Pamela Anderson: “Playboy mi ha salvato la vita dopo tutti gli abusi subiti”

doc6djz04cknerginrn54aA “Playboy” Pamela Anderson non deve soltanto la notorietà, ma molto di più. In una intervista a “Us Weekly”, l’attrice e modella ha detto che la rivista di Hugh Hefner le ha salvato la vita, nel vero senso della parola. “Ero dolorosamente timida come una bambina – ha raccontato -. Da piccola ero stata molestata da una baby sitter e i primi rapporti con gli uomini non erano stati consensuali. ‘Playboy’ mi ha dato la forza, mi ha salvato la vita”.
La carriera di coniglietta di successo per la Anderson è iniziata nel 1989, quando ha posato per la sua prima copertina, mentre un anno più tardi è stata incoronata “Playmate del mese”. Un’affermazione che le ha cambiato l’esistenza. “Mi sentivo veramente in trappola nel mio profondo e avevo bisogno di liberarmi – ha raccontato -. Posare per ‘Playboy’ è stata una liberazione e mi ha dato modo di incontrare artisti, attivista e gentiluomini”.

Pamela ha parlato per la prima volta delle sue esperienze traumatiche nel 2014: oltre a subire molestie dalla babysitter tra i 4 e gli 8 anni, a 12 anni venne violentata da 25enne amico del fratello del suo boyfriend, e poi, più grande, subì una violenza di gruppo da parte del suo fidanzato e da altri sei uomini. Momenti per lei atroci che però riuscì a superare grazie al mondo dorato di Hugh Hefner.

Pamela Anderson: “Playboy mi ha salvato la vita dopo tutti gli abusi subiti”ultima modifica: 2018-04-04T23:12:15+02:00da cristina_a2016

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.