SALUTI IL CANONE RAI

Télécharger gratuitement l'image pour le portable: Les  caméléons,Lézards,Animaux.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Canone Rai Sotto Sfratto – Ai Saluti Il Canone Rai In Bolletta

5 minuti lettura

II canone Rai
Sarà pagabile con la bolletta elettrica solo fino al 2022. Poi questi oneri impropri dovranno essere cancellati. Per aspettare gli impegni presi dall’Italia con il Pnrr
Il canone Rai rimane in bolletta fino al termine del 2022. Fonti della Commissione europea fanno sapere a ItaliaOggi che l’anno prossimo l’Italia dovrà far sparire il canone tv dagli «oneri impropri» dei costi dell’energia se vuole rispettare gli impegni presi nell’ambito del Piano di ripresa e resilienza (Pnrr). L’imposta sarà comunque tolta dai costi dell’elettricità attraverso la riforma relativa al mercato dell’energia.

Perla Commissione europea la modifica potrà essere inserita in un decreto sull’energia
Ai saluti il canone Rai in bolletta
Entro il prossimo anno dovrà sparire. Lo impone il Pnrr

Il canone Rai rimane in bolletta. Ma solo fino al termine del 2022. Dopo, dovrà sparire dagli «oneri impropri» dei costi dell’energia, se l’Italia vuole rispettare gli impegni presi con il Piano di ripresa e resilienza (Pnrr). Lo fanno sapere a ItaliaOggi fonti della Commissione europea, che stanno analizzando le misure allo studio dell’Italia nell’ambito del Pnrr, tra le quali ricade anche il destino del canone tv. L’imposta che finanzia la tv di stato sarà dunque presto tolta dai costi dell’elettricità: ciò dovrebbe avvenire attraverso la riforma relativa al mercato dell’energia e non mediante la legge annuale sulla concorrenza (il ddl relativo al 2021 è stato appena approvato dal consiglio dei ministri). «La decisione di esecuzione del Consiglio sul piano italiano di ripresa e resilienza comprende misure volte a garantire la diffusione della concorrenza nei mercati al dettaglio
dell’elettricità», spiega un portavoce di Bruxelles. Quindi, ad esempio, questo passa dalla rimozione dell’obbligo per i fornitori di riscuotere oneri non legati al settore elettrico. Tuttavia, questa rimozione fa parte degli obiettivi qualitativi (milestone) sulle misure relative all’energia, che sono diversi, in senso stretto, rispetto «alla Legge annuale sulla concorrenza 2021». Già l’allegato di esecuzione del Consiglio europeo sull’approvazione della valutazione del piano di ripresa e resilienza per l’Italia (Pnrr) indicava che «le misure di accompagnamento per garantire la diffusione della concorrenza nei mercati al dettaglio dell’elettricità entreranno in vigore al più tardi il 31 dicembre 2022». Tuttavia, lo scorso luglio si indicava una possibile rimozione del canone Rai dalla bolletta già attraverso la Legge annuale sulla concorrenza 2021. L’esborso per le famiglie di 9 euro al mese per 10 mesi, per
complessivi 90 euro all’anno, in bolletta è frutto della riformato del 2015 voluta dall’allora premier Matteo Renzi per contrastare il problema dell’evasione. Attraverso la riforma è stato anche ridotto l’importo, che era di 113 euro all’anno. L’addebito dell’imposta attraverso le fatture emesse dalle società elettriche ha aumentato drasticamente il gettito riscosso. Tuttavia, secondo quanto richiesto della Commissione europea, il canone appesantisce le bollette dell’energia che diventano molto più care dell’effettivo dovuto e quindi andrebbe tolto. Nel 2016, il primo anno di introduzione del canone in bolletta, a versarlo erano state il 41% delle famiglie in più. Assicurando un incasso aggiuntivo, rispetto al 2015, di oltre 420 milioni di euro, con una riduzione degli evasori dal 36% al 10%.

&

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr