Domenica In, spunta la penale di Benedetta Parodi: ecco perché resta

8_20180323093847Se vi state chiedendo come mai Benedetta Parodi resti ancora a Domenica In dopo il polverone degli ultimi mesi, il palese ridimensionamento del suo ruolo rispetto a quanto previsto inizialmente e gli ascolti che continuano a restare bassini, una spiegazione c’è. Di settimana in settimana si è sempre fatta più insistente la voce di un suo imminente addio al contenitore domenicale di Rai1, tuttavia pare che Benedetta Parodi abbia deciso di tornare sui suoi passi. Ecco la clausola del contratto e quella penale che è risultata vincolante.
“La Rai avrebbe rifiutato la rescissione del contratto senza il pagamento di una penale. A quel punto la moglie di Fabio Caressa avrebbe fatto dietrofront” leggiamo sul settimanale di cronaca rosa.
Alla base del suo ripensamento, la penale che avrebbe dovuto pagare alla RAI qualora avesse optato davvero per l’abbandono anzitempo della trasmissione. Dunque, l’anticipata rescissione del contratto della conduttrice, nonostante manchino poche settimane al termine della disastrosa stagione di Domenica In, avrebbe comportato – immaginiamo – un salasso per Benedetta Parodi che a questo punto resta al suo posto.
Benedetta Parodi penale: guerra fredda a Domenica In?
È triste pensare che la sorella di Cristina non sia riuscita a farsi amare dal pubblico di Rai1 e soprattutto che abbia scelto di rimanere a Domenica In non tanto perché crede ancora di poter ribaltare la situazione e risalire la china quanto piuttosto per non dover risarcire Viale Mazzini.
I suoi interventi tra i fornelli continuano a non coinvolgere e a non convincere completamente gli spettatori a casa, ma vogliamo in ogni caso incoraggiare la giornalista a proseguire a testa alta e con professionalità anche se Barbara D’Urso resta imbattibile.

Domenica In, spunta la penale di Benedetta Parodi: ecco perché restaultima modifica: 2018-03-23T12:11:28+01:00da giorgio662015
Submit to redditShare on Tumblr

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.