Coronavirus, Sameh: «Mi avete accolto 10 anni fa, ora frutta e verdura gratis»

Frutta e verdura gratis da Sameh. «Il mio modo di dire: ti voglio bene Italia». Il fruttivendolo egiziano che vive a Canonica d’Adda, in provincia di Bergamo, invita i clienti a prendere quello di cui hanno bisogno da un banchetto, senza pagare. All’ingresso del suo negozio c’è scritto su un cartone: «10 anni fa mi avete accolto. Ora voglio dirvi frazie. Andrà tutto bene. Se avete bisogno prendete gratis la frutta e la verdura che trovate su questo tavolo».

5136893_1638_fullsizeoutput_6d

Sameh con la mascherina all’ingresso del suo negozio spiega: «Così sto a posto con il mio cuore. La gente ha bisogno di vitamina in questo periodo, di arance. Guadagno abbastanza e posso regalare qualcosa con il mio cuore». Per qualche anno Sameh ha fatto il pizzaiolo e dal 2014 ha il negozio di frutta e verdura. «Ho messo la foto su facebook ed è venuta tanta gente a prendere la frutta gratis».

Coronavirus, Sameh: «Mi avete accolto 10 anni fa, ora frutta e verdura gratis»ultima modifica: 2020-03-27T17:34:55+01:00da giorgio662015
Share on Tumblr

6 thoughts on “Coronavirus, Sameh: «Mi avete accolto 10 anni fa, ora frutta e verdura gratis»

  1. Bravo Sameh , mi auguro che altri seguano il tuo esempio ovviamente anche italiani , in certe situazioni bisogna pensare ad azioni che portano sopravvivenza immediata e chi può ha l’obbligo di farlo .

  2. Sameh regala frutta e verdura ai bisognosi, l’Albania ci invia medici e infermieri perchè noi ne abbiamo più bisogno di loro… spero che queste cose facciano riflettere tutte quelle persone che nutrono odio e disprezzo nei confronti di chi ha la pelle e la cultura diversa dalla loro

Rispondi a Enrico Annulla risposta

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.