Japan performing arts Butoh all’Aquila

Share on Twitter

BUtohAquilaJapan performing arts Japan performing arts

 

Japan performing arts . Il kanji Noh 能を演ずる to play a noh drama  è letteralmente traducibile in fare teatro ma anche parola per “abilità” o “talento. Dopo “La via del Noh” CasadeiLibri Editore Fabio Massimo Fioravanti fotografo romano e aquilano d’azione da diversi anni, presenta con “Radici laboratorio” anche la sua ricerca sul teatro Butoh, a riprova di come lo studio sulle arti giapponesi influisca su metodo, bellezza e  talento. La Japan performings arts inaugurata il 30 aprile 2022 con la danzatrice e coreografa Chiara Clara Bugio (Human Flourishing) all’Aquila resterà aperta fino all’8 maggio ed è occasione per ammirare preziose fotografie stampate su carta fatta a mano Awagami Bizan  sul teatro Noh e il Butoh contemporaneo di Fioravanti, oltre la presentazione del nuovo libro Kyoto Butoh-kan (Voglino editrice),  sul primo teatro al mondo dedicato a questa espressione. L’evento è da inserirsi nel contesto di rinascita culturale della città stessa al fianco dei restauri architettonici post sisma come lo splendido recupero della Basilica di Collemaggio.  Del fotografo ricordiamo la presenza con 18 scatti inediti a  “Trame giapponesi – Costumi e storie del teatro no” al Museo d’Arte Orientale di Venezia fino al 3 luglio2022.

AinT

Aquila

Japan performing arts Butoh all’Aquilaultima modifica: 2022-04-30T16:35:36+02:00da Artisti_in_Transito

Potrebbero interessarti anche...