PicsArt_07-31-11.10.35

I TATUAGGI DEI CALCIATORI (PRIMA PARTE)

La combo calciatori e tatuaggi negli ultimi è diventata sempre più oggetto di cui parlare fuori dal rettangolo verde.

C’è chi come Ronaldo preferisce non averne, chi ne ha molti, chi preferisce avere tattoo sobri, chi no.

In questo articolo vedremo quali sono i tatuaggi dei calciatori più “modesti”, “umili” e strani.

 

 

  • IBRAHIMOVIC 

 

Ovviamente al primo posto non poteva mancare Ibra, che di tatuaggi ne è pieno ma quello su cui ci andremo a concentrare oggi è la scritta che porta sul petto “Only God can judge me” (traduzione: solo Dio può giudicarmi).

Questo è uno dei primi tatuaggi del giocatore del Milan che racconta di non essere sempre stato attratto da questa pratica ma una volta iniziato è cominciata a diventare un ossessione.

Questo suo tattoo esprime a pieno la sua personalità, questo è quello che dice nella sua biografia del 2011: “Iniziai ad osare, sentii parlare dell’espressione Only God Can Judge Me. Potevano scrivere quello che volevano sui giornali, urlare qualsiasi cosa dagli spalti, non mi avrebbe comunque toccato. Solo Dio poteva giudicarmi! Mi piaceva”.

20200731_104313

 

  • RAMOS

 

Anche l’attaccante del Real Madrid è pieno di tatuaggi con diversi significati, ma ce n’è uno con il quale omaggia la sua carriera e lo ha fatto nella mano che mostra a ogni gol. Questo tattoo mostra quattro numeri (35, 90+, 32, 19) numeri importanti per la stella Blancos che per un bel periodo ha lasciato in suspense il significato di queste cifre dopo l’annuncio sui social.

A svelare il mistero di questo tatuaggio ci ha pensato Marca: 35 e 32 sono i numeri di maglia indossati nel Siviglia che lo ha lanciato nel calcio che conta, il 90 accompagnato dal simbolo + indica la sua capacità di essere decisivo nello scadere del tempo di gioco in particolare ricorda il gol segnato nella finale di Champions del 2014 quando il Real Madrid vinse contro l’Atletico e infine il 19 rappresenta il numero di maglia con il quale ha esordito in Nazionale spagnola.

20200731_104406

 

  • D’ALESSANDRO

 

Non solo umiltà ma anche un ego molto accentuato quello di Andres, che ha deciso di tatuarsi la sua faccia in estasi da gol con il suo logo aziendale nella pancia.

Nemmeno i personaggi immaginari più pazzi farebbero una cosa del genere.

20200731_104454

 

 

  • BOTHROYD

 

L’ex calciatore del Perugia, ha deciso di tatuarsi nel costato la parola ”LOVE” in una maniera abbastanza particolare.. al posto delle lettere possiamo vedere una pistola, una granata e altri tipi di armi… in molti associano questo tatuaggio al fatto che il giocatore prima di dedicarsi al calcio faceva parte delle forze armate libiche (e con che entusiasmo!)

20200731_104521

 

  • CICIRETTI 

 

Il giocatore, dopo essere approdato nel social di Twitter, ha lanciato una scommessa ai suoi follower nel giorno del suo compleanno: “Se raggiungo i 500 retweet mi tatuo il logo di Twitter”.

Ovviamente i fans non si sono lasciati pregare, in meno di un mese il tweet ha raggiunto più di 500 condivisoni e così il giocatore dell’Empoli (allora nel Benevento) si è tatuato il famoso uccellino dell’applicazione.

Una sconfitta dal sapore dolce per Ciciretti che presenta più di 50 tatuaggi!

20200731_104550

 

 

 

 

Ed ecco qui la prima parte de “Tatuaggi dei calciatori”.

I TATUAGGI DEI CALCIATORI (PRIMA PARTE)ultima modifica: 2020-07-31T11:41:36+02:00da footballqueen

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.