ITALIAN CONTEMPORARY ART Il count down

.giornata del contemporaneo

Dopo Michelangelo Pistoletto nel 2006, Maurizio Cattelan nel 2007, Paola Pivi nel 2008, Luigi Ontani nel 2009, Stefano Arienti nel 2010, Giulio Paolini nel 2011, Francesco Vezzoli nel 2012, Marzia Migliora nel 2013, Adrian Paci nel 2014, Alfredo Pirri nel 2015, Emilio Isgrò nel 2016, Liliana Moro nel 2017, Marcello Maloberti nel 2018, Eva Marisaldi nel 2019, per la 16 edizione della Giornata del Contemporaneo,  per raccontare la vitalità dell’arte contemporanea nel nostro Paese, si è voluto affidare l’identità stessa della manifestazione a un mosaico digitale composto dalle opere di 20 artisti, proposti da altrettanti musei AMACI aderenti all’iniziativa, anziché utilizzare la tradizionale immagine guida realizzata da un artista.

La scelta di un’immagine guida composta dalle anteprime delle 20 opere di Paola Angelini (Ca’ Pesaro), Meris Angioletti (GAMeC), Barbara and Ale (PAC), Cristian Chironi (Museion), Comunità Artistica Nuovo Forno del Pane (MAMbo), Patrizio Di Massimo (Castello di Rivoli), Andrea Facco (GAM Verona), Giovanni Gaggia (Musma), Barbara Gamper (Kunst Merano), Silvia Giambrone (Museo del Novecento), Andrea Mastrovito (Palazzo Fabroni), Marzia Migliora (MA*GA), Nunzio (ICG), Nicola Pecoraro (MACRO), Luca Pozzi (FMAV), Alessandro Sambini (Mart), Marinella Senatore (Centro Pecci), Francesco Simeti (MAN), Justin Randolph Thompson (Madre), Emilio Vavarella (MAXXI) vuole essere un richiamo diretto a una pluralità, a quel senso di comunità che ha caratterizzato il lavoro di AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, di tanti musei nel difficile contesto del lockdown, e continua a essere perno centrale delle loro attività
per superare ostacoli e difficoltà dovuti a restrizioni e nuove regole della vita sociale.

La GMC ha sinora permesso di concretizzare una mappa dell’arte di oggi che ha coinvolto non soltanto le grandi città ma anche i centri più piccoli, da sempre molto attivi, dove i luoghi della cultura hanno assunto il ruolo di poli catalizzatori con la missione di presentare e valorizzare l’attività degli artisti contemporanei. Confermato anche il coinvolgimento della rete estera del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – di cui fanno parte Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura – che darà vita da sabato 5 a venerdì 11 dicembre 2020 a una settimana di promozione dell’arte contemporanea italiana all’estero. Ad  oggi, già più di 500 realtà hanno aderito alla manifestazione richiedendo il social pack. La Giornata del Contemporaneo si conferma così, anche in un contesto di emergenza come quello  che stiamo vivendo, uno degli appuntamenti più attesi del settore, che può contare su una partecipazione ampia, destinata a crescere nelle prossime due settimane e su un pubblico che ha già dimostrato interesse – sia online che offline – a conoscere musei, fondazioni, accademie e gallerie, luoghi d’arte pubblici e privati, prendendo parte attivamente a dibattiti e laboratori, ed entrando in contatto con gli artisti e l’arte del presente. Inoltre, grazie a questa modalità ibrida, per la prima volta la Giornata del Contemporaneo vede il coinvolgimento diretto nella campagna di comunicazione anche di realtà che promuovono l’arte contemporanea legate al mondo dell’editoria, della stampa, dei blog.

ITALIAN CONTEMPORARY ART Il count downultima modifica: 2020-11-28T22:42:32+01:00da Artisti_in_Transito
Share on TwitterShare via email

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.