Antonino Cannavacciuolo, il rimpianto a “Domenica In”: «I miei figli sono sfortunati, sono un papà assente»

Un Antonino Cannavacciuolo inedito a “Domenica In”. Lo chef ha raggiunto il successo nel lavoro e in televisione, ma ammette di avere molti rimpianti. Ha iniziato in cucina giovanissimo e pensa di aver dedicato alla professione troppo tempo, sacrificando la giovinezza e anche la sua famiglia: «Sono un papà assente. Oggi sto qua ed è il compleanno di mia figlia. Hanno beccato un papà sfortunato».

Sugli inizi e i sacrifici fatti ha spiegato: «Non lo rifarei perché a 23 anni un ragazzo deve vivere la vita. Ho dedicato la mia vita al lavoro, ora sono più libero ma i vent’anni sono passati. Avrei dovuto girare, studiare, conoscere la cucina del mondo». «Tu stai scavando proprio dentro», ha detto rivolgendosi alla conduttrice Mara Venier.

Un’intervista intima in cui Cannavacciolo ha mostrato il suo lato più sconosciuto. Non sono mancati però momenti ironici e divertenti. Il volto di “Masterchef” è molto amato in televisione e ora sta promuovendo il suo libro. La cosa più importante però resta la famiglia.

Antonino Cannavacciuolo, il rimpianto a “Domenica In”: «I miei figli sono sfortunati, sono un papà assente»ultima modifica: 2019-05-05T19:27:34+02:00da giorgio662015
Submit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.