Paralizzato durante uno spettacolo tv condotto da Michelle Hunziker, si rialza in piedi dopo nove anni

A nove anni dall’incidente che gli è costato la paralisi, Samuel Koch si rialza in piedi. Era il 2010 e il video dell’incidente durante la trasmissione “Wetten dass”, lo “Scommettiamo che” tedesco con Michelle Hunziker, fece il giro del mondo. Il giovane, che all’epoca aveva 23 anni, aveva scelto di partecipare a un programma che è l’equivalente del nostro “Scommettiamo che” e si era lanciato in una prova molto dura: munito di trampoli molleggiati doveva evitare di essere investito dalle auto in corsa saltando al di sopra delle vetture. Un episodio che ricorda quello accaduto di recente durante “Ciao Darwin”.

moderatorin-michelle-hunziker-gratuliert-samuel-koch-zu-seiner-verlobung-mit-schauspielerin-sarah-elena-timpe-

Il ragazzo non riuscì a superare la prova e si schiantò a terra dopo aver colpito la testa. I milioni di telespettatori che stavano guardando lo show in diretta pensarono al peggio, ma Koch riusì a sopravvivere. Rimase paralizzato e costretto su una sedia a rotelle. In tutti questi anni non ha mai perso le speranze e ha continuato a praticare sport.

In un’intervista di “Bild Zeitung” ha raccontato di aver riconquistato la posizione eretta grazie a un attrezzo progettato in Norvegia. «Mi sono allenato molto con mio fratello che è fisioterapista. La prima volta che ne ho capito l’importanza mio fratello mi ha semplicemente appoggiato a una ringhiera e ha chiesto a mia moglie Sarah di avvicinarsi. Siamo rimasti in due a guardare il cielo e le stelle. È stato bellissimo».

L’attrezzo lo aiuta a tenersi in piedi, sebbene con un supporto dietro la schiena. Oggi Koch vive un’esistenza serena. Da ex stuntman ha cominciato a pubblicare libri di successo e ha intrapreso la carriera di attore. Ora ha imparato a rialzarsi anche fisicamente.

Paralizzato durante uno spettacolo tv condotto da Michelle Hunziker, si rialza in piedi dopo nove anniultima modifica: 2019-06-27T11:48:35+02:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.