Michele Emiliano il 2 Maggio Dalla Commissione Parlamentare Antimafia Ma Non Si Presentera’-Divisione Informazione-

Michele Emiliano Governatore Regione Puglia

Michele Emiliano Governatore Regione Puglia

Il governatore regionale pugliese Michele Emiliano doveva essere ascoltato il 2 Maggio a Roma dalla Commissione Parlamentare Antimafia,nell’ambito delle indagini giudiziarie che hanno coinvolto sia la Regione che il comune di Bari,con interessamento del ministro dell’interno Piantedosi per possibile scioglimento per mafia,Emiliano aveva chiesto di essere ascoltato il prima possibile e’per questo il consiglio regionale che avrebbe dovuto svolgersi il 27 aprile e’stato spostato al 7 Maggio dove si discutera’della mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni di centrodestra.Emiliano in una nota diramata poche ore dopo l’annuncio ha fatto sapere la sua indisponibilita’per il giorno citato,ma di essere a disposizione della commissione dal 10 maggio in poi,il tutto in una atmosfera gia’tesa sia all’interno della maggioranza di centrosinistra che per le ripercussioni che si avranno in ambito giudiziario.

Dimissioni Assessore Locale Cultura a Cerignola(Fg)Polemiche e Recriminazioni-Mimmo Siena-

Rossella Bruno Ex Ass.Cultura Cerignola,Fg

Rossella Bruno Ex Ass.Cultura Cerignola,Fg

Dimissioni a sorpresa a Cerignola per Rossella Bruno,fino a poche ore fa assessore alla cultura del Comune di Cerignola(Fg)una decisione come lei stessa ha detto in una nota ufficiale diramata sui social”non facile’,fra i punti chiave del suo intervento colpisce questa parte che e’sicuramente una”stliettata”a chi in questi mesi ha fatto pressioni sul suo operato”la citta’deve far valere la promozione del suo territorio in tutti i campi che non possono essere frustrati da logiche di partito,tutto questo fa perdere velocita’e smalto all’azione da me intrapresa”.La Bruno tornera’al suo grande amore l’impegno nel mondo dell’associazionismo e volontariato,le reazioni seguite alle sue dimissioni sono stati dirompenti;il locale sindaco Bonito esprimendo rammarico dice”quanto sia difficile contemperare le pressanti esigenze e scadenze della gestione con le legittime istanze di partecipazione e indirizzo espresse dai consiglieri comunali e dai partner politici. A noi spetta il compito di adempiere alle prime assegnando il giusto valore alle altre”francamente per parte nostra non siamo d’accordo,poi la reazione di Giulia Traversi che insieme al direttore artistico del teatro”Mercadante”Savino Zaba ha espresso il suo forte rammarico parlando di giorno triste per la cultura cittadina,anche il direttore artistico citato e’intervenuto tramite il nostro tg con un messaggio inviatoci tramite whatsapp” decisione è frutto di una riflessione profonda, che ha sicuramente solide ragioni. Con Rossella ho sempre avuto una grande intesa ed un ottimo rapporto di stima e spero possa continuare a dare il suo prezioso apporto alla comunità, al di là dei ruoli”.reazioni politiche a parte quelle del sindaco che ha parlato a nome del comune non c’e ne sono state ma questa tegola e’pesante come un macigno,e non sara’priva di conseguenze sulla tenuta del comune ofantino.

Premiazione Ufficiale a Bari Del Premio Fotografico”Bari Photo Contest”-Divisione Informazione-

Bari

Bari

Grande partecipazione per il “Bari Photo Contest – Sguardo periferico”, il concorso rivolto a tutti i fotografi, professionisti e amatori, promosso da Cime e dal Comune di Bari con il sostegno della Regione Puglia, in collaborazione con il MiC – Ministero della Cultura – Segretariato Regionale per la Puglia, l’Università degli Studi di Bari – Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica, l’Accademia di Belle Arti di Bari. La premiazione ufficiale dei vincitori e l’inaugurazione della mostra collettiva delle 36 migliori fotografie tra quelle pervenute si svolgeranno venerdì 3 maggio, alle ore 17.00, nel Teatro Margherita del capoluogo barese,Sono stati oltre 200, infatti, i fotografi che hanno aderito all’iniziativa, proponendo in totale circa 500 scatti attraverso i quali hanno raccontato la città di Bari, esplorando le dinamiche sociali e culturali che la contraddistinguono, cogliendone la più autentica ricchezza fatta di diversità e stratificazioni culturali, restituendone un’identità forte e unitaria come sintesi delle sue innumerevoli parti.