«Quel bimbo morto è una fake news di Soros»: il fotomontaggio imbarazzante e il presunto bambolotto

01_02155240Che le fake news siano un problema dei nostri tempi, e non certo dei meno gravi (sicuramente dei più sottovalutati), lo sappiamo bene. Ma chi confeziona fake news, che spesso lo fa per tornaconto personale o chissà per quali altri motivi, in questo caso dimostra di non avere nemmeno un briciolo di cuore. Perché dopo l’affondamento di un gommone di un paio di giorni fa e le foto, pubblicate da France Presse, dei soccorsi, qualche buontempone ha deciso che quegli scatti non erano autentici.
Gira infatti sui social, come afferma Repubblica, un fotomontaggio che prende una immagine dei soccorsi, con due uomini che tengono in braccio un bambino morto, e la modificano “eliminando” il mare e ambientandola altrove, per mostrare che è un falso. Invece il falso è proprio questo, peraltro fatto anche abbastanza male. «Ecco svelata la falsa messa in scena delle ONG di Soros, una vergogna», recita il testo, che se la prende col finanziere americano ormai indicato come colpevole da quasi tutte le teorie complottiste che girano sul web.
Secondo questa ‘teoria’, il bambino morto in realtà sarebbe un bambolotto e la notizia sarebbe un falso. La foto “complottista” è stata rimossa da Facebook ma gira ancora su molti profili privati (che l’avevano condivisa credendo ovviamente alla teoria del falso) e su Twitter. Non è chiaro se sulla questione siano state aperte indagini da parte delle autorità: ma fa male vedere come anche dei poveri bambini siano strumentalizzati da qualcuno per scopi che di umanitario hanno ben poco. Per far passare il messaggio che è tutto falso ed è sempre un complotto.

«Quel bimbo morto è una fake news di Soros»: il fotomontaggio imbarazzante e il presunto bambolottoultima modifica: 2018-07-03T02:36:28+02:00da cristina_a2016

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.