Sono possibili amicizie con l’altro sesso ?

 

 

 

La sessualità negli anziani: amore nella terza e quarta età

E’ certamente questo un punto delicato.

Direi forse si se si tratta di amicizia in senso largo; cioè a dire di quell’amicizia che sa di cameratismo, e di relazioni  più strette, ma su piano comune, come per esempio tra compagni di scuola o di lavoro, la cosa non fa problema.

E allora quando crea problema ?

Sono possibili amicizie con l’altro sesso ?ultima modifica: 2021-08-08T14:45:18+02:00da un_uomonormale0

12 pensieri riguardo “Sono possibili amicizie con l’altro sesso ?”

  1. L’amicizia non è una questione di sesso. Tra uomo e donna è possibile, forse anche meglio, libera da quelle piccole dinamiche fastidiose che insorgono tra femmine,…gelosia, invidia ecc… Certo è rara. Ma non lo è forse l’amicizia in generale, quella vera? Se resiste al tempo che passa, alla lontananza, ai silenzi, alle incomprensioni, allora è amicizia. Pensare che quella persona, anche se la senti di rado, per te ci sarà sempre, e tu per lei. Poi ci sono le simpatie, le conoscenze, le frequentazioni legate a circostanze comuni. Ma quelle non sono amicizie, ma l’illusione delle stesse. Buona domenica doc.

    1. Convincente il tuo ragionamento mhhhhhha…non so davvero. Le probabilità che fra due amici di sesso opposto possano instaurare un rapporto amicale ci possono anche essere, ma tutto dipende dal loro grado di rapportarsi come fossero propri pari e non come potenziali conquiste sessuali. Se è vero come è vero che un rapporto asessuato esiste all’interno di famiglie tra padre e madri coi figli e fra sorelle o fratelli, lo stesso modello può essere riprodotto con le amicizie. In poche parole-sempre a mio parere – a “, questa probabilità non può essere quantificabile, poichè dipendente dai due “attori” in questione se saranno capaci di rapportarsi tra di loro in maniera asessuata e paritaria. Se così sarà presumo possa realizzarsi un’amicizia. Buona serata a te

      1. E’ scontato per me che la fase ‘sei una potenziale preda sessuale’ deve essere superata. Altrimenti crolla tutto il castello. Infatti l’hai definita ‘possibile’, non facile. Però ribadisco che quando ci sono i presupposti è addirittura migliore di quella tra persone dello stesso sesso. Ciao

        1. Credo sia un fatto biologico strutturale, quello dell’attrazione sessuale presente in entrambi sia pure in sede inconscia e che la si manifesta con accenni scherzosi, oppure che i due riconoscono una pure sottile tensione erotica nei loro rapporti relazionali che non intendono portare oltre misura ma che tutti e due riescono a vivere come momenti piacevoli. Ciao

  2. Non saprei dirlo. In età giovanile sicuramente sì. Amicizia da adulti, a meno di non essere agli opposti come fisicità l’uno dall’altro, ne ho il dubbio. Penso che le relazioni matrimoniali dei due amici debbano essere, come si usa dire, a prova di bomba. Tra l’amicizia e l’amore, a volte passa un filo sottile, basta uno scherzo involontario, uno sguardo diverso negli occhi e…?? Forse, sono io ad essere una persona strana che, essendo stata molto sola, vede possibilità fantasma mentre non ce ne sono. Un commento, il mio, da non tenere in debita considerazione. Buona serata Peppe!

    1. E no, cara Licia, il tuo commento lo prendo in considerazione, altroche. In altre parole tu affermi; giustamente, che se si tratta di amicizia vera; quando cioè fra le due persone di sesso opposto si accende un mutuo amore di benevolenza, con tutte le espressioni esterne, e quella carica di sentimento che è propria della vera amicizia, allora la cosa fa problema perchè nei due sessi scatta la carica propria di un fattore nuovo e cioè quello del sesso.
      La penso come te Licia….buona serata anche a te.

  3. Io, di amici, anche di un certo spessore, ne avute sempre molti e sempre affettuosi e disinteressati, o che almeno si sono appalesati tali. Con quelle maschili, forse molto più delle femminili, ho avuto modo di costatarne stima, simpatia e vero affetto. Qualcuno, quando, negli anni, ci ha lasciati mi ha addolorato quasi fosse un fratello.Fin dai tempi della scuola, non ho alcuna esperienza di un mio innamoramento con compagni o amici. Cameratismo perfetto, confidenza estrema, frequentazioni assidue, zero amore e pare che nessuno se ne sia mai disperato.
    Se poi qualcuno, mi è stato devoto nell’ombra, mai ho potuto verificarlo. In conclusione,l’amicizia fra generi diversi, profonda, bella, vera e duratura , per me, esiste e come. Quando poi, nelle conoscenze , interagiscono interessi diversi ,legati anche alla attrazione fisica ,ma non solo, allora non è possibile escludere l’innamoramento, che pur avendo all’inizio molto in comune con l’amicizia, se ne discosta in maniera assoluta e per prima componente, accoglie in sè qualcosa che somiglia abbastanza ad una sia pur larvata idea di possesso, di gelosia. E c’è dell’altro: una bella e vera amicizia può durare una vita; una amicizia corrotta (mi si passi il termine) da innamoramento e passione, è solo eccezionalmente, duratura. Mi fermo qui. Post e dibattito interessanti. Ho cercato di dire la mia , forse sbagliandomi, ma tant’è. Buona serata domenicale, Dottore.

    1. Buon giorno cara, per carità, non dire “forse mi sbaglio”, non è mica una regola. La tua esperienza di vita ti ha mostrato la parte sana dell’amicizia laddove hai constatato una maturità psichica, di carattere e morale; cosa non indifferente oggi. Tuttavia, in via del tutto generale la cosa fa un certo problema soprattutto per l’uomo, che volente o nolente nella sua mente elabora l’interessamento sessuale verso l’amica donna che non viceversa. L’uomo ha sempre la tendenza ad esplicitare il suo orientamento sessuale e trasformare l’amicizia in quel qualcosa di più. La donna ha la capacità di tenere nascosto dentro di sè un eventuale coinvolgimento, e questo per un suo innato fatto strutturale e biologico. Grazie cara per questo tuo interessante intervento. Un caro abbraccio per un inizio di settimana che…non promette frescura. Ciao

  4. In definitiva si è in accordo, Dottore : se c’è coinvolgimento di un qualunque tipo di attrazione fisica oltre che psichica (e che ciò si verifichi da parte dell’uomo , della donna o di entrambi, è indifferente…) la pura, gioiosa ,fraterna amicizia si complicherà ineluttabilmente di una componente ben più specifica che potrebbe anche avere qualche aspetto dell’amicizia, ma che è tutt’altro e, come tale, risponde ad aspettative del tutto diverse.

  5. Direi di si, a mutare è il linguaggio che nel mio manifesta la sua precarietà….ma in definitiva la sostanza è la stessa. Tuttavia, ribadisco che più che la donna è l’uomo che, mettiamola così, cerca sempre qualche coccola dalla donna. Mentre la donna affermano che nell’amico maschio trovano maggiore onestà e meno rivalità piuttosto che con le donne amiche, mentre il maschio trova nell’amica donna la capacità dell’ascolto e di essere appoggiati emotivamente; in una parola “la coccola”. Ciao cara

Lascia un commento