Mercato immobiliare, la crescita lo riporta ai livelli del 2010

Arrivano buone notizie per il mercato immobiliare italiano, che secondo i dati diffusi da Istat ha accelerato ancora ed è tornato ai livelli del 2010.

I dati sul mercato immobiliare

mercato immobiliareNel bollettino dal titolo “Mercato immobiliare: compravendite e mutui di fonte notarile”, l’istituto di statistica evidenzia che nell’ultimo trimestre del 2018 ci sono state 230.258 convenzioni notarili di compravendita e convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari. Questo valore segna un incremento del 4,7% rispetto al trimestre precedente, mentre la crescita è stata del 7,6% a livello tendenziale (cioè rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). Questo aumento tendenziale è il più alto degli ultimi due anni.

Il 93,9% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili a uso abitativo e accessori (216.173), il 5,6% a uso economico (12.931) e lo 0,5% a uso speciale e multiproprietà (1.154).

Mercato abitativo ed economico

A livello compartimentale si è registrata una crescita sia del settore abitativo che di quello economico.  L’accelerazione della crescita del mercato immobiliare è stata trainata soprattutto dalle transazioni rilevate nel Nord del Paese. A livello congiunturale infatti la spinta del mercato immobiliare per il settore abitativo segna incrementi del 5,5% nel Nord-ovest, 4,7% Nord-est contro valori minori al Centro (4,4%), Sud (2,8%) e Isole (1,8%). Per quanto riguarda il settore economico, risultati imponenti ci sono stati nel Nord-ovest (22,1%), seguito da Isole (8,2%), Sud (6,7%), Centro (4,6%) e Nord-est (3,9%).

A livello tendenziale invece, la crescita dell’abitativo interessa in modo diffuso tutto il territorio nazionale: Isole (+10,1%), Nord-est (+9,9%), Centro (+9,7%), Nord-ovest (+7,4%) e Sud (+2,8%). Anche l’incremento tendenziale del comparto economico registra variazioni positive in tutto il Paese: Nord-ovest (+5,7%), Nord-est (+5,1%), Centro (+4,8%), Sud (+2,8%) e Isole (+2,0%) – nelle città metropolitane (+5,8%) come nei piccoli centri (+3,8%).

Mercato immobiliare, la crescita lo riporta ai livelli del 2010ultima modifica: 2019-04-23T13:08:01+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.