Solo io e te

seimio
seimio

I miei vicini sono vecchi alberi, hanno diverse migliaia di anni
Di fronte a casa mia c’è una baia con acqua verde come lo smeraldo
Qui lancio acqua flamenco ogni mattina
Anche qui nuoto nudo ogni sera.
(anche gli alberi verrebbero, ma hanno radici lunghe e inquietanti
nel profondo della terra …
e sono ancora vecchi, non possono più scuotermi
quindi lo guardo da lontano
o giro la testa
quando la mia nudità li fa arrossire.
sono pozzanghere, i miei vicini millenari)
Invece, le stelle vengono a nuotare con me
O una nuvola unta, bianca e soffice che bruciava orribilmente durante il giorno
(quando viene gettato in acqua bollente e esce fumo
biancastro, ovviamente)
I grilli cantano con il fuoco, accompagnando caoticamente e scatenando il suono delle onde
(pensano che funzioni come un’orchestra perfetta
ma posso dirti che al loro direttore piace bere qualche bicchiere in più prima del concerto.
E l’effetto è ovvio.
Riderai, ma mi piace di più caotico. Adoro le cose imperfette)
E un uccello della notte diventa un soprano per alcuni momenti
(di voler essere anche io. Ma è per questo che la amo!)
Ma ciò che mi rende a volte di notte è l’aspetto della luna piena
(è una delle poche cose perfette che adoro)
La guardo arrossata (ho la pelle della gallina) mentre appare il suo aspetto tremendo
(eppure è al sicuro … – solo io so cosa c’è nella sua anima!)
manda con un gesto aggraziato l’ombra a raffreddarsi
(apparentemente con distacco … sì, sì, lo so …)
e poi la attende con rabbia
quindi risalire ad esso
con il gusto salato, con il ricordo dell’onda e con il sudore del suo amante, l’Oceano
che adora platonico, da lontano
anche se sa che non potranno mai stare insieme
(ma nessun altro uomo può essere!)
Ma a volte (succede raramente),
quando mandò tutte le stelle a dormire e si assicurò che nessuno lo vedesse,
per alcuni secondi lascia che la sua anima discenda
nel cielo rimane solo una luna piena, senza vita, senza luce, senza alcuna magia
mentre mi sento come una luce incandescente, calda e allo stesso tempo di ghiaccio che mi inonda
e coltivo fiori pazzi
(piuttosto terremoti
– su una scala da 1 a 10 circa 1000)
Sono io e molto altro
Sono umano e non lo sono
Sono vuoto, ma così pieno
Se bruci … e dai luce …
Quindi, eccomi qui, nel mezzo di una storia d’amore impossibile
cosa che può fare un mortale come me
per qualche istante
potenziale
Una storia in cui sono probabilmente il più felice
con il bacio appassionato del mese,
con l’abbraccio selvaggio dell’oceano
incontro …
in me!
Sì, in me
-un povero mortale con la casa in una grotta-
fare l’amore per alcuni momenti
quelli che, sebbene si amino pazzi, non potranno mai incontrarsi.
(tranne nelle notti con la luna piena quando un mortale come me si tuffa nell’acqua, affamando l’oceano)
Vivo in una grotta, di fronte a una baia con acqua verde smeraldo
E probabilmente sono il mortale più felice della terra!
(e talvolta, nelle notti di luna piena, sono, per alcuni istanti, probabilmente l’immortale più felice
Ma nessuno lo sa.
(Solo io e te)

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr