Strano modo di giocare..

Social Anxiety Disorder does not define you - The Chimes

 

 

 

 

 

Il tuo mondo ideale sarebbe quello in cui ci fossero regole assolute che servissero universalmente, un solo gioco da giocare, il percorso ben tracciato, sai, il lusso di non dover pizzicare sull’indeterminatezza. Rimugini dentro di te che questo è un luogo dubbio, pieno di trappole per animali fragili, popolato da occhi sospettosi e mani indecise. Migliaia di condizionali, possibilità che si moltiplicano ad ogni angolo e pochi riferimenti validi; ed è che tutto sarebbe più semplice se la vita fosse bicolore, un bianco e nero senza sfumature né note a piè di pagina, con regole che delimitano ogni movimento, un solo obiettivo, un’unica casella su cui puntare. Ti senti derubato; tutti i decaloghi e gli elenchi dei peccati capitali sono diventati obsoleti e vengono ora presentati pieni di avvertimenti. Scopri che tutto è relativo; tuo, a chi aveva colorato un mondo in bianco e nero, di angeli o demoni, solo bene e male, ti colpisci in fronte con situazioni particolari in cui ti sono permesse bestemmie e racconti dell’orrore; non capisci i grigi, diventano densi come banchi di nebbia e ti senti malissimo. Colpevole di non sentirsi in colpa, come una ragazza che scopre che rubare la gomma non l’ha fatta bruciare all’inferno, ma lo sogna ogni notte, con fiamme e corpi infilzati su forconi.
Ti senti male per non provare rimorso; che strano modo di giocare..

 

 

 

 

Social Anxiety Disorder – Lehigh Center

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr