KARLHEINZ “Yokil” K-DUE “Patti” ARRIVA ‘STATE OF MIND’, LA NUOVA GRANDE OPERA DI RIO. Un album che nasce dall’amore puro L’ultima notte di Adriano Barbieri ARRIVA RECIDIVO, IL RAPPER ‘GENTILE’ ADRIANO CASSARÀ A febbraio è arrivato ‘Settembre’ SIXTEEN Ipocondria EP La Eventi & Management fa il pieno di premi al memorial Battisti TONY CERRONE Il 15 d’agosto Privi “l’intervista” L’ALBUM D’ESORDIO DI SARAH Gabriella Attardo “Fuffinanna” Paolo Mansanti ” Il sogno del bambino” STEFANO VIRGA dal 13 Dicembre in Radiodate PAOLO MANSANTI “Il sogno del bambino” Marck Ilary, il nuovo singolo ELENA DI NARDO “Nell’occhio del ciclone” ‘Le Note Di Quella Canzone’ di Paul Pedana dona all’Italia un’eccellente dedica d’amore Il nuovo singolo di Roberto Pezzini Vittorio Pengue ” In un attimo” DYLAN JAY Protetto: A SORPRESA PLATINO PER “SENTO SOLO IL VENTO” DI EMANUELE PICOZZI. LO MARTILL feat MR PAPI RAMOS “Negro” INTERVISTA A LABRI Intervista al Bluesman Fabio Salvi “Se non ami” il nuovo singolo di Massimo Ferrari Netri e i Laredo Victus amor¿ , il nuovo lavoro di Boskovic ENRICO LISEI “Leggero” FABIO D’AMATO “Essential songs 2” Intervista a Ilaria Carpo Monikà finalista a Sanremo Rock & Trend “PAGLIACCIO DI GHIACCIO”: IL NUOVO ALBUM DI UNA “RESTAURATRICE DI EMOZIONI”…. TRA LE VERTIGINI DEL MARE…. Fuori il nuovo video di Gipsy LA FAMOSA “DORMI AMORE” RIVISITATA da I DUO MUSIKE’ Premio Mondiale ai Global Music Awards per la Cantautrice Italiana Giovanna Nannoni I JOLLY ROX IN “DREAMERS’ PARADISE” SHAIRAN: LA VOCE DI CHI METTE A TACERE TUTTI QUANTI!!!!! MAURIZIO PIROVANO “Passo dopo passo” MARIA MARINO “Maledetta Benedetta” MANUX “Come in fotografia” DANILO DI FLORIO CI INFORMA DELLA SUA TEORIA DEL DISTACCO Manux Il nuovo disco di Marco Carena LO MARTILL CI TRASPORTA CON “LET’S GROOVE”!!!! IL SOLE DI FLORINA!!!! TIZIANO BAK BACARANI CON “ASSENZIO BLUES” A NATALE CON…FRANCIS SALINA!!!! IL GRANDE SUCCESSO DI MARY MARY!!! RITORNA ALESSIA RAMUSINO CON YALLAH!!! CHATURANGA Il nuovo album di Giordano Cestari LEXX PRESENTA IL NUOVO SINGOLO “SAREMMO STATI BENE” (SPARO PAROLE RECORDS – 2018). MAURIZIO MANZONI CI REGALA “AMALA” INTERVISTA A TIZIANO BAK BACARANI!!! MAURIZIO MANZONI: L’ INTERVISTA I CAMELIA IN VERSIONE TRAP !!!! Natale Plebani “Poplife” GEDRIZZ E MARYBLUE VERSIONE REMIX!!!! FRANCIS SALINA: IL POTERE DELLA MUSICA QUANDO “BASTA UN CLICK”….. RITORNA IN RADIO ALEXEEVNA !!!! Maio, il nuovo disco “L’amore in tempo di crisi” BERT ESORDISCE CON “NEI TUOI OCCHI” LUX URBINATI: L’INTERVISTA TUTTO QUELLO CHE… GIANLUCA NALDI Mauro Tummolo LA SINDROME DI KESSLER IL NUOVO SINGOLO DE LA SINDROME DI KESSLER ROSITA CANNITO: L’INTERVISTA Intervista a Klaus Docupil Andrea Marzolla, ” Il viaggio” LUCA BENEVELLI IN “STORIE COMUNI” MIRKO COLOMBARI: NUOVO SINGOLO E VIDEO STEFANO BERTOZZI IN CLASSIFICA CON IL BRANO”BETWEEN IN THE STARS Luigi Petruzzi ” Se fossi” L’INNO GENERAZIONALE DI ANDREA PINTO CON ZONAR LA TUA PROMOZIONE E’ GIA’ UN SUCCESSO! AUTORI TORINESI NEL PALINSESTO DI ZELIG TV Strega, il nuovo singolo di Betty Rose RUNAWAY TOTEM Comunicato Sacra Birra saloon SON VOI “QUEL GIORNO ALL’IMPROVVISO” “LASCIALI RIPOSARE”: IL NUOVO ATTESO SINGOLO DI PIERMATTEO CARATTONI LAST 4 MINUTES: L’INTERVISTA L’INTERVISTA ALLA SCIMMIA NUDA Last 4 minutes “Come Inside” L’INTERVISTA A SABU’ ALAIMO LUIGI BIFONE RICEVE IL “PREMIO SPECIALE AUTORE LUIGI TENCO” PAKY IN “NON E’ LA FILOSOFIA” FEDERICO CARRO: L’INTERVISTA PRE-SANREMO Gerardo Carmine Gargiulo “Sanremo 2018” “These Boots Are Made for Walkin”(cover di Nancy Sinatra), nuovo video di Alex Doo-Wops Jenni Gandolfi tour 2018 Insieme per Pino Alla Sacra Birra Lestrade “ci sarà un tempo” Tony Tears con un nuovo ed entusiasmante album intervista ai Pausa Caffè I MAGHI DI OZZY: L’INTERVISTA C’E’ UNA STANZA NEL MIO CUORE “RINO CIOFALO “

K-DUE “Patti”

About

 

K- DUE nasce ad Aversa nell’84 e cresce con la black music, ereditando la passione per la musica dal padre batterista.

A quattordici anni inizia a comporre le prime rime, poiché nella sua città all’epoca si respirava molto l’aria hip hop. Qualche anno fa fonda anche un gruppo, poi scioltosi, con il quale si fa conoscere nei locali, collaborando con gente di spicco del panorama musicale. 

Dopo un periodo abbastanza buio, da qualche tempo ha ripreso a scrivere, come necessità e terapia personale.

K-DUE dichiara “Che genere faccio, dove mi porterà… non ne ho idea, so solo che farlo mi fa stare bene!”.

L’artista ha già all’attivo due singoli, intitolati ‘Marte e Venere’ e ‘Scarabocchi’. 

Nel brano ‘Marte e Venere’, il tema è una storia d’amore finita da poco, ancora presente e forte nel ricordo di un uomo che, nonostante cerchi di autoconvincersi, probabilmente non trova risposte e conferme.

Con ‘Scarabocchi’ torna il tema ricorrente dell’amore finito ma sempre vivo nel desiderio. Qui si percepiscono una maggiore consapevolezza e serenità rispetto al testo precedente. La rabbia lascia ora posto al dolce ricordo della donna amata, così bella con i suoi sorrisi.

È già in progetto un concept EP di 6 tracce, così definito sia per le sonorità sia per i testi.

Dal 19 giugno sarà disponibile, su tutti i digital stores, il nuovo singolo dal titolo ‘Patti’. Il videoclip sarà online alcuni giorni dopo l’uscita del brano.

4

‘Patti’, insieme a ‘Marte e Venere’ e ‘Scarabocchi’, sembra comporre un puzzle perfetto, in cui il nobile sentimento chiamato ‘amore’ viene scandagliato in un tripudio di emozioni contrastanti. 

L’artista confessa “Anche se non è stato il brano di debutto, ‘Patti’ è il primo singolo prodotto dopo il mio stop artistico. Venivo da un periodo abbastanza buio ed è stato proprio questo che mi ha portato a riprendere. Il testo è carico di una rabbia ancora fresca e di malinconia per ciò che non tornerà più. Mentre componevo il brano, iniziavo ad elaborare ciò che mi era accaduto. Forse l’ho scritto perché avevo paura che tutto finisse e fosse dimenticato. Volevo rendere immortale ciò che stava per morire…”.

“Hai visto poi 

sono tornato a scrivere 

ora che il tempo mi sorride

ed io non so più ridere”

Il tema è ancora una volta l’amore, un impulso tanto profondo e sincero, quanto complicato e sofferto. 

“Noi siamo il più grande amore 

che però non ci ha creduto”

K-DUE grida un sentimento forte, che dovrebbe essere odio ma purtroppo è ancora amore. L’artista cerca conferme dalla donna agognata, che però non tornerà mai più accanto a lui. 

Questo groviglio di sensazioni viene espresso appieno nel ritornello.

“Perché vorrei odiarti in fondo 

Quello che cerco è ancora là

Io che non riesco a stare al Mondo 

Quello che voglio non tornerà”

Il protagonista si colpevolizza poi di non aver saputo capire e proteggere quel prezioso dono che, per un attimo, ha potuto stringere tra le sue braccia.

“E cerco di non ricordare 

che non ti ho saputo amare

La cosa più importante al Mondo 

e non ne tenevo conto”

La voce di K-DUE forse è ancor più asciutta e battente rispetto ai precedenti brani. Qui la rabbia, principalmente rivolta verso se stesso, prende il sopravvento ed il cantante sente l’esigenza di far arrivare il messaggio dritto, senza mezze misure.

Le sonorità, seppur fresche e studiate, si sviluppano in una base essenziale, che colpisce le parole, alle quali viene lasciato il più ampio spazio. Si tende infatti a sottolineare i versi, accentuandoli senza mai sopraffarli. Solo il ritornello concede un maggior respiro alle note, che si liberano per un breve istante e chiudono dolcemente il pezzo. Questo mood, tipiKDUE_PATTIco di K-DUE, viene qui decisamente evidenziato ed ancora una volta esprime l’esigenza dell’artista di mettere in primo piano il testo. Una reminiscenza del rap ‘vecchio stile’, di sfogo puro, in cui più che alla forma si guarda al contenuto e ciò che si dice è più importante rispetto al come lo si dice.

La cover del singolo, come le precedenti, è stata curata da Francesco Nappa e trae ispirazione da un’opera di Daniel Arsham (from the exhibition ‘Fictional Archeology’ at Galerie Perrotin Hong Kong , 2015).

Un’essenzialità disarmante che racchiude nell’immagine l’essenza del concetto espresso dal brano. Viene riportato il particolare di una statua marmorea, in cui appaiono due braccia, con le mani che intrecciano le dita fra di loro, in un tanto armonico quanto saldo legame. L’idillio è però turbato da alcuni segni del tempo, che hanno intaccato le superfici della scultura, una volta lisce e perfette. 

La copertina segue assolutamente la linea dei due precedenti lavori.

K-DUE ancora una volta ha dato sfogo ai propri sentimenti e stati d’animo, attraverso que
l suo modo di trasmette sensazioni in maniera diretta ed immediata, che ormai abbiamo imparato a conoscere. 

Non ci resta che attendere l’uscita di ‘Patti’, per calarci in un vero e proprio vortice di passioni!

Stefania Castino

 

GUARDA IL VIDEO

 

 

K-DUE “Patti”ultima modifica: 2020-06-15T12:20:56+02:00da musicomio

Lascia un commento