I Fiori di Bach: 1 – AGRIMONY – IPERSENSIBILITA'

agrimony

La pianta

E’ una pianta perenne, alta dai 40 ai 70 cm, dal fusto singolo, vellutato, eretto, cilindrico. Le foglie sono dentellate, con la parte inferiore grigiastra.
I semi sono coperti da una tonaca ruvida provvista di piccoli uncini che rimangono attaccati al pelo degli animali che la sfiorano passando.
Nell’antichità era impiegata per le sue proprietà oftalmiche, come depurativo del fegato, addirittura come antidoto del veleno dei serpenti.
Attualmente è considerata soprattutto una pianta epatica, astringente e antinfiammatoria. Ancor oggi viene usata da attori e cantanti per migliorare la voce.

Habitat

E’ comune nell’Europa settentrionale, su terreni soleggiati e argillosi. Si trova frequentemente anche in Italia lungo i fossi, le strade, i pascoli fino ai 1000 metri.

Il fiore

Fiorisce da giugno a settembre-ottobre. I fiorellini sono gialli, raggruppati in spighe allungate, con con cinque petali e fitti stami giallo-rossastri. Vivono per tre soli giorni. La raccolta e la preparazione dei fiori avviene sopratutto nel periodo estivo, col metodo del sole.

Commento di Bach

“Per le persone gioviali, allegre, di buon umore, che amano la pace e sono così addolorate dalle discussioni e dai litigi da essere pronte a concedere molto per evitarli. Anche se generalmente non mancano loro dei disturbi e sono inquieti e agitati, nascondono le loro preoccupazioni dietro il buon umore e la giocondità, e sono considerati degli ottimi amici da frequentare. Spesso abusano di alcol e di sostanze per stimolarsi e riuscire a sopportare le loro prove con allegria.”

Parole-chiave

Tormento interiore; fare buon viso a cattivo gioco; sentirsi in obbligo di minimizzare e sdrammatizzare sempre e comunque; essere disposti a tutto per il quieto vivere; paura della solitudine; cercare rifugio in alcol, droghe, cibo, divertimenti, relazioni sessuali per sviare il proprio tormento interiore.

Stato positivo

Capacità di godere con allegria e serenità la vita; senso dell’umorismo; vedere le preoccupazioni con obbiettività e il giusto distacco; ottimismo; integrazione e superamento delle avversità; abilità diplomatica e capacità di pacificare gli animi; apportatore di allegria e simpatia.

Psicologia

Agrimony è l’amico malato che andiamo a trovare e che ci racconta qualcosa di divertente per tirarci su. E’ l’adolescente o il giovane pieno di imbarazzi e di contrasti irrisolti che tiene banco nella compagnia con i suoi lazzi e le sue intemperanze, e che magari piange e si avvilisce nel chiuso della sua camera. E’ il riso forzato quando dentro al cuore c’è invece un grande dolore inesplorato.
Agrimony è il rimedio contro i tormenti nascosti. La sua caratteristica forse più saliente, anche a una prima occhiata, è che si sente sempre in dovere di sdrammatizzare, di alleggerire l’ambiente o la situazione in cui si trova, anche quando lo sforzo per ottenere ciò fosse immane, perchè semplicemente non ne può fare almeno. Questo atteggiamento si evidenzia sia che i problemi con cui viene a contatto e che tanto lo tormentano riguardino la sua persona sia quando le cause siano esterne. In sostanza dal punto di vista psicologico Agrimony rappresenta la tendenza a negare, per difendersene, l’esistenza o la gravità dei problemi e delle tensioni. Il tipo Agrimony si addossa insomma il ruolo di cuscinetto o di brillante buffone perchè non riesce ad ammettere o accettare di stare male. E se, una volta solo, si fa prendere dallo sconforto, tenta comunque di allontanare da sè questa consapevolezza, con metodi che sono però tutti destinati a rilevarsi controproducenti. Nella sua ricerca di una via di fuga o di una possibilità di anestesia, Agrimony tende infatti ad annegare il proprio dispiacere nell’alcol, nel cibo, nella ricerca di sensazioni forti.Tutte soluzioni illusorie e momentanee, però, che non contribuiscono certo a mutare in positivo la situazione. L’atteggiamento di Agrimony potrebbe dunque essere interpretato come una sorta di equivoco, spesso originato già nella mentalità infantile, che recita pressappoco: “se propongo o evidenzio un problema in famiglia o altrove, iostesso verrò considerato un problema, e mi verranno tolti l’affetto e la considerazione di cui ho bisogno. Ma se faccio conto, malgrato le mie sofferenze, che non esista alcun problema, saranno tutti felici e io sarò l’artefice di questo”.
Nello stato positivo Agrimony è invece una persona dotata di uno spiccato senso dell’umorismo, ottimista e vitale. Potrebbe darsi, però, nello stato negativo, che usi questo suo ottimismo in modo incongruo. Ovvero, on come trampolino per la sua maturazione ed evoluzione, ma piuttosto per tamponare una situazione che sarebbe invece più opportuno lasciar precipitare o, a seconda dei casi, condurre alla discussione e al chiarimento definitivo.

Usi particolari

Agrimony si può somministrare anche quando si pensa sia il momento di prendere coscienza dei nostri veri problemi e di affrontarli. Agrimony dà il coraggio di smettere di far finta di niente, aiuta a gettare la maschera con se stessi e con gli altri. Ma attenzione: se la persona non è stata sufficientemente preparata, dopo un certo periodo potrebbe rifiutarsi (o “dimenticarsi”) di continuare ad assumere il rimedio. Questo perchè Agrimony attiva una possibilità o apre una porta che quell’individuo potrebbe invece voler continuare a tenere ben chiusa. Questo fiore è inoltre utile per una amplissima varietà di sintomi fisici; anzi, si può dire che rappresenti uno dei rimedi principi delle somatizzazioni. Sintomi d’ansia, insonnia, nevrosi cardiaca, cefalea, dolori muscolari, ma anche disturbi digestivi e (dall’ulcera gastrica o duodenale alle emorroidi), prurito, disturbi visivi, e soprattutto le dipendenze da cibo, alcol, farmaci psicotropi, sono tra le evenienze che possono trarre giovamento da Agrimony. E’ poi da tenere sempre presente nei casi in cui il dolore o il prurito siano particolarmente tormentosi.

Sinergie

In ogni caso, Agrimony è uno ottimo “ansiolitico”, e si può consigliare anche a chi vuole evitare di prendere troppi psicofarmaci sintetici, eventualmente in combinazione con Crab Apple per favorire la disintossicazione dell’organismo da queste sostanze.

Bambini

Il bambino Agrimony può essere il classico “pagliaccio”, ed esibirsi ad esempio in vere e proprie scenette con grida, salti, balli, scherzi e tutto quanto è in grado (almeno nelle sue intenzioni) di divertire e distrarre gli adulti, rompendo un’atmosfera tesa in famiglia. Anche se i suoi sforzi, ovviamente, non riescono a risolvere in profondità i conflitti esistenti. Oppure, è un “cuor contento”, che non si lamenta neppure quando è malato. Questo fiore risulta indicato anche quando abbiamo a che fare con un bambino iperattivo, “con l’argento vivo addosso”, che si lancia in attività frenetiche e sempre nuove, ma che interiormente e molto solo e infelice. Talvolta lo stato Agrimony si manifesta invece con enuresi notturna, pavor nocturnus (risveglio improvviso provocato da sogni terrorizzanti, spesso accompagnato da atteggiamenti difensivi e dà senso di disorientamento) o sonnambulismo.

Diagnosi differenziale

Spesso Agrimony, che pure non sopporta la sua stessa sofferenza, si addossa paradossalmente quella degli altri, nel tentativo di arginarla e dimenticarla. può avere dei punti in comune con l’ Red Chestnut, iper-preoccupato per il benessere dei propri cari, e con Walnut, il quale è una specie di “spugna” delle emozioni altrui, che volta finisce per attribuire a se stesso, generandone confusione. In questi non è però presente il tormento che agita Agrimony. Inoltre, Red Chestnut non fa nulla per nascondere la sua apprensione, né Walnut si sente spinto a forzare la sua allegria. Anche Impatiens può avere degli spunti in comune con Agrimony: stato di tensione, iperattività. Ma l’iperattività di Agrimony è dolorosa, cela una pena segreta, mentre per Inpatiens è costituzionale, fine a se stessa. Nulla vieta, comunque, quando il caso lo richieda, di associarli.

scritta-Antonia-fiammeggiante-verde

I FIORI DI BACH

fiori

01) Agrimony
02) Aspen
03) Beech
04) Centaury
05) Cerato
06) Cherry Plum
07) Chestnut Bud
08) Chicory
09) Clematis
10) Crab Apple
11) Elm
12) Gentian
13) Gorse
14) Heather
15) Holly
16) Honeysuckle
17) Hornbeam
18) Impatiens
19) Larch
20) Mimulus
21) Mustard
22) Oak
23) Olive
24) Pine
25) Red Chestnut
26) Rock Rose
27) Rock Water
28) Scleranthus
29) Star of Bethlehem
30) Sweet Chestnut
31) Vervain
32) Vine
33) Walnut
34) Water Violet
35) White Chestnut
36) Wild Oat
37) Wild Rose
38) Willow
39) Rescue Remedy

firma-Antonia-per-blog gif