Contrabbandava denaro sporco a Dubai: arrestata la sosia di Kim Kardashian con 5 milioni di sterline nella valigia

Un’aspirante Kim Kardashian di 30 anni è stata arrestata dopo essere stata sorpresa a contrabbandare 5 milioni di sterline, quasi sei milioni di euro. Tara Hanlon, sosia di Kim Kardashian, è stata bloccata all’aeroporto di Heatrow, Londra, con delle valigie piene di contanti.

A riportare la notizia è il The Sun che ha affermato: gli ufficiali della frontiera hanno scoperto le mazzette di denaro sottovuoto ricoperte di caffè nel bagaglio di Tara mentre stava cercando di imbarcarsi su un volo per Dubai.

34378214-0-image-a-60_1602670165597

La sosia di Kardashian è stata trovata con £ 1,94 milioni in cinque valigie separate. Tara ha ammesso di aver contrabbandato milioni di sterline fuori dal paese nei mesi di luglio e agosto dello scorso anno. La giovane britannica, che è stata licenziata dal suo lavoro come reclutatrice nel marzo 2020, ha guadagnato £ 3.000 per ogni viaggio che ha fatto.

Agiva su ordine di una donna chiamata Michelle Clerk, che aveva incontrato quattro anni prima a Leeds, ma viveva a Dubai. Michelle le ha chiesto di entrare nella società società che serviva a ripulire i soldi del suo negozio di parrucchciera. I messaggi trovati sul telefono di Tara hanno mostrato che stava discutendo con Michelle di reclutare un uomo chiamato Liam.

La trentenne britannica ha dichiarato nei messaggi: «Penso che Liam sarà sicuramente all’altezza. Tutti gli altri che conosco hanno figli o hanno una boccaccia. Non si lascerbbe scappare così tanti soldi». Hanlon si vantava in un messaggio: «3 grandi… con questo stipendio e il prossimo i miei debiti se ne vanno». Altri messaggi, invece, indicavano che stava cercando di reclutare altri corrieri, riferendosi al lavoro come a una vita perfetta: alcuni giorni al sole e alcuni a casa. A un certo punto, ha inviato a un’amica un filmato in cui si vantava di quanti soldi aveva speso durante una sfarzosa vacanza all’estero.

Il pubblico ministero Nathan Resiah ha dichiarato: «È stata fermata da un funzionario doganale che le ha parlato. Ha detto che stava partendo per un viaggio per ragazze e aveva portato 5 borse perché non sapeva decidere su cosa indossare. Le è stato chiesto se avesse contanti e ha detto: no, nessuno. Ma il suo bagaglio conteneva ingenti somme di denaro coperte dalla polvere del caffè».

«Quello è stato l’inizio di una serie di bugie, e chiaramente l’ufficiale non ha creduto quello che hai detto. Hai fatto una dichiarazione molto dettagliata dopo il tuo arresto, anche se in gran parte non era vera». La 30enne di Leeds, dunque, ha poi ammesso l’accusa di cospirazione per ripulire i soldi di attività criminali.

Negli ultimi anni la sosia di Kim Kardashian ha contrabbandato più di 3,5 milioni di sterline e adesso sconterà la pena di 2 anni e 10 mesi di reclusione.

Contrabbandava denaro sporco a Dubai: arrestata la sosia di Kim Kardashian con 5 milioni di sterline nella valigiaultima modifica: 2021-07-26T22:46:04+02:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.