Euro-dollaro, altra settimana interlocutoria sui mercati finanziari

E’ stata una settimana stabile per il cambio tra euro e dollaro. Alla fine il bilancio è quasi di perfetta parità, e ormai è da diverso tempo che questo cross si è infilato nel canale compreso tra 1,11 e 1,13. Segnale chiaro che il mercato non vede ancora grosse scosse all’orizzonte. L’avrebbe potuta dare la Federal Reserve, ma l’istituto centrale americano pur aumentando il costo del denaro, non ha chiarito quale sarà lo scenario futuro. Gli investitori sono divisi tra le possibilità che la FED proceda a un altro rialzo entro il 2017, oppure lasci le cose come stanno per un po’. La notizia più interessante riguarda l’inizio del programma di disinvestimento dei titoli in bilancio.

euro-dollaroIn Europa le cose sono analogamente in bilico. La BCE ha confermato i tassi e il suo programma di acquisto titoli, anche se le condizioni economiche lasciano sempre aperta la possibilità che entro la fine del 2017 l’istituto di Francoforte comincerà a ridurre il suo programma di stimoli.

L’evoluzione del cross euro-dollaro

Nel frattempo il cambio euro-dollaro questa settimana si è portato da un minimo di 1,1119 ad un massimo a 1,1213. Ha poi chiuso le contrattazioni a 1,1195 (suggeriamo di osservare il cross con il Demarker indicator). Che cosa potrà accadere nei prossimi giorni? Difficilmente, per i motivi che abbiamo detto, ci saranno grandi scosse.

Dobbiamo monitorare con attenzione l’area 1,1180, oltre la quale potremmo avere un movimento ulteriormente rialzista che premia l’euro. Si può andare short invece sotto quota 1,1130, o almeno così suggeriscono i segnali forex gratis in tempo reale.

Riguardo ai dati macro, settimana prossima si concluderà con il dato sull’inflazione in Europa. Un valore in crescita potrebbe riaccendere le discussioni su una BCE più “falco”. In uscita anche il dato sul PIL statunitense.

Euro-dollaro, altra settimana interlocutoria sui mercati finanziariultima modifica: 2017-06-24T10:36:04+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.