restanti in via di subentro. L’Anagrafe nazionale, che include l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) pari a 5 milioni di persone, coinvolge oltre 57 milioni di residenti in Italia e sarà ultimata nel corso del 2021. Sul portale hiips://www.anpr.interno.it/ è possibile monitorare l’avanzamento del processo di adesione da parte dei Comuni italiani. hiips://www.interno.gov.it/it/notizie/anpr -certificati-anagrafici-online-e-gratuiti-icittadini?fbclid=IwAR04hDXpfgkIP-1dS8nX_pTylCHv8spDwZ6hvubBarpkt3hPxf9-bq7KUbs Cassazione: legittimo il licenziamento durante la malattia se sussiste la giusta causa Con l’ordinanza n. 26709 del 01.10.2021, la Cassazione afferma che è legittimo il licenziamento per giusta causa, irrogato durante l’assenza per malattia e in vigenza del periodo di comporto, se fondato determinare una situazione di improseguibilità, anche provvisoria, del rapporto,senza che sia necessario, in tale evenienza, attendere la sentenza definitiva di condanna, restando privo di rilievo che il contratto collettivo di lavoro prevede la più grave sanzione disciplinare in siffatta ipotesi”. Funzione Pubblica: parere riguardo congedo di paternità in caso di affido di minore. Si fa riferimento alla nota prot. “omissis”, acquisita in pari data con protocollo DFP n. “omissis”, con la quale sirichiede un parere circa la concessione del congedo di paternità a seguito di affido di un minore, nel caso in cui la madre non rinunci all’istituto del congedo di maternità. Al riguardo, si rammenta che, come previsto dall’articolo 28 del Testo Unico in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, il diritto al congedo di paternità è riconosciuto al padre lavoratore esclusivamente nei casi di impossibilità di assistenza del figlio, ossia per: a) morte o grave infermità della madre che renda impossibile l’assistenza materna al minore nei primi mesi di vita; b) abbandono da parte della madre; c) affidamento esclusivo del bambino al padre. Si tratta di specifiche situazioni per le quali, in mancanza delle cure materne, il dovere di assistenza si trasferisce al padre lavoratore. Nel caso, invece, di congedo di maternità o paternità per i genitori affidatari o adottivi, bisogna far riferimento a quanto disposto dagli articoli 26, 27 e 31 del medesimo Testo Unico n. 151 del 2001. In particolare, il comma 1 dell’articolo 31 prevede che il congedo di paternità, di cui all’articolo 26, commi 1, 2 e 3, che non sia stato chiesto dalla lavoratrice, spetti, alle medesime condizioni, al lavoratore. Tale congedo può essere fruito entro cinque mesi dall’affidamento, per un periodo massimo di tre mesi (art. 26, comma 6, del T.U. n. 151/01). Quindi, nella fattispecie rappresentata, il congedo di paternità può essere fruito, oltre che nei casi previsti dall’articolo 28, anche quando la madre lavoratrice decida di non avvalersene. ConcorsinellaPA:inarrivoper2.022postipertecnici Pubblicato in Gazzetta il bando per il reclutamento a tempo determinato di figure non dirigenziali di Area III F1 o categorie equiparate. Continua la riforma della Pubblica Amministrazione e il rinnovo del personale al suo interno: è dello scorso 15 ottobre il bando nella Gazzetta Ufficiale, n. 82 della serie Speciale per il concorso che assegna 2.022 posti a tempo determinato a figure non dirigenziali di Area III F1 o categorie equiparate nelle amministrazioni pubbliche, con ruolo di coordinamento nazionale nell’ambito degli interventi previsti dalla politica di coesione dell’Unione europea e nazionale per i cicli di programmazione 2014-2020 e 2021-2027, nelle autorità di gestione, negli organismi intermedi e nei soggetti beneficiari delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. L’invio della domanda deve avvenire unicamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», sul sito Ripam Cloud. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato. La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro le ore 14,00 del 15 novembre 2021. Per la partecipazione al concorso deve essere effettuato, a pena di esclusione, il versamento della quota di partecipazione di 10 euro sulla base delle indicazioni riportate nelsistema «Step-One 2019». Il versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato entro le ore 13,00 del termine di scadenza. Qualora il candidato intenda presentare domanda di partecipazione per più codici concorso, il versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato per ciascun codice. Pensioni La legge di bilancio 2022 supera definitivamente quota 100 e inaugura la strada del ritorno al sistema contributivo con il primo passo della riforma delle pensioni. Dal 2022 viene introdotta quota 102 ovvero la possibilità di andare in pensione con 64 anni di età e 38 di anzianità contributiva. Rafforzate poi altre pensioni anticipate con la proroga di un altro anno di opzione donna e Ape sociale che vengono prorogate per un altro anno. Il limite di età sale di due anni: non sarà più possibile accedere alla misura che prevede il calcolo dell’assegno completamente contributivo a 58 anni per le dipendenti oltre a un anno di finestra mobile (18 mesi per le autonome) ma saranno necessari 60 anni (61 per le autonome) con 35 di contributi. Quindi in pratica si potrà uscire con 60 anni di età per le dipendenti ma bisognerà aspettare un anno di finestra mobile quindi di fatto si otterrà la pensione a 61 anni per le dipendenti e a 62 e mezzo per le autonome. Resta cristallizzata quota 100 per chi ha l’ha maturata entro il 31/12/2021.

 

 

&

 

Dal 15 novembre certificati anagrafici e altroultima modifica: 2021-11-04T11:51:13+01:00da SensoAstratto
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr