Carlo Verdone: “Il mio esordio fu un incubo. Sono un collezionista molto particolare”

26066266_1980493992209277_4504825544180760576_n_07113043

Un Carlo Verdone inaspettato e inedito, quello che ieri si è raccontato a ‘Verissimo’ insieme alla giovane collega Ilenia Pastorelli, che con lui è protagonista di ‘Benedetta Follia’, il film in uscita nelle sale il prossimo 11 gennaio.
Intervistato da Silvia Toffanin, e ‘stuzzicato’ da Ilenia, l’attore e regista romano ha infatti raccontato il suo esordio, avvenuto a teatro nel 1977: «Quel giorno avevo tanta paura e la convinzione di non essere portato per il mestiere di attore. I primi minuti sul palco furono un incubo, ma dopo le prime risate e i primi applausi mi sono sentito più leggero, ed ora eccomi qui».
Una carriera piena di successi, sia come protagonista di commedie, sia alla regia. Tutti i suoi personaggi, in qualche modo, lo rappresentano, ma c’è un lato di Carlo Verdone che nessuno conosce e che lo stesso attore e regista ha rivelato durante la trasmissione: «Amo fotografare le nuvole, ho una collezione di oltre 5500 foto e forse un giorno la pubblicherò».

Carlo Verdone: “Il mio esordio fu un incubo. Sono un collezionista molto particolare”ultima modifica: 2018-01-07T13:28:33+01:00da giorgio662015
Submit to redditShare on Tumblr

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.