Valute, ecco quali sono quelle che hanno retto bene all’urto Covid

A causa della crisi economica globale, molte valute hanno subito un drastico deprezzamento. Ma questo discorso, come vedremo, non riguarda tutte quante. Ce ne sono alcune infatti che stanno crescendo a passo spedito. Si parla delle “fastest growing currencies”.

Valute che salgono e scendono

mercatoDi certo non stiamo parlando della lira turca, che sta vivendo una fase di prolungata depressione, che sta mettendo in allarme i mercati. La valuta turca ha aggiornato da poco i minimi storici sia contro il dollaro che contro l’euro, e c’è il rischio che si scateni una nuova crisi finanziaria dopo quella del 2018. Le sue onde di elliott wave trading non promettono nulla di buono. Inoltre ciò metterebbe in pericolo l’intero sistema bancario europeo, visto che questi istituti hanno grandi investimenti in Turchia.

Le fastest growing

Come detto, dall’altro lato della medaglia c’è però una faccia felice. E’ quella di alcune valute che stanno mostrando un aumento piuttosto rapido. E non stiamo parlando di nessuna delle due leader del settore, ovvero euro o dollaro.

Le valute col maggiore ritmo di crescita sono quelle di tre Paesi europei, che però non fanno parte della UE. Il primo posto è infatti occupato dalla corona svedese, che dall’inizio dell’anno è cresciuta dell’8,3% rispetto al dollaro USA. Il franco svizzero ha guadagnato il 7,1%, la corona danese è balzata del 6,8%. Soltanto un gradino sotto il podio troviamo l’euro.

L’appeal presso gli investitori

Ma perché agli investitori (anche quelli che cercano Forex broker senza spread zero) sono piaciute queste valute? Anzitutto per via del fatto che questi Paesi non avevano rigorose quarantene, il che ha contribuito a salvare la loro economia da conseguenze disastrose. Un caso particolare è poi rappresentato dalla Svizzera, che storicamente è considerato come un Paese economicamente e politicamente stabile. Se la crisi economica peggiora, gli investitori correranno verso valute rifugio, compreso il franco svizzero. Ha quindi le migliori prospettive a lungo termine, avendo dimostrato una sorta di versatilità negli ultimi sei mesi.

Valute, ecco quali sono quelle che hanno retto bene all’urto Covidultima modifica: 2020-08-26T09:45:18+02:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.