275. viaggi e viaggiare

Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto “Non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui passi già fatti, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito.
José Saramago, Viaggio in Portogallo

https://it.wikipedia.org/wiki/Viaggio_intorno_alla_mia_camera

https://www.addeditore.it/catalogo/evelyne-bloch-dano-le-case-dei-miei-scrittori/

https://neripozza.it/libri/la-scrittrice-abita-qui

https://www.feltrinellieditore.it/opera/opera/la-finestra-di-leopardi/

https://www.ibs.it/viaggio-intorno-alla-casa-libri-vintage-alfredo-jeri/e/5000000404754

https://www.amazon.it/perfetto-viaggio-Jos%C3%A9-Saramago/dp/8845221962

3d technology

275. viaggi e viaggiareultima modifica: 2021-04-29T10:59:44+02:00da mara.alunni

2 pensieri riguardo “275. viaggi e viaggiare”

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.