Prestiti e mutui, cresce la richiesta da imprese e famiglie

prestitiLe condizioni meno rigide per la concessione di mutui spingono più persone/aziende verso il ricorso al credito. La domanda di mutui da parte delle famiglie è infatti cresciuta, così come i finanziamenti richiesti dalle aziende. Secondo i dati di Bakitalia nel primo trimestre 2018 – da quanto risulta nell’indagine sul credito bancario (Bank Lending Survey) – il prossimo futuro vedrà una conferma di questo trend, con un ulteriore miglioramento di tutte le voci.

Come detto, il primo fattore che ha spinto il ricorso al credito è stato l’allentamento delle politiche di offerta. La variazione dei criteri applicati per l’approvazione di prestiti e l’apertura delle linee di credito ha fatto segnare una diminuzione di circa un decimo di punto percentuale per le imprese, mentre per le famiglie si attesta allo 0,05%. Dati che dovrebbero essere confermati anche nel tirmestre in corso.

La domanda di prestiti

Dal lato della domanda di prestiti si registra un aumento interessante. Le imprese hanno fatto più richieste per via delle esigenze connesse con la spesa per investimenti fissi, per scorte e capitale circolante. Sono state spinte dalla congiuntura positiva dei tassi di interesse, che sono ancora a livello basso. L’aumento registrato è dello 0,15% (la media tra lo 0,20% delle grandi imprese e dello 0,10% delle piccole imprese).

Per quel che riguarda la richiesta di mutui da parte delle famiglie, la crescita per l’acquisto di abitazioni riflette soprattutto il basso costo del credito (0,05%). Secondo gli intermediari la domanda di prestiti continuerebbe a espandersi anche nel trimestre in corso (+0,20% nei successivi tre mesi). Va sottolineato il boom di finanziamenti della Sardegna, dove si registra un +32% (+77,4 milioni). Si tratta della regione cresciuta maggiormente in Italia.

Prestiti e mutui, cresce la richiesta da imprese e famiglieultima modifica: 2018-04-25T13:59:07+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.