Il raffreddore dello scimpanzè quinto episodio…

 

crisanti-virologo-600x410DA “IL TEMPO.IT”  Franco Bechis 20 novembre 2020 Incredibile: anche i gran capi di Moderna hanno venduto azioni annunciando il vaccino

L’hanno rifatto. Poche ore dopo l’annuncio dell’efficacia della sperimentazione del vaccino anche i massimi vertici di Moderna (come è accaduto con la Pfizer) hanno trasmesso alla Sec- la Consob americana- l’avvenuta vendita di azioni della società farmaceutica quotata a New York. L’annuncio è stato fatto il 16 novembre e il report Moderna destinato non solo alla comunità scientifica ma anche agli investitori è stato caricato sul sito della Sec immediatamente. Un’ora dopo è stato caricato un altro file: quello che riportava la vendita di 21.046 azioni Moderna con un incasso di circa 1,8 milioni di dollari da parte dell’amministratore delegato di Moderna, Stephane Bancel. Passa mezz’ora è arriva un nuovo file: questas volta è il presidente di Moderna, Stephen Hoge, a comunicare l’avvenuta cessione sul mercato in cinque tranche di circa 20 mila azioni con un incasso di poco superiore a 1,7 milioni di dollari. Tutto mentre da Cambridge il capo ricercatore medico di Moderna, dottore Zvi Tal Zacks, stava comunicando in video conferenza al mondo i confortanti risultati della sperimentazione nella fase 3 del vaccino americano. Lui era in diretta, il suo consulente finanziario invece stava cedendo per lui in borsa in 5 mini pacchetti circa 15 mila azioni di Moderna. La comunicazione alla Sec è arrivata il giorno successivo, 17 novembre e in quella data si trova caricata sul sito della Consob americana. Il dottore Zvi Tal Zacks ha incassato dalla vendita circa 1,4 milioni di dollari. Tutte le azioni da loro possedute erano state loro date con un piano di incentivazione ai manager adottato il 13 marzo 2020.

Dopo Pfizer, anche i manager Moderna dunque sembrano credere poco al successo di quel vaccino nei prossimi mesi e al possibile rialzo in borsa del titolo, tanto da avere venduto subito. E proprio questa scelta sta originando anche nella comunità scientifica più di una perplessità sulla reale efficacia di quei vaccini, come ha spiegato attirandosi l’ira addosso di tutti gli altri il professore Andrea Crisanti.

“Senza i dati non mi vaccino”. Troppa velocità, fasi saltate, conoscenze insufficienti. “Per fare un vaccino, io personalmente, voglio che sia approvato e voglio vedere i dati”, dice Andrea Crisanti, direttore di microbiologia e virologia all’Università di Padova. Parole che hanno scatenato una lunga scia di polemiche e contro-dichiarazioni.”—–Ma chi si scatena contro Crisanti? Si scatena l’accozzaglia di burocrati da scrivania, che di scientifico hanno solo i soldi versati nelle loro tasche dalle società farmaceutiche, che hanno “magnanimamente” finanziato la pubblicazione  dei loro studi; imageministero_della_salute5219427_1204_giuseppe_conte_supertag20200918_051949-1 a cui si aggiunge un’accozzaglia di politici che si atteggia a “pseudostatisti! Eccoli. Ma possibile che le vendite precipitose, delle proprie azioni, dei vertici delle due case produttrici del “vaccino-messia” non abbiano destato sospetti nelle menti, non dico dei “3 moschettieri + D’artagnan”, ma almeno nel cranio dei due “rinomati statisti”? Io in questa storia stò con il prof. Crisanti; il quale, dopo  queste semplici e logiche dichiarazioni, da star delle tv di stato, conteso da tutti i “conduttori” che si riempiono la bocca di “curve” ed amenerie del genere, è passato ad essere  uno scienziato fuori controllo e non credibile! Ma gli stessi “scienziati” che nella foto sembrano “il gatto e la volpe con l’aggiunta di diabolik”…pinocchio chiaramente è lui: Speranza; gli stessi “scienziati” dicevo, hanno condannato il vaccino russo perché non hanno pubblicato gli studi “scientifici”, come inaffidabile…così come quello dei cinesi. Ma Crisanti non ha chiesto la stessa cosa per i due vaccini euro-americani, si o no? Ed ometto di dire di Fauci:  quando comandava Trump, affermava che il vaccino non poteva essere formulato prima della fine del 2021; “improvvisamente” si rallegra per la lieta novella! Chissà perché…ed   ora vi lascio al quinto episodio del video proposto: “alle origini del male”. Ha una sua morale la storia che stiamo raccontando con i video: col vaccino non si scherza se hai in mano le sorti dell’umanità!…Buon inizio settimana per tutti voi. POST Scriptum: ricordatevi che questa sera torna “REPORT”.

Il raffreddore dello scimpanzè quinto episodio…ultima modifica: 2020-11-23T02:59:37+01:00da GUATAMELA1

Lascia un commento