Secondo Fromm ,l’amore come viatico di vita…

 

 Erich Fromm nel suo libro “L’arte di amare” parla di 5 tipi di amore… questi:

Amore fraterno,

Amore tra genitori e figli,

Amore erotico,

Amore per sé stessi

Amore per Dio.

Egli sottolineò che tutte queste forme di amore hanno elementi comuni e devono essere basati sul senso di responsabilità, rispetto e conoscenza. Per ogni individuo l’amore è il modo normale di superare il senso di isolamento e, come desiderio di unione con gli altri, assume una forma specificamente biologica tra l’uomo e la donna. Fromm afferma che è errato interpretare l’amore come una reciproca soddisfazione sessuale poiché una completa felicità sessuale si raggiunge soltanto quando c’è l’amore.
La concentrazione sulla tecnica sessuale come se questa rappresentasse la via alla felicità è, egli afferma, una delle molti ragioni per cui l’amore vero è diventato così raro nella moderna società capitalistica.
Fromm crede che l’amore sia l’unica e soddisfacente risposta al problema dell’esistenza umana.
Egli accentua però il fatto che l’amore non può essere insegnato ma dev’essere acquisito tramite uno sforzo continuo, disciplina, concentrazione e pazienza, tutte cose che sono difficili per la pressione continua della vita moderna.
Il più importante contributo di Fromm alla psicologia sta nella sua accentuazione della dignità e del valore dell’individuo.
A differenza degli psicologi del comportamento egli non riduce l’uomo ad un comune denominatore di istinti.
Nel suo trattamento del sesso egli lo considera molto meno importante dell’amore nel senso più lato del termine.
Le sue idee sulla teoria della pratica dell’amore sono della massima importanza poiché dimostrano che uomini e donne possono superare le pressioni della vita quotidiana e le difficoltà che essi incontrano quando vogliono formare mature relazioni d’amore.

amarsi2

 

 

Secondo Fromm ,l’amore come viatico di vita…ultima modifica: 2022-01-13T16:54:12+01:00da g1b9

3 pensieri riguardo “Secondo Fromm ,l’amore come viatico di vita…”

  1. Credo di aver letto questo libro molti, ma molti anni fa. Non ricordo nemmeno se fossi sposato o meno. Fromm vede dal suo punto di vista focale l’amore e secondo la sua personale concezione, ha una visione che io condivido. Si fa presto a dire amore e sesso, non sono appesi all’albero della cuccagna e chi arriva primo si calza. Sono sentimenti che vanno affrontati, studiati e coniugati sensibilmente.
    Buona sera Giovanna.

  2. Già nel greco antico c’erano fondamentalmente quattro termini per definire l’amore: storgè, èros, filìa e agàpe.
    Storgè è un sentimento basato sui legami di sangue.
    èros si basa sull’attrazione sessuale.
    Filìa, è il caloroso amore dell’amicizia basato sulla stima reciproca.
    Agàpe è l’amore basato sul principio, anche sinonimo di altruismo.

  3. …e quello sull’amicizia, forse considerato fraterno?
    Buon fine settimana carissima Giovanna; da me finalmente soleggiato.
    🙂 🙂

I commenti sono chiusi