Il Traguardo Della Maturita’Oltre Le Avversita’della Malattia La Bella Storia di Savio Napolitano Di;Mimmo Siena

Foto Sapio 1 (1)La vita a volte ci pone delle difficolta’difficili da superare,ma anche se si ha la determinazione giusta si possono raggiungere traguardi eccezionali come nel caso del protagonista della storia che vi raccontiamo.Si chiama Savio Napolitano,un ragazzo di 20 anni da 3 anni e un utente della Casa Famiglia,una comunita’riabilitativa di assistenza psichiatrica a Cerignola(Fg),Savio e’affetto da un disturbo dello spettro autistico,ma ha trasformato il suo handicap in una forza vitale che gli ha consentito insieme all’equipe della casa famiglia,di centrare il diploma di Maturita all’I.I.S.S.”Righi”della Citta’ofantina.Le parole della psicologa della struttura Daniela Simone ci dicono piu’di un senso a questa bella storia”E’ un momento ricco di emozione che sugella un lavoro riabilitativo e terapeutico di 3 anni ma che affonda le sue radici da molto più tempo”.Tutti gli operatori ed in particolare le figure professionali della CRAP hanno accompagnato costantemente, durante tutto il percorso di studi, Savio attraverso un lavoro di integrazione progettato “ad habitus” su di lui.Savio ha dimostrato che ogni traguardo è raggiungibile nell’ottica dell’inclusione sociale, del dialogo tra Servizio Pubblico e territorio, tra il singolo e la comunità. Gli ostacoli lungo il percorso non sono mancati, il Covid-19 con le sue dure restrizioni e successivamente la DAD, un approccio allo studio “a distanza” per un ragazzo per il quale, più di chiunque altro, la vicinanza agli altri e il contatto sociale sono fondamentali.A dare maggiore convinzione a questa bella storia,Savio ha avuto anche il prezioso apporto della dirigente scolastica Maria Rosaria Albanese,insieme ha seguito tutto il suo percorso scolastico, la coordinatrice dei docenti di sostegno prof.ssa Anna Merafina, gli insegnanti di sostegno prof.ssa Lena Polidoro e il prof. Pierluigi Paolillo, l’educatrice scolastica Stefania Acquaviva e l’intero corpo docente della sezione 5°A informatica per l’impegno profuso.Troppe volte abbiamo assistito a storie in cui l’indifferenza nei confronti di queste persone e’tanta,ma non bisogna mai rifiutare l’aiuto nemmeno in condizioni come queste,l’esempio di Savio sia da monito per le generazioni future e’di chi si cura di loro come la casa famiglia a Cerignola(Fg)con amore ed umanita’da sempre.

Foto Sapio 1 (2)

Bimba Affetta Da Malformazione Congenita Salvata Al Policlinico”Riuniti”di Foggia Di;Mimmo Siena

foto 2 équipe di Anestesia e RianimazioneUna bella storia a lieto fine quella che arriva dal policlinico”Riuniti”di Foggia dove una bambina affetta da una malformazione congenita e’stata salvata dall’equipe di terapia intensiva subnatale diretta dal prof.Gianfranco Maffei.Nello specifico caso in essere,le condizioni della piccola hanno richiesto manovre rianimatorie (ventilazione con maschera per diversi minuti), trascorsi i quali si è resa necessaria una intubazione tracheale e ventilazione meccanica per peggioramento clinico. Non c’era nessuna diagnosi prenatale di patologia in atto. Alle ore 1.27 veniva eseguita radiografia del torace e veniva sospettata un’ernia diaframmatica. Alla stessa ora un prelievo arterioso dimostrava segni di gravissima acidosi respiratoria. Dopo alcuni tentativi di ricovero della piccola in alcuni ospedali limitrofi, la neonata veniva trasferita alla Struttura di Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico Riuniti di Foggia alle prime ore del mattino.2 giorni dopo le condizioni della piccola si sono stabilizzate dopo un intervento chirurgico effettuato dal Prof. Fabio Bartoli e dalla Dott.ssa Vittoria Campanella della Struttura di Chirurgia Pediatrica Universitaria, coadiuvati dall’anestesista Dott. Paolo Vetuschi e dal neonatologo Dott. Gianfranco Maffei.Dopo un mese di degenza la piccola e’stata dimessa in compagnia dei genitori che hanno ringraziato tutto il team ospedaliero.

Il 1.7 a Bari Presentazione Del Libro”Il Tempo Del Cuore”A Cura Dell’Associazione Gabriel Di;Mimmo Siena

Ass.Gabriel Il Temèpo Del CuoreNemmeno l’emergenza sanitaria ferma l’attività della Associazione Gabriel con sede a Bari,che si occupa della umanizzazione delle cure in oncologia. Certo, si è dovuta adeguare alla situazione rinunciando alle attività in presenza all’Oncologico del policlinico barese, nel reparto Don Tonino Bello, diretto dal dottor Geny Palmiotti, ma, nel lungo periodo di lockdown, ha dato vita, tra l’altro, anche ad una rubrica narrativa, come elaborazione di pensieri, paure, ricordi, speranze e sentimenti, legata al “tempo sospeso” vissuto giorno dopo giorno.Con questo spirito di energia positiva che sara’presentato presso il Circolo Tennis di Bari,diretto dalla Presidente Nicoletta Virgintino Giornalista e con un passato indimenticabile nel tennis,il 1.7 il libro dell’associazione dal titolo”Il Tempo del Cuore”.Il Tempo del Cuore di Autori Vari – sono 23 – edito dalla Open bge e curato da Antonella Daloiso, giornalista e presidente della Associazione Gabriel, con prefazione di Geny Palmiotti.Tra i numerosi ospiti che si alterneranno sul palco, è in programma la performance del Coro Gabriel – Lucia Greco, composto per la più parte da pazienti oncologiche, diretto dalla Maestra Elena Campanozzi, con i solisti Alessandra Alemanno e Davide Trotti.Ad arricchire la serata, le coreografie del corpo di ballo Ars Nova di Valentina Vitone. I suoi ballerini e ballerine si esibiranno in quattro esibizioni diverse. La prima, “La Cura”, sarà un omaggio a Franco Battiato, in un dialogo esistenziale tra l’anima e il corpo; il secondo momento, “Mamma Mia”,  tratto dal musical omonimo, è un medley sulle musiche degli Abba, ambientate negli anni ’90, ricordando le sonorità anni ’70.Non poteva mancare un tuffo nella danza del passato: “Cheek to cheek”, accompagnato dall’eleganza della voce di Fred Astaire e il ritmo delle sue scarpe da tip tap.In ultimo, “Radici”, una coreografia che simboleggia l’appartenenza alla terra di Puglia, scandita dai suoni dei tamburelli salentini, vissuti con l’energia della pizzica.Ringrazio di cuore la presidente del Circolo, Nicoletta Virgintino – per la sua disponibilità” –dice Antonella Daloiso – che condurrà la serata insieme ad Antonello Vannucci, bancario di professione, musicomico per vocazione”.Si torna in presenza per offrire storie e racconti di vita’ finalmente in presenza per non dimenticare mai di aiutare il prossimo.

Ufficializzato il Programma di Festambiente Sud Dal 23.7 al 2.8 Sul Gargano Di;Danila Paradiso

Festambiente SudDal 23 luglio al 2 agosto a Monte Sant’Angelo, Vieste e in Foresta Umbra per riflettere su transizione ecologica e nuove generazioni.Pronto il programma di FestambienteSud, il festival nazionale di Legambiente per il Sud Italia, che si svolgerà in due tappe e toccherà tre luoghi simbolo del Parco Nazionale del Garganodal 23 al 25 luglio sarà a Monte Sant’Angelo e dal 31 luglio al 2 agosto a Vieste e in Foresta Umbra.Sono ben 22 gli eventi di cultura e spettacolo tra musica, teatro e letteratura, più una mostra itinerante, con la partecipazione di ospiti di rilievo nazionale e internazionale, individuati sotto la direzione artistica di Chiara Civello e quella culturale di Franco Salcuni.“Quando penso a un festival musicale penso a un luogo dove possono coesistere varie realtà musicali, suoni, ritmi, idiomi diversi che si alternano e si uniscono su uno stesso palco. Il collegamento con la natura è immediato e mi viene in mente il mare, le foreste e la parola biodiversità, ovvero una molteplicità di specie e organismi che, in relazione tra loro, creano un equilibrio fondamentale per la vita, come i musicisti, i cantanti i poeti e i ballerini per la musica”, spiega Chiara Civello, la cui programmazione artistica di FestambienteSud 2021 è incentrata sulla coesistenza, sulla pluralità di influenze, sugli incontri e sulla parola “possibilità”.Ed è a braccia aperte che il Gargano attende la Civello e FestambienteSud, come si evince dalle parole della vicesindaco di Vieste Rossella Falcone: “Aspettiamo con ansia Chiara Civello e tutti gli ospiti. Mi sento di sottolineare che alla lettura del cartellone della tappa viestana, si nota immediatamente una fortissima impronta femminile.

Da lunedì 21 giugno Accessi Spontanei Al Poliambulatorio Vaccinale del Policlinico Riuniti a Fg Di;Redazione World News Web 24

Da oggi lunedì 21 giugno, presso il Poliambulatorio Vaccinale dell’UOC Igiene del Policlinico Riuniti, saranno disponibili ogni giorno 200 accessi spontanei* dedicati alle persone dai 30 ai 59 anni (nati tra il 1991 e il 1962) per le vaccinazioni Pfizer e Moderna e alle persone dai 60 anni in su (nati nel 1961 e prima) in buona salute che siano interessati a ricevere i vaccini AstraZeneca e Johnson&Johnson.Gli utenti potranno presentarsi liberamente dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:00 (80 appuntamenti) e dalle 14:30 alle 16:30 (120 appuntamenti) presso gli ambulatori vaccinali dell’Ospedale d’Avanzo in Viale degli Aviatori, muniti di tessera sanitaria e documento di identità.Foto D'Avanzo

Settore Matrimoni;Dalla Puglia Chiarezza Sul Decreto Sostegni Di;Mimmo Siena

Michele Emiliano Presidente Regione Puglia

Michele Emiliano Presidente Regione Puglia

Con il ritorno in zona bianca,e’ripartito il settore dei matrimoni che per un anno e mezzo e’rimasto fermo a seguito della emergenza sanitaria,ma adesso dalla Puglia chiedono chiaressa per i ristori promessi dal Governo centrale.Se ne e’fatta portavoce l’esponente pentastellata Rosa Barone che aggiunge”Conoscere le azioni intraprese dalla Regione Puglia per ricevere lo stanziamento previsto dal Decreto Sostegni per il comparto del wedding, matrimoni e eventi privati, il cui riparto sarà stabilito sulla base proposta dalle Regioni.La pandemia e il conseguente lockdown – dichiara Laricchia – hanno colpito fortemente la nostra economia interessando tutti i settori tra i quali anche il comparto degli eventi privati e delle cerimonie che coinvolge, non solo il commercio e la manifattura di abiti da sposa e da cerimonia, ma anche decine di lavoratori che operano come acconciatori, truccatori, fotografi, planner, ristoratori, fiorai, oltre all’artigianato tipico per la creazione di bomboniere. Allo stesso modo sono interessati i gestori e lavoratori impiegati nelle strutture ricettive e analoghe location penalizzate da un minor afflusso anche di carattere turistico.Non possiamo rischiare che la Puglia non colga appieno la possibilità offerta dal Decreto Sostegni, per questo voglio conoscere quali siano le azioni intraprese per ricevere lo stanziamento e quale sia la cifra prevista per la Puglia”conclude la Barone.

Attivo a Molfetta Il Nuovo Numero Del Centro Antiviolenza Di;Redazione World News Web 24

Molfetta(Bari)E’ attivo il numero verde 800744006 del Centro Antiviolenza Pandora rivolto alle donne italiane e straniere residenti nell’ambito territoriale Molfetta – Giovinazzo.Un servizio che riteniamo essenziale e utile per tutte le donne che avranno la possibilità di contattarci gratuitamente in qualsiasi momento.Il servizio è accessibile h24 gratuitamente dai telefoni fissi e mobili.Nei momenti più problematici, più drammatici, quando una donna è in pericolo, il numero verde da’ il via alla rete di supporto e assistenza, mantiene i contatti costantemente, fornendo informazioni e offrendo supporto psicologico e conforto morale.Da qui nasce la consapevolezza che il numero verde diventa un aiuto concreto soprattutto per le questioni più gravi e nei momenti di crisi umana.«Ancora un passo in avanti nel rafforzamento dei servizi a tutela della persona umana», il commento del Sindaco, Tommaso Minervini, e dell’assessore alla socialità, Germana Carrieri.

“La nave dei veleni. Il caso Cavtat”, la presidente Loredana Capone dialoga con Alberto Maritati Di;Redazione World News Web 24

La Nave Dei VeleniGiovedì 17 giugno, alle ore 19, presso il Convitto Palmieri, piazzetta Carducci, Lecce, si terrà la presentazione del libro “La nave dei veleni. Il caso Cavtat” di Alberto Maritati, edito da Laterza, sostenuto dal Consiglio regionale della Puglia nell’ambito della linea editoriale “Leggi la Puglia”.Alla presenza dell’autore, il volume sarà presentato dalla Presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone. Interverranno Rita Auriemma e Genuario Belmonte dell’Università del Salento.Modererà l’incontro il giornalista Marcello Favale.Si tratta del racconto in prima persona della vicenda della nave cargo iugoslava Cavtat affondata nel 1974 a poche miglia al largo di Otranto ‒ un caso giudiziario dai risvolti politici, sociali e mediatici ‒ da parte di chi, all’epoca pretore della piccola città di Otranto, si è impegnato, con tutti gli strumenti che le leggi e la Costituzione consentivano, in una corsa contro il tempo per evitare il disastro ambientale.“Il nostro territorio, la nostra Puglia – ha detto la Presidente Capone – ha conosciuto negli anni le ferite di un progresso scritto senza guardare alla qualità del nostro ambiente. Tante, troppe, sono le vertenze aperte dal Gargano al capo di Leuca, con stabilimenti produttivi e industriali che sono ormai diventati una sorta di simbolo dello “sviluppo” che non possiamo più volere.Alberto Maritati ci aiuta a ripercorrere una pagina della nostra Regione, fatta di coraggio, di scelte, di visione, partendo proprio da quella giornata estiva di metà luglio del ‘74, dove, una delle perle della nostra Puglia, Otranto, fu scossa dalla notizia di uno scontro tra due imbarcazioni, una delle quali contenenti 909 bidoni di sostanze tossiche.

Tolto Ad Una Bambina Georgiana Un Tumore Al Cervello Eccezionale intervento a Casa Sollievo Della Sofferenza a S.G.Rotondo Di;Redazione World News Web 24

bambina Georgiana SalvataEccezionale intervento all’ospedale”Casa Sollievo Della Sofferenza”di S.Giovanni Rotondo(Fg),su una bambina geogiana a cui e’stato asportato un tumore al cervello.l’intervento e’stato reso possibile sia per la condizione di carattere umanitario e di urgenza da parte della Regione Puglia.Dall’esame istologico eseguito in Anatomia Patologica, il tumore asportato è risultato essere poi un astrocitoma pilocitico di primo grado, un tumore benigno e raro, ma più frequente nei bambini, con una incidenza di 1:200.000 all’anno. Dopo l’intervento la bimba è stata trasferita nell’Unità di Anestesia e Rianimazione II a seguito dei difficili scompensi metabolici subentrati.Scongiurato il pericolo di morte, adesso per la piccola si aprono nuove possibilità di vita. Nei prossimi giorni Sesili sarà dimessa, non prima di aver individuato un centro di riabilitazione di elevata specializzazione idoneo a proseguire un caso così complesso,i genitori hanno ringraziato tutti i pugliesi per la grande mole di affetto e riconoscenza in questa delicata situazione.Casa Sollievo Sofferenza S.Giovanni Rotondo(2)

Gran Finale Per La Rassegna Letteraria”I Fiori Blu”il 18 Giugno a Foggia Di;Redazione World News Web 24

I fiori BluIn occasione della seconda edizione del Premio “I fiori blu”, si terrà il 18 giugno (ore 19.00) a Foggia, nel Cortile di Palazzo Dogana, la proclamazione della decina dei finalisti, alla presenza di Massimo Bray Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Puglia, già Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e di Ritanna Armeni giornalista e scrittrice, componente della Giuria Tecnica del Premio. Seguirà la presentazione del libro dal titolo “Per strada è la felicità” di cui è autrice Ritanna Armeni.Venerdì si conosceranno i dieci titoli dei volumi scelti dalla prestigiosa Giuria Tecnica de “I fiori blu”, presieduta da Paolo Mieli, e composta oltre che dalla Armeni, anche da Lidia Ravera, Massimo Recalcati, Silvia Truzzi, Marco Ferrante e Sandra Petrignani. Sui dieci volumi finalisti si potrà poi pronunciare anche la Giuria Popolare che indicherà – sul sito ufficiale del Premio – la propria doppia preferenza (un saggio e un romanzo) a partire dal 18 giugno, ed entro i trenta giorni successivi. Gran finale – per la serata di premiazione – il secondo giovedì di settembre.“Desideriamo ringraziare la presidenza della Provincia che è tra gli enti patrocinanti, con il Comune e Confindustria Puglia, – ha detto la direttrice artistica Alessandra Benvenuto – per la disponibilità a ospitare l’evento dell’importante tappa della proclamazione dei finalisti, nella cornice storica di Palazzo Dogana. È una manifestazione che si avvia a un radicamento forte sul territorio, grazie alla passione di tutti coloro che vi prendono parte e agli ottimi riscontri positivi avuti sul profilo nazionale, non ultimi gli auspici del Cepell. Ed è un grande piacere accogliere in questa occasione il dialogo sul volume appena pubblicato da Ponte alle Grazie di cui è autrice Ritanna Armeni, che di questo Premio nazionale è certamente madrina, non solo spirituale”.

1 2 3 103