A proposito di “Burn-Out” cioè di stanchezza cronica

Markus Treichler |

Nella foto è il dottore Markus Treichler; filosofo, psichiatra, neurologo,  medico di medicina interna e psicosomatica.

Questo medico, ebbe in cura una studentessa  diciannovenne che era affetta da “stanchezza cronica” o, in termine clinico “Burn-Out”. Questa stanchezza le si manifestava in un calo delle sue capacità a concentrarsi e in un’accresciuto stato di impazienza. Tali sintomi, a loro volta, la portavano a uno stato di apatia, di inattività e a un forte calo del rendimento a scuola.

La ragazza in passato si era distinta per il suo essere attivo, diligente e piena di iniziative. La sua immagine di se stessa, però, era contrassegnata dalla pretesa: Voglio accontentare tutti, voglio fare bella figura con tutti, per essere popolare dappertutto e vivere in armonia con tutti.

Quando, infine, non le fu possibile appagare il suo bisogno di armonia che tutti i suoi sforzi non erano più sufficienti per raggiungere l’obiettivo ( di cui non era conscia ), fu colpita dalla Grande stanchezza cronica a causa della quale  riusciva sempre meno a raggiungere quello che  era il suo vero obiettivo. Ma l’essere stanca si rivelò anche una opportunità. Sentì che non poteva andare avanti così. Fu obbligata a modificare la propria immagine e il proprio modo di intendere se stessa. Non poteva più continuare a vivere secondo l’immagine di volere accontentare tutti. La stanchezza cronica per lei si trasformò in una opportunità di ritirarsi, per trovare lo spazio e il tempo per la necessaria riflessione su se stessa.

Ecco, quando ci facciamo immagini sbagliate di noi stessi.

 

 

 

 

A proposito di “Burn-Out” cioè di stanchezza cronicaultima modifica: 2021-08-02T19:24:07+02:00da un_uomonormale0

4 pensieri riguardo “A proposito di “Burn-Out” cioè di stanchezza cronica”

  1. Un post che invita alla riflessione L’ideale di perfezione che può albergare in noi, fino a volerlo assolutamente attuare, spesso provoca conseguenze poco felici e può anche intaccare seriamente la salute. La moderazione anche nelle aspettative di ottenere, con il nostro massimo impegno personale, consensi da parte di tutti deve essere presa seriamente in considerazione e l’alternativa vincente è quella di pensare un po’ di più a se stessi.Buona serata

    1. Buon giorno Stella, nella ricerca sul Burn-out si citano molte cause della stanchezza. Si parla dell’esaurirsi delle proprie riserve sia fisiche sia psichiche, della perdita di energia e di impegno attraverso una disillusione crescente o della perdita delle energie fisiche, mentali ed emotive a causa dello stress emotivo. Ovviamente, una persona che vive sotto continuo stress fisico, ma soprattutto psichico finisce col colpire il corpo in tutto il suo soma.
      Vorrei sottolineare un dettaglio proprio in ordine a questo incredibile caldo cui siamo sottoposti. Non è consigliabile esporsi all’aria condizionata perchè il corpo si affatica molto a motivo di perdita di troppi liquidi. Buona giornata carissima

  2. Buongiorno Peppe, si chiama così la stanchezza cronica? non riuscire più ad accontentare gli altri sacrificandoci personalmente? le aspettative a volte logorano il proprio “IO” entrando in contrasto con l’essere e non l’apparire. Secondo me potrebbe partire il tutto da una leggera forma di depressione di autostima, perchè se la persona viene apprezzata e stimolata rende e non si arena in balia della sorte.
    Ovviamente anche questo è un argomento molto vasto.
    Un abbraccio matutino e freschino adesso

    1. Ciao Serè, è proprio questa tipologia di stanchezza che sta ad indicarci, come cartina di tornasole, che dovremmo rispettare di più i nostri limiti. Non è possibile andare oltre i nostri limiti senza pagare “dazio”. Vi sono persone che ignorano la loro stanchezza, e questi appaiono irritate e di di costante malumore. La colpa non è delle circostanze esterne, ma delle condizioni interiori. Si scontrano con i loro limiti fisici e psichici. Questi riconoscono di non essere più così freschi e in forma come in passato.
      Ti abbraccio Serè

Lascia un commento