Rendimenti dei titoli di Stato, recupero in vista per UE e USA?

Sta cambiando qualcosa riguardo ai rendimenti dei titoli di Stato. Di recente abbiamo assistito ad una crescita relativa alla domanda di questo tipo di asset, dal momento che gli investitori hanno sempre meno sicurezze riguardo alla prospettive di politica monetaria tanto negli USA che in Europa. LA FED aveva annunciato 3 o 4 rialzi dei tassi quasi un anno fa, ma finora siamo a 2 e nessuno è in grado di prevedere se il terzo ci sarà. Dal canto suo la BCE si trova in un vicolo cieco. Aveva forse programmato il progressivo tapering per la fine del 2017, ma l’euro troppo forte sta minacciando questo programma. La supervalutazione della moneta unica (se volete negoziare valute fatelo con trading online miglior broker forex italiano) in effetti frena un’inflazione ancora lontana dal target 2%.

L’andamento dei rendimenti dei titoli di Stato

trading-binario-assicuazioneA causa di queste situazioni, la richiesta di titoli di Stato sta crescendo. Dall’inizio del periodo estivo i rendimenti USA si stanno muovendo dentro un canale ribassista. Il tasso di rendimento dei titoli decennali USA è andato in picchiata fino a un massimo di 20 punti base, passando dal 2,395% al 2,20%. questo perché i trader hanno scontato un programma aggressivo di liquidazione dei titoli da Janet Yellen. Il tasso dei titoli a 2 anni è calato di 13 punti base all’1,30%. Se ci spostiamo dall’altra parte dell’Oceano e voliamo in Germania, ci accorgiamo che il rendimento del titolo di riferimento tedesco, il decennale, ha ceduto 22 punti base ed è sceso fino allo 0,40%. Quello con scadenza due anni a sua volta ha perso terreno, lasciando 16 punti base al -0,71%.

Al momento però ci sono dei segnali che fanno credere ad un cambiamento. La corsa ai titoli di stato infatti pare che stia per finire, e la recente avversione al rischio non è riuscita a far abbassare i rendimenti. Questi ultimi potrebbero quindi riprendersi e alzarsi. Ovviamente questo discorso vale soprattutto per i titoli dell’Eurozona e degli USA. Tenuto conto che gli investitori si libereranno dei bond UE e USA nello stesso momento, questo potrebbe avere anche delle ripercussioni sul rapporto di cambio EUR/USD. Fermo restando che data la situazione conviene lavorare su questo cross sfruttando forex bonus senza deposito, quello che ci aspettiamo è una fase di consolidamento nei prossimi giorni se non settimane. Poi anche dopo la elezioni di fine settembre in Germania, qualcosa potrebbe muoversi.

Rendimenti dei titoli di Stato, recupero in vista per UE e USA?ultima modifica: 2017-08-23T10:29:43+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.