Macroeconomia, l’indice ZEW non risolleva l’euro

La notizia di macroeconomia attesa oggi dai mercati sul fronte europeo riguardava la diffusione dell’indice Zew della Germania, ovvero l’indicatore anticipatore del sentiment dell’economia nei prossimi mesi. Ebbene, secondo lo ZEW c’è un peggioramento lieve delle aspettative di crescita dell’economia tedesca. L’indice infatti a febbraio è sceso a 17,8 punti dai 20,4 di gennaio. Il dato non è però negativo, dal momento che supera comunque le attese degli analisti che avevano stimato una discesa fino a 16,5 punti. E’ andata meglio del previsto quindi, anche se i trader dei migliori broker opzioni binarie autorizzati Consob hanno visto l’euro scendere subito dopo.

Il dato di macroeconomia

macroeconomiaGli ultimi risultati dell’indagine evidenziano quindi ancora buone prospettive per l’economia tedesca, così come ha sottolineato il Presidente dello Zew Achim Wambach. Interpretando questo dati di macroeconomia si può dire che il futuro potrebbe essere roseo, soprattutto grazie allo sviluppo dell’economia globale e dei consumi privati. Non vanno peraltro dimenticate le aspettative di crescita dell’inflazione tanto per la Germania quando per l’area Euro.

Ma come hanno reagito i mercati? Fino al momento in cui non è stato reso noto il dato, c’era stato un lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scendeva a quota 1,236 dopo i picchi toccati nei confronti della moneta Usa la scorsa settimana. Nei giorni scorsi abbiamo visto molte figure di inversione trend leading sui nostri grafici. Successivamente al dato ZEW, il calo della coppia si è accentuato arrivando a lambire 1,23.

Inoltre in mattinata sono stati diffusi altri due dati interessanti di macroeconomia. Il primo riguarda l’indice relativo al sentiment sulla situazione economica attuale, sceso anch’esso attestandosi 92,3. Il secondo riguarda il clima relativo alla Zona Euro, che è scivolato dai 31,8 precedenti a 29,3 punti, meglio però del dato atteso che era 28,4 punti.

Macroeconomia, l’indice ZEW non risolleva l’euroultima modifica: 2018-02-20T11:55:02+01:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.