Vaccinare i bambini ? E’ importante, ma a decidere sono le mamme

Vaccini, c'è il via libera dell'Aifa per la fascia 5 -11 anni. Lega: «Per i  bambini decidano mamma e papà» - Open

Le mamme nutrono qualche timore, peraltro legittimo, ma che dovranno decidere se vaccinare o no i propri  bambini al vaccino alti Covid. Molte mamme hanno timore per il loro sistema immunitario che possa indebolirsi, o che viene sottoposto a stress.

Vediamo di fornire quante più informazioni possibili finalizzate a tranquillizzare le mamme.

La prima osservazione è, che i vaccini, tutti sono nati per stimolare il sistema Immunitario. Lo stressano ? Assolutamente no, ma se di stress dobbiamo parlare questo è provocato da una eventuale infezione  in quanto fa scattare il meccanismo di difesa, e il vaccino, erige un fortino di protezione.

I nostri bimbi, frequentano  gli asili nido, e questo ambiente è spesso  aperto a sollecitare una forma di stress al loro sistema immunologico per azione delle frequenti infezioni che contraggono. E’ uso che una volta contratta un’infezione la mamma li trattiene in casa per qualche giorno, ma che, non appena si ristabilisce dalla febbre e  dai sintomi, vine fatto rientrare in asilo il giorno successivo. Facendo così, al bimbo non viene concessa la naturale convalescenza volta al recupero delle forze. Una volta rientrato, non è escluso che viene di nuovo infettato. Questa reinfezione come tale, si dimostra spesso più pesante della precedente.

E’ sbagliato sospettare che il sistema Immunologico, con il vaccino, avverta una sovrastimolazione. Questo meccanismo, invece, avviene quando il bimbo è esposto all’azione di un Virus vivo e aggressivo, che induce l’iperattività immunologica; chiamata la “sindrome Iperinfiammatoria”.

Ebbene, col vaccino questo non si verifica, anche perchè, per i bambini  di questa fascia di età, la dose è 1/3 di quella delle persone adulte.

Calcolate che già a decorrere della 14^ settimana che sta dentro  la pancia della mamma, il feto matura una enorme quantità di recettori antigeni-specifici, come dire, che il sistema immunologico dei bimbi è molto potente, cioè ha la capacità di risposta all’azione di  gran numero di antigeni, il che vuol dire che tutti i vaccini che inoculiamo – 10 – non procurano assolutamente sovraccarico ma generano una gran risposta anticorpale e cellula mediata ( linfociti B e T ), altamente protettiva. Ecco perchè vaccinare i bambini ogni qualvolta lo si ritiene possibile.

In conclusione, sia pure i bambini rappresentino una percentuale bassa in fatto di contagi, è pur vero, che anche i nostri piccoli si possono ammalare, soprattutto per via delle mutazioni che si vanno succedendo.

I bambini, dunque, meritano, di essere tutelati perchè anche loro sono suscettibili a fare la malattia.

Vaccinare i bambini ? E’ importante, ma a decidere sono le mammeultima modifica: 2021-12-06T14:12:44+01:00da un_uomonormale0

8 pensieri riguardo “Vaccinare i bambini ? E’ importante, ma a decidere sono le mamme”

  1. Carissimo, da qualche giorno ricevo molte telefonate da mamme che qualche anno fa mi hanno affidati i loro bambini. Mi chiedono:”dottoressa, ma questo vaccino a mRna nel medio e lungo termine, cosa può causare ? E’ vera sta faccenda che modifica il DNA ? Sai, vorrei tanto fornire risposte tranquillizzanti, ma non sono corazzata in certezze, quindi, mi rifugio in te. Buon pomeriggio. Gina

    1. E’ una paura che va sfatata. A parte che per i vaccini, non esistono reazioni nel tempo, vorrei fosse chiaro un aspetto, che non mi invento io, ma i sacri testi della letteratura scientifica. Questa molecola; cioè, l’acido ribonucleico alias RNA, non appena entra nell’avambraccio della persona, sia essa bambino, sia esso adulto, nel giro di qualche ora, viene disintegrato ed espulso,non appena termina di scrivere il messaggio, cioè, ciò che deve fare e come deve comportarsi una volta entrato nelle nostre cellule. Dopodichè, va via,si dissolve, non esiste più.. Se modifica il DNA ? Altra bufala, che mi permetto buttare nei rifiuti. Sai bene com’è costituita una cellula, vero ? Una sede periferica che la circonda dove alloggiano tutte le componenti protoplasmatici; quali gli organuli cellulari, la matrice citoplasmatica e il citoscheletro. Tranne ovviamente il Nucleo, che è allocato all’interno. Ebbene, il DNA sta nel Nucleo, e non nel Citoplasma, quindi, assurdo pensare che tocchi il DNA quindi pensare che intacchi i geni. Spero di esserti stato utile. Ciao

      1. Ciao Pippo, scusami, tu sai che non ho nipoti di questa età, ma sono interessata a sapere, se questi bambini si devono vaccinare per l’influenza. Non so, ma mi sembra esagerato che lo facciano dal momento che il loro sistema immunitario è abbastanza forte. Un sorriso. Rosina

        1. Rosì, premettendo che le difese dei bambini siano forti, viene pensare che sia inutile vaccinarli contro l’Influenza o contro Covid-19. Per certi versi è così, ma le infezioni sono sempre subdole e non negano all’ospite qualche complicanza, anche seria tra i bambini piccoli, e in maniera particolare se non vaccinati. Tuttavia, i dati che emergono di ospedalizzazioni tra i bimbi, offrono a considerare che i decessi tra i bambini oscillano tra 35 e 190 correlati al virus influenzale. Voglio dire, che sia pure il sistema immunologico dei bambini è abbastanza fortificato possono presentarsi patogeni ingannevoli che superano le loro difese e Sars-cov-2 è tra questi, anche se tra i bambini per fortuna non si manifestano con particolari sintomi. IL fatto è, che oggi, ad essere scoperti sono proprio i bambini e il rischio covid-19 c’è.Consiglio alle mamme di consultarsi seriamente con i loro pediatri di fiducia. Ciao Rosì

  2. Ci sono evidenti difficoltà per i genitori: la mia nipotina di 5 anni compiuti da un paio di mesi, non ha ancora fatto niente a parte l’antinfluenzale. I genitori per il momento sono in attesa di consultarsi con la pediatra di famiglia per prendere una decisione in merito. Presumo che farà l’inoculazione per il covid.
    Buona sera Doc.

    1. Capisco le mamme, e giusto consultarsi col proprio pediatra. Ciò che posso sottolineare io in proposito è che vaccinarli è importante; fra l’altro la dose è 1/3 di quella che viene somministrata agli adulti. Inoltre vaccinare i bambini si viene a spezzare quella catena di contagi ma soprattutto perchè vaccinandoli si evitano le infezioni batteriche secondarie che, oltre a essere pericolose prevedono l’impiego di antibiotici, che specie in Italia la nostra situazione ospedaliera riconosce un tasso alto di antibiotico-resistenza. Buona serata

  3. Non capisco perchè le mamme che sono ormai abituate alle vaccinazioni rutinarie dei bambini fin dalla loro più tenera età, per questa contro il Covid dimostrano tante perplessità. Come se la Scienza avesse progettato una strage degli innocenti….Le precauzioni sono state considerate anche programmando un dosaggiio ridotto e bisognerebbe tenere presente che non tutti i bambini hanno una sufficiente riserva immunitaria. Ci sono piccoli che , all’insaputa di genitori poco attenti, sono fisicamente fragili e soggetti particolarmente alle infezioni. Mi sembra, inoltre, che affidare alla scelta delle mamme l’assenso o il diniego di vaccinare i propri piccoli sia un altro errore delle Istituzioni che fa pensare ad un voler palleggiarne le responsabilità, sicché penso che non saranno solo i novax a non preservare i bimbi dall’infezione del virus, ma anche un gran numero di mamme che per se stesse hanno accettato di vaccinarsi. Se la Scienza offre sicurezza, lo Stato dovrebbe rendere, tout court, obbligatoria detta vaccinazione.
    Buona serata, Dott. Ciao.

    1. Il ministero, in quanto trattasi di minori, ha lasciato che siano le mamme a decidere. Vaccinare i bambini, si ottiene una doppia valenza, e cioè, in primis preservarli da questo virus, che non va distinzioni di età e in secondo far si che il virus circoli molto molto molto meno. Se circola replica, e muta, e se muta fa varianti. Se viceversa non circola non replica, non muta e non fa varianti. E’ la legge dogmatica della virologia. Inoltre non dobbiamo dimenticare che abbiamo molti bambini fragili e per varie ragioni immunodepressi. Infine, il vaccino è sicuro ed efficace. Ciao

Lascia un commento