Reddito di cittadinanza, 1,5 milioni di domande: 65% accolte, 1 su 3 poi trova lavoro

L’Istat ha resi noti ieri i dati riguardo alle domande di Reddito di pensione e cittadinanza che sono state presentate e accolte fino all’8 ottobre.

I numeri del Reddito di cittadinanza

reddito pensioniSecondo l’istituto nazionale si statistica 1,5 milioni di nuclei familiari hanno presentato una domanda (2,28 milioni di persone coinvolte) con un importo medio mensile pari a 482,36 euro. Rispetto al numero di richieste che sono state presentate, circa il 65% ha ricevuto accoglimento, ovvero 982mila. Ce ne sono altre 126mila in lavorazione (l’8%), mentre 415mila sono state respinte o cancellate (il 27%).

La maggior parte delle domande è stata ricevuta dal Mezzogiorno e le Isole, dove sono stati 849 mila i nuclei familiari (pari al 56%) che hanno fatto richiesta. Dalle regioni del Nord sono invece giunte domande da 425 mila nuclei, mentre dal Centro sono state 249 mila. Il canale di trasmissione preferito è duplice: CAF e Patronati. Da lì infatti giunge il 79% delle domande. Soltanto il 21% dei richiedenti si è affidato a Poste Italiane, con una netta differenza però tra le regioni del Nord (dove la percentuale sale al 32%) e quelle del Sud + Isole (dove scende al 16%).

Importi erogati

Riguardo agli importi, in media il Reddito cittadinanza prevede una erogazione di 482 euro. La maggior parte dei beneficiari del Reddito di cittadinanza (il 68%) percepisce un importo mensile inferiore a 600 euro. Sono invece appena 5mila (ovvero l’1% del totale) quelle che superano i 1.200 euro. Una discreta fetta (21%) di nuclei familiari non riesce a superare neppure i 200 euro mensili.

Risultati raggiunti

Riguardo ai risultati di questa misura fortemente voluta dal precedente governo Lega-M5S, va detto che non c’è molto da entusiasmarsi. Solo 201mila sono stati chiamati per essere ricollocati nel mercato del lavoro, ovvero meno del 30%. I dati però peggiorano se ci si riferisce a coloro i quali hanno sottoscritto, nei centri per l’Impiego, i “patti per il lavoro“, seconda fase in cui vengono specificate le competenze delle persone che hanno richiesto il RdC, al fine di proporre le tre offerte di lavoro congrue di cui una dove essere accettata.

Reddito di cittadinanza, 1,5 milioni di domande: 65% accolte, 1 su 3 poi trova lavoroultima modifica: 2019-10-23T08:51:51+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.