Banche centrali, solo la FED piazza la sua mossa

La giornata della borse si sta per chiudere con il segno positivo, dopo una settimana nella quale i trader hanno guardato soprattutto alle mosse delle Banche centrali. L’attesa maggiore era chiaramente per la Fed, che ha alzato il costo del denaro di 25 punti base. Quello che però è stato importante è l’atteggiamento circa il futuro. La FED infatti non sembra più tanto convinta di ritoccare ancora i tassi entro la fine del 2017. Infatti i dati sul mercato del lavoro e l’inflazione non dipingono un quadro esaltante. Intanto la mossa della Federal Reserve ha spinto un po’ il biglietto verde nel Forex. Il cross eur-usd scambia a 1,1142, ed è entrato a far parte delle opzioni binarie strategie vincenti dei trader.

Le mosse delle banche centrali

banche centrali fedCome detto però, anche altri istituti centrali si sono mossi in questi giorni. La Banca del Giappone e quella d’Inghilterra hanno lasciato i tassi fermi. Tuttavia in seno alla BoE si è evidenziata una spaccatura nel board che fa trasparire la difficoltà nella gestione della politica monetaria. Questo naturalmente per via del macigno Brexit che incombe.

Sul versante giapponese invece, oltre a tenere fermi i tassi negativi al -0,1% è stato confermato anche il programma di acquisto di asset di circa 80.000 miliardi di yen all’anno. Ricordate che se volete fare trading su valute con le opzioni “call” e “put”, cercate sempre la migliore piattaforma opzioni binarie.

La reazione delle borse agli avvenimenti di questi giorni è stata positiva, con Milano che oggi segna un rialzo dello 0,34%, mentre Londra sale dello 0,47% e Francoforte dello 0,29%. Bene anche la piazza di Parigi che va in aumento dello 0,59%.

Per quanto riguarda invece il mercato delle materie prima, l’oro è fermo sulla quota di 1.253 dollari l’oncia. Il petrolio invece continua ad andare in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,76% a 44,80 dollari al barile.

Banche centrali, solo la FED piazza la sua mossaultima modifica: 2017-06-16T16:21:16+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.