Anice

Share on FacebookShare on TwitterPin it on Pinterest

pianta_anice_in_campoNome aromatica: Anice

Famiglia: Ombrellifere o Apiacee

Genere: Pimpinella

Specie: Anisum

Origine: Originaria del Medio Oriente, si diffuse in tutto il Mediterraneo.

Varietà: Anice Verde, Salvastrella

Semina: I semi vanno interrati direttamente nell’orto in Marzo – Aprile a distanza di 60 cm tra le file. Quando le piantine raggiungono l’altezza di circa 10 cm vanno diradate a distanza di 30 cm sulla fila.

Altezza della pianta: 50-60 cm

semi_aniceRaccolta: Di solito Luglio, Agosto, tagliando le ombrelle quando assumono il caratteristico colore grigio-verde. La raccolta deve essere fatta recidendo gli steli alla base.Si appendono le piantine di anice al sole per permettergli di finire la maturazione affinché rilascino il seme. Una volta raccolto il frutto questo andrà essiccato al sole prima del suo utilizzo.

Sesto d’impianto: Sulla fila 30 cm e tra le file 60 cm

Profondità 2 cm

Posizione: In una zona dove battono costantemente i raggi solari. Si coltiva in luoghi soleggiati e riparati dai venti.

Innaffiamento: Non ha bisogno di grosse attenzioni, tant’è che bastano semplicemente le precipitazioni naturali per mantenere la piantina in buona salute.

Lavori da eseguire: Eliminazione delle erbe infestanti e diradamento dopo la germinazione. Annaffiare regolarmente e costantemente soprattutto dopo la semina.

Moltiplicazione: La riproduzione dell’anice avviene per seme.

Avversità: Abbastanza resistente alle malattie fungine e viene attaccata dagli afidi se il clima è troppo umido.

Luna: Luna Crescente

anice
Pianta venduta in vaso da 14 cm di diametro; alta circa 20-25 cm.

Anice coltivazione in vaso

La Pimpinella predilige climi temperati e freddi ed è resistente al gelo. Cresce bene al sole ma anche in luoghi semi ombreggiati. Può essere coltivata anche in vaso, utilizzando un terriccio universale.
La Pimpinella si può seminare all’aperto in Marzo-Aprile e in seguito in Settembre-Ottobre. Possiamo anticipare il raccolto seminandola in serra protetta a febbraio-marzo. In questo modo avremo un raccolto da Maggio fino a Ottobre.
Nella coltivazione in vaso è bene fare attenzione ai ristagni d’acqua nel sottovaso: è una pianta che soffre il contatto con l’acqua che provoca marciumi e asfissia radicale. All’atto della semina, è bene stendere uno strato di 5 cm di biglie di argilla espansa sul fondo del vaso, in modo da evitare il contatto delle radici con i ristagni.
Per ottenere una maggiore produzione di foglie possiamo togliere i fiori alla loro comparsa.

 

Tipologia Annuale
Resistenza al freddo Può resistere fino a -2°
Periodo di trapianto Febbraio-agosto
sesto d’impianto Distanza tra le file: 30-50 cm, sulla fila 50-100 cm
Altezza 20-25 cm

Altri tipi di anice

Anice stellato

L’anice stellato genere Illicium, specie verum, noto anche come badiana, è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Illiciacee. È originario della Cina e del Sud-Est asiatico; l’albero può raggiungere un’altezza di circa 5 metri e i suoi fiori formano un frutto a forma di stella che diventa duro e legnoso dopo che viene essiccato.
Nelle erboristerie viene venduto come sostanza aromatizzante per la preparazione di tisane oppure in capsule che ne contengono la polvere. L’olio essenziale è molto simile a quello presente nell’anice verde e gli usi fitoterapici sono praticamente sovrapponibili.

Illiciacee

Famiglia di piante, ordine Illiciali, comprendente il solo genere Illicium (37 specie). Si tratta di alberi o arbusti delle foreste umide, presenti in Asia sudorientale, Stati Uniti orientali, Cuba, Hispaniola e Messico. Hanno foglie intere, senza stipole, alterne e dotate di punti pellucidi. I fiori sono disposti in infiorescenze ascellari e hanno generalmente tepali e stami entrambi numerosi; anche i carpelli possono essere da un numero minimo di 7 a molti. Il frutto è un aggregato di follicoli a forma di stella. Alcune specie sono usate in medicina per il loro contenuto in oli aromatici.