Belen Rodriguez rapita in Argentina: «Sequestrata e presa per i capelli, quando mio nonno l’ha saputo è morto d’infarto»

3664804_0825_belen_rodriguez_rapimento_capelli_argentinaUn incubo che ritorna a distanza di anni. Belen Rodriguez si affida ai ricordi, quelli più dolorosi, per tornare a parlare del rapimento che l’aveva vista vittima, insieme alla sua famiglia, quando era un’adolescente e viveva ancora in Argentina: «Una sera ero in macchina con una persona, quando un uomo armato e col volto coperto da un passamontagna ci ha fermato. Mi ha presa per i capelli, tirata e buttata fuori dall’auto, poi sono arrivati altri tre uomini armati che hanno sequestrato tutta la mia famiglia, chiudendoci a chiave nel bagno di casa».

Sono ricordi terribili, quelli della showgirl argentina in un’intervista a In Famiglia: «Hanno svaligiato la nostra casa senza pietà, hanno distrutto la vita di una famiglia intera. Dopo esserci liberati, il giorno dopo, mio nonno paterno morì d’infarto dopo aver appreso la notizia». Un dolore, quindi, difficilmente dimenticabile, che ha causato nella giovanissima Belen diversi traumi: «Da allora per me è stato un inferno, non volevo stare a casa da sola, avevo paura di essere ammazzata, ero una ragazzina adolescente che aveva visto la morte in faccia».

Belen Rodriguez rapita in Argentina: «Sequestrata e presa per i capelli, quando mio nonno l’ha saputo è morto d’infarto»ultima modifica: 2018-04-17T11:48:23+02:00da cristina_a2016

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.