La fantasia? La chiamano “la pazza di casa!” I pensieri….i desideri

 

Immaginazione Creativa e Fantasia. Una distinzione fondamentale

Va detto chiaramente che, sia uomini, sia donne, siano gli sposati, tutti insomma, sono(siamo ) portati al disordine, dalla rottura dell’armonia della sintesi delle tre vite, a cominciare proprio dai pensieri, dai desideri, che sono appunto, il vero uomo dentro !

E allora ?

L’occhio vede, l’orecchio sente. Ed ecco che si scatena la fantasia; cioè, la “pazza di casa” che ci rappresenta le cose più oscene, più allettanti, più chiaramente ribelli all’ordine. Ma c’è di più. L’intelligenza si connette fulmineamente, accosta, conclude e propone….

La fantasia? La chiamano “la pazza di casa!” I pensieri….i desideriultima modifica: 2021-08-24T19:26:01+02:00da un_uomonormale0

6 pensieri riguardo “La fantasia? La chiamano “la pazza di casa!” I pensieri….i desideri”

  1. Devo ammettere che da un po’ di anni mi dedico all’unione(quando sia fattibile)in tutti i sensi.
    Anche in questo sito lo faccio essendo molto selettiva,tenendo con me chi ritengo opportuno.
    Poi ci sono quelli che vanno via da soli:si autoeliminano.
    La mia fantasia agisce su Libero,in ciò che voglio postare,alle mie ricerche,alla mia creatività.
    Non credo che tutto ciò sia dannoso…anzi.
    Inoltre la mia fantasia viene fuori quando scrivo due righe che non chiamo poesie ma stralci di vita.
    Mi posso definire soddisfatta perchè in questo impegno(Libero)tiro fuori il meglio di me in piena libertà.
    Non ho pensieri malsani ma non mi reputo una santa,le mie esperienze mi servono anche agli altri.
    Buon pranzo e un abbraccio dottor Peppe.

    1. Come recita il titolo, la fantasia è definita la”pazza di casa “, ma non solo perchè è anche ben altro. La fantasia, o immaginazione come la intendo in questo articolo, è la capacità di collegare liberamente contenuti coscienti; anzi, essa va oltre; scavando nel mistero, del profondo e dell’inconscio. In altri termini trae il suo materiale dai ricordi, ma li combina liberamente e in forme sempre nuove. Essa rimane legata alle leggi dell’associazione psicologica; eppure, molto ricava dalla sfera del sentimento e dell’istinto. La fantasia diventa spesso padrona di casa nel sonno e in questo caso si chiama “onirica” ed è la grande regista dei sogni. Un abbraccio a te Diana

  2. La mia fantasia si sta spegnendo, colpa dell’età e di fenomeni ambientali sopravvenuti. La fantasia si libera in ogni parte, sia della vita che nel creato, nel sereno e negli attimi ritenuti “follia”. Alle volte ci si concretizza in sogni che nella realtà saranno impossibili….non desideri colposi, soltanto brevi amenità che nell’animo gridano ma che nessuno condivide, seppure ti vive accanto. !La paza di casa!, a volte è una medicina, semplice e senza controindicazioni. Buon pomeriggio, Peppe, ore liete!

    1. E tuttavia, è proprio questo tipo di fantasia onirica che può dar luogo a prodotti tutt’altro che privi di valore; giuste le tue considerazioni in questo senso. Infatti, la fantasia onirica può suggerire la soluzione di problemi, poesie, ispirazioni ecc. ecc. E ancora, tutto questo molto prima che il padrone di casa il tal signor “IO” si sia presentato alla porta la vera padrona di casa che è la “volontà” che è ancora di dentro nell’altra stanza. Direi di più, che la fantasia è proprio quella creatrice al servizio del pensiero produttivo. Insomma, la fantasia sembra evadere ma in realtà apre all’intelligenza nuovi panorami; quindi l’intelligenza che è il vedere della sua anima, ovvero del suo spirito, quindi è una cosa spirituale. Ad esempio, un signore vede una donna che esce di casa. Vede che esse parlotta all’orecchio di un uomo. Vede movenze, cenni, sorrisi, e tutto in una frazione di secondo. L’intelligenza di quel tale in un baleno ha già fatto cento sillogismi e fulminei ragionamenti. Ha pensato, sospettato, intuito, giudicato e…forse anche condannato. Epperò, la padrona di casa di quel tale signore, cioè, la volontà non si è ancora fatta vedere, ma eccola che arriva ora e riporta le cose a posto. Ciao Licia, fresche ore di questo pomeriggio

  3. La fantasia è creatività pura che ha, però sempre un fondamento nel reale ed in ciò a cui tendono le aspirazioni più profonde della nostra mente, oltre che del nostro cuore.
    Con la fantasia si crea ciò che fa bene alla nostra psiche che, con l’immaginazione fantastica, sopperisce ,spesso, a mancanze reali e nutre il pensiero di risvolti benefici, seppure irreali. La fantasia è poi la più stretta compagna dell’Arte e delle sue realizzazioni che, seppure legate ad un substrato di esperienze pratiche, devono sempre avere il più ampio respiro del fantastico, del sogno, per non essere copia banale della realtà. Un caro saluto a te, Dott.e grazie,sempre, dei tuoi utili stimoli mentali e non solo.

    1. Si, concordo con te. La fantasia come sua funzione ha la creatività al servizio del pensiero produttivo. Nella ispirazione artistica, come pure scientifica, o tecnica. Ogni pensiero che tu crei per qualcosa di nuovo richiede in te l’aiuto di una fantasia che, mirando a determinati scopi, si espande in un libero spazio inventivo. La fantasia sembra evadere, ma in realtà si apre all’intelligenza con nuovi vasti orizzonti. Ciao cara, grazie delle tue parole. Un caro abbraccio

Lascia un commento