Wilma Goich, dolore per la figlia scomparsa a “Oggi è un altro giorno”: «Il Natale senza la mia Susanna»

Wilma Goich ospite di Serena Bortone a “Oggi è un altro giorno” su RaiUno.

Wilma Goich si è collegato con Serena Bortone a “Oggi è un altro giorno” da casa, già addobbata per le feste: «I Natali che ricordo più volentieri – ha raccontato – sono quelli che ho trascorso con mio padre. Era un cultore, avevamo un vero albero altissimo in casa con candele vere al posto delle lucine. Poi preparava anche il presepe, con tanto di ruscelli».

6371225_08153227_wilma_goich_susanna_vianello

Questa è la prima volta che Wilma fa l’albero di Natale dopo la scomparsa della figlia Susanna. Susanna Vianello era la figlia di Wilma Goich ed Edoardo Vianello, purtroppo venuta a mancare nella notte fra il 6 e il 7 aprile 2020 dopo la lotta con un tumore: «Mio nipote ora vive con me e l’ho fatto principalmente per lui. E’ restio alla tv, ma prima mi ha fatto i complimenti per gli addobbi. La mamma Susanna invece lo preparava precocemente, già il 20 novembre era pronto. Avevo una canzone preferita per le feste che è “Happy Xmas (War Is Over)” di John Lennon».

Per il pranzo di Natale si atterrà alla sua tradizione: «Mi faccio mandare i ravioli dalla Liguria, fatti di carne e di verdura, il sugo lo preparo io. E’ il piatto che preferisco e per me rappresenta davvero il periodo delle feste».

Wilma Goich, dolore per la figlia scomparsa a “Oggi è un altro giorno”: «Il Natale senza la mia Susanna»ultima modifica: 2021-12-08T17:06:02+01:00da manuela_man27

2 thoughts on “Wilma Goich, dolore per la figlia scomparsa a “Oggi è un altro giorno”: «Il Natale senza la mia Susanna»

  1. Susanna era la voce di radio Italia.
    C’è gente al mondo che sta ancora peggio. Va bene, ognuno pensa per sé. Anche i benestanti, hanno i loro problemi. Non bisogna essere egoisti, egocentrico, perché sei famoso. Si possono creare situazioni tristi, come un comune mortale

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.