Almaviva condannata: licenziamenti illegittimi, reintegro per 153 dipendenti

Possono gioire 153 dipendenti del call center Almaviva, perché il loro licenziamento è stato giudicato illegittimo e quindi hanno diritto al reintegro nel posto di lavoro. Non solo, la società dovrà anche provvedere a un risarcimento danni. Lo ha stabilito il giudice del lavoro di Roma Umberto Buonassisi. La vicenda ebbe inizio lo scorso anno, quando Almaviva decise di chiudere del tutto la sede romana e tenere aperta quella di Napoli, dopo una travagliatissimo tentativo di risolvere la questione della crisi economica in cui versava. Complessivamente sono state licenziate 1.666 persone nello stabilimento di Roma.

La condanna di Almaviva

almavivaSecondo il giudice questa decisione si risolve in una vera e propria illegittima discriminazione, dal momento che è stato licenziato soltanto chi non ha accettato un taglio retributivo – a parità di orario e di mansioni – così come anche il trattamento di fine rapporto. Per questo motivo il giudice ha deciso di valutare come illegittima la decisione e condannare la società a reintegrare gli stessi lavoratori, oltre che a corrispondergli come risarcimento danni un’indennità, comprensiva degli interessi, pari agli stipendi maturati dal giorno del licenziamento fino alla reintegra.

Il giudice ha sottolineato che la condotta di Almaviva si traduce in uno spregio alle norme del codice civile e costituzionali. Insomma una botta bella forte, tenuto anche conto che oltre a questi 153 dipendenti, ce ne sono tantissimi ancora. Ad esempio a dicembre verrà presa una decisione con circa un centinaio di essi. Ed è chiaro che questa sentenza apre la strada ad altre decisioni che potrebbero essere simili.

Chiaramente non si è fatta attendere la risposta di Almaviva. La società ha preannunciato che presenterà ricorso in quanto mantiene “ferma la convinzione del proprio corretto operato”. Inoltre ha fatto sapere che essendo il reintegro nella sede di Roma impossibile, visto che è stata chiusa, darà attuazione all’ordinanza riammettendo i lavoratori presso le sedi disponibili altrove. Nella nota, Almaviva ricorda che 9 giudici su 10 hanno dichiarato pienamente legittima la condotta aziendale.

Almaviva condannata: licenziamenti illegittimi, reintegro per 153 dipendentiultima modifica: 2017-11-16T22:46:07+01:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.