Economia italiana, preoccupa lo stato del turismo (che pesa sul 15% del PIL)

L’economia italiana deve moltissimo al turismo, uno dei fattori trainanti del nostro PIL. Ma adesso il turismo grida aiuto per via del contraccolpo micidiale causato dal coronavirus. Si parla di miliardi andati in fumo, e peggio ancora di migliaia di posti di lavoro a rischio (o già persi).

Dove si genera il PIL dell’economia italiana

turismo-italiaLa recessione innescata dal Covid-19 sarà pesante e lunga. Moltissime imprese italiane sono a rischio chiusura, e praticamente questo coinvolge tutti i settori del nostro tessuto economico. L’ottava potenza economica mondiale per PIL nominale (World Bank, 2017-2018) è in ginocchio, e sarà durissimo farla rialzare. Anche e soprattutto con gli aiuti della BCE, e facendo molto debito.

Quello che preoccupa sono sia il settore della manifattura che quello dei servizi. Quest’ultimo – come in tutte le altre economie avanzate – è quello che recita la parte del leone, con oltre il 70% del PIL. Poi ci sono l’industria (circa 20%), costruzioni (circa 4%). Chiude l’agricoltura (circa 2%), che un tempo era il settore chiave dell’economia italiana, ma col passaggio al sistema industriale ha perso molto peso. Bisogna precisare comunque che questa percentuale così bassa, risente del fatto che i prodotti agricoli hanno un basso contenuto innovativo, con scarse possibilità di incrementare il loro valore aggiunto unitario.

Il peso del turismo

All’interno del settore dei servizi, il turismo è uno di quelli più importanti. Lo sappiamo, ma possiamo dare a questa affermazione anche il confronto dei numeri. Vale circa il 13% del PIL totale. Una percentuale che supera la media dei paesi UE e dell’economia mondiale nel suo complesso (solo Grecia, Spagna e Portogallo hanno un peso maggiore del turismo sul PIL nazionale). Questo ci fa capire quanto conti questo settore per l’economia italiana.

Tradotto in termini di lavoro, il turismo vale circa 3,4 milioni di occupati. Ovvero il 15% del totale, mentre nel resto del mondo in media siamo sul 10%. Con questi numeri alla mano, è facile comprendere perché il turismo sia un settore da salvaguardare, e quanto siano giustificate le preoccupazioni per il contraccolpo negativo di questa pandemia.

Economia italiana, preoccupa lo stato del turismo (che pesa sul 15% del PIL)ultima modifica: 2020-05-21T09:44:46+02:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.