È ora di sbrigarsi, la nuvola sta arrivando.

Immagine

j-k-i-ng:
““ “Sunset at the Famous Burg Eltz“ by | Michael Sidofsky ” ”

 

 

 

 

 

 

 

Lenti sono le gocce di pioggia, che lentamente prendono il sopravvento sul mio corpo. A poco a poco, i miei passi diventano sempre più piccoli, piccoli come il cielo scuro di una mattina d’autunno.
È ora di sbrigarsi, la nuvola sta arrivando, portando il vento freddo della realtà, distruggendo la mia torre di sogni costruita su una base illusoria.
Cado ai tuoi piedi, finisco nella tua semplicità e inizio nella tua vanità.
Corro a casa che non avrei mai dovuto lasciare. Lance con punte rossastre, indicano lo sguardo intrecciato della sua invidia con la sua ipocrisia.
Seguo la luce del suo ego, sperando di trovare quello che regnava nel mio castello, regnando con la sua corona nel mio polso involontario. Dimentica ciò che il vento ha portato via, tieni la corda, ti solleverò. Sii l’ultimo di molti, sii ciò che completa la mia irrigazione davanti al mondo delle essenze che ho.
Lascia che sia, lascia che sia, lascia che sia creato, lasciati amare, lascia che ti prenda, sdraiati qui, abbracciami qui, amami senza precedenti, baciami senza paura, sospira nell’orecchio, tienimi la mano, non lasciarmi andare, promettimi, mi vuoi, chiunque io voglia che tu sia, scuotimi, portami e per quanto sia impossibile, non abbandonarmi mai.

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr